montalcino

Sette verticale: il Brunello di Fattoi

Sette verticale: il Brunello di Fattoi

Dopo la 2015 corre voce che anche la 2016 a Montalcino sia l’ennesima annata delle annate; quindi quale miglior scusa per comprare e mettere in cantina qualche buon Brunello?

Uno sguardo al listino, ed ecco la 2014, bella sarebbe una … continua »

Vignaiolo per caso: la Tenuta San Filippo a Montalcino

Vignaiolo per caso: la Tenuta San Filippo a Montalcino

Arrivare con il proprio vino sul podio di una classifica internazionale, come quella di Wine Spectator, permette di poter rimanere sulla ribalta per un anno intero. E’ quello che succede a Roberto Giannelli, proprietario della Tenuta San Filippo a Montalcino, … continua »

Quanto mi costa un ettaro di vigna in Italia?

Quanto mi costa un ettaro di vigna in Italia?

Il vino buono si fa in vigna, Il più classico dei mantra vitivinicoli, il primo comandamento da farsi tatuare se vuoi iniziare a produrre vino di qualità; al di là di cantine e botti inevitabilmente infatti tutto inizia dalla terra.… continua »

Caprili e il suo Brunello di Montalcino nel dinamico duo 2015 e 2016

Caprili e il suo Brunello di Montalcino nel dinamico duo 2015 e 2016

La diatriba se l’annata del secolo sia la 2015 o la 2016 potrà dirsi risolta per il Barolo (spoiler, vince la 2016) ma a Montalcino non ha ancora un chiaro vincitore. Nel dubbio James Suckling dice che prese … continua »

La rivincita delle DOC comprimarie

La rivincita delle DOC comprimarie

Amarone, Barolo, Brunello, tre esempi che sulla carta rappresentano l’eccellenza nobile del vino italiano, insieme ad altre denominazioni diventati per appassionati e non quasi una garanzia di bevuta, entusiasmano solo sentendoli nominare ma non basta certo l’altezzoso “titolo nobiliare” di … continua »

Perché Leroy costa una sassata e Masseto no? Una analisi non convenzionale

Perché Leroy costa una sassata e Masseto no? Una analisi non convenzionale

È scontato che i grandi vini di Francia costino venti volte e più il prezzo dei loro omologhi italiani, ci dicono che è così dai tempi dei Merovingi e che ne era certo perfino Carlo il Calvo: quelle poche parcelle … continua »

Sexy, iconici, emozionanti: i vini di Gianfranco Soldera in verticale

Sexy, iconici, emozionanti: i vini di Gianfranco Soldera in verticale

È inutile girarci troppo attorno, i Brunello di Montalcino del compianto Gianfranco Soldera sono tra i vini più sexy, iconici ed emozionanti dell’intero panorama vinicolo Italiano.

L’avventura vitivinicola dei Soldera iniziò nel 1970 quando il signor Gianfranco e sua moglie … continua »

Come si esce dalla crisi? L’esempio del Brunello di Montalcino

Come si esce dalla crisi? L’esempio del Brunello di Montalcino

L’intero sistema sanitario (mai abbastanza lodato), l’isolamento e i farmaci vinceranno la battaglia al Covid19, ora si pone il problema di cosa troveremo quando usciremo di casa. Nessuno lo sa e tantomeno io, ma discutendo su Intravino con un mio … continua »

L’eredità di Franco Biondi Santi

L’eredità di Franco Biondi Santi

Biondi Santi: un classico. Che cosa significa? Classico è una parola di cui facciamo uso ricorrente e di sicuro effetto; ma siamo veramente consapevoli del suo significato? Uno che se li beveva, i classici, in senso letterale e letterario, disse … continua »

Benvenuto Brunello 2020: my two cents

Benvenuto Brunello 2020: my two cents

Tremila siepi/1. Tale è stata la specialità quest’anno, non più una maratona come nelle precedenti edizioni. Per fortuna. Purtroppo. La povera 2014 non ha fatto Riserva – all’Anteprima ce n’erano tre, dico tre, tutte 2013 in uscita ritardata, tra l’altro … continua »

Benvenuto Brunello 2020: la 2015 non unisce ma regala superlativi

Benvenuto Brunello 2020: la 2015 non unisce ma regala superlativi

Il Montalcino è come Raffaello secondo Vittorio Sgarbi o un territorio che parla secondo Federico Buffa, lo storyteller d’eccellenza scelto dal Consorzio per raccontare questo vino sempre più protagonista dell’immaginario collettivo: tutti e due i termini di paragone hanno bisogno … continua »

L’annata 2010 a Montalcino non ha ancora finito di parlare: Le Chiuse Riserva DieciAnni

L’annata 2010 a Montalcino non ha ancora finito di parlare: Le Chiuse Riserva DieciAnni

Tra record di ordini, prenotazioni, vendite en primeur più o meno ufficiali, la 2015 a Montalcino appena arrivata sul mercato è già un successo oltre ogni misura sia per richieste di Brunello che per prezzo medio cui viene venduto, con … continua »