Il corpo del vino

di Antonio Tomacelli

sportillustratedNegli Stati Uniti è considerato l’evento sportivo più importante dopo il Superbowl. La rivista Sports Illustrated dedica ogni anno di questi tempi, un servizio e la copertina ai costumi da bagno femminili. L’ambientazione scelta per il 2010 è una cantina portoghese, quindi, d’ora in poi anche il vino ha le sue gnocche (cit.) come la pubblicità della birra. Certo, trattandosi di vino, un po’ di corpo in più  non guasterebbe…

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

6 Commenti

avatar

Terry Nesti

circa 12 anni fa - Link

Ma io mi accontento :-)

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 12 anni fa - Link

guardando la demo di Sport Illustrated sul pad di qualche tempo fa mi pareva di aver intravisto delle modelle in un vigneto ma credevo fosse una allucinazione. Adesso però scatta la gara tra chi posa meglio sulla barrique tra la tipa USA o Adua Villa... [img]http://www.intravino.com/wp-content/upload/adua.jpg[/img]

Rispondi
avatar

francesca ciancio

circa 12 anni fa - Link

adua senza dubbio e poi la seconda foto inserita dal tomacelli mi inquieta, li vedete i due che fanno da quinta a destra e a sinistra? secondo me sono preoccupati per le malolattiche

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 12 anni fa - Link

Se entrando in cantina trovo una cosi sdraiata su i legni..la malolattica la faccio io ;-)

Rispondi
avatar

francesca ciancio

circa 12 anni fa - Link

bleahhhhhhh. lo famo biodinamico???

Rispondi

andrea aldrighetti

circa 12 anni fa - Link

A San Michele Appiano, il kellermeister Hans Terzer ridacchia tutte le volte che accompagna degli ospiti in cantina ricordando la volta che Playboy (edizione tedesca) fece un "servizio" in cantina: i soci della cantina erano in ugual parte scandalizzati ed attizzati all'idea. Le foto, se interessa, non erano malaccio.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.