siena

Nord, sud ovest, (sud) est: i terroir di Montalcino prendono forma e sostanza

Nord, sud ovest, (sud) est: i terroir di Montalcino prendono forma e sostanza

La zonazione e la corsa verso il cru che pare ineluttabile in alcune zone del vino italiano, non è una marcia trionfale in tutto lo stivale. Ci sono tanti territori, anche illustri, che frenano e fanno resistenza più o meno … continua »

SaleFino a Siena o degli effetti del buongoverno della cucina

SaleFino a Siena o degli effetti del buongoverno della cucina

Ambrogio Lorenzetti in pratica è l’inventore del formato Instagram per raccontare le stories nel 1300. Se non ci credete date un’occhiata a questa tavola, nonostante sia più famoso per gli “Effetti del Buongoverno”). La mostra che lo riguarda è un’ottima … continua »

Sangio Claus regala ai bimbi buoni Sangiovese Purosangue. Appunti e molti assaggi dalla rassegna senese

Sangio Claus regala ai bimbi buoni Sangiovese Purosangue. Appunti e molti assaggi dalla rassegna senese

Santa Claus, anche noto come Babbo Natale, arriva una volta l’anno. Sangio Claus, alias Babbo Bonucci, sciama in quel lasso di tempo più volte per la Penisola con la sua vineria itinerante: un carrozzone trainato da tanti, robusti flaconi, quasi … continua »

La storia “dimenticata” del Brunello di Montalcino (parte 4). 1933, il primo boom di vendite del ‘900

La storia “dimenticata” del Brunello di Montalcino (parte 4). 1933, il primo boom di vendite del ‘900

Per giocare un po’ vi racconterò i “dieci giorni che sconvolsero il mondo” del Brunello, i dieci eventi che hanno fatto del nostro grande Sangiovese quello che è. E che nessuno ricorda. Forse perché tutti preferiscono le favole? Ecco la continua »

La storia “dimenticata” del Brunello di Montalcino (parte 1)

La storia “dimenticata” del Brunello di Montalcino (parte 1)

Per giocare un po’ vi racconterò i “dieci giorni che sconvolsero il mondo” del Brunello di Montalcino, i dieci eventi che hanno fatto del nostro grande sangiovese quello che è. E che nessuno ricorda… forse perché tutti preferiscono le favole? … continua »

Comunicati stampa che non avremmo mai voluto ricevere: Ravazzi (“Il vino biologico esiste davvero?”)

«Il vino biologico esiste davvero? Il nuovo Bio Logico Ravazzi, un vino fresco e giovane da bere in ogni occasione. San Casciano dei Bagni (SI) – Biologico si, biologico no… c’è chi è assolutamente a favore e chi è titubante … continua »

La cena dell’account manager: La Botte Piena a Montefollonico (SI)

Voi che i ristoranti li frequentate per sollazzo, ignorate l’esistenza di una categoria ben definita di avventori che nel vostro posto preferito ci arrivano in giacca, cravatta e valigetta. Lavoranti che usano l’auto senza essere agenti di commercio, che non … continua »

L’ennesima Brunellopoli spiegata in sette punti non troppo barbosi

Probabilmente lo sapete già: se dovete taroccare un vino è più redditizio farlo col Brunello e non col San Crispino. Siccome lo stesso pensiero l’hanno avuto i personaggi coinvolti nell’ennesima vicenda che mette in scena Guardia di Finanza, sequestri, scandali … continua »

I falsari del vino preferiscono il Brunello di Montalcino

30 mila bottiglie di vino etichettate come Brunello di Montalcino, Chianti e altri docg, ma false e di scarsa qualità, sono state sequestrate dai carabinieri di Siena. L’operazione è condotta dai Nas di Firenze, dai comandi territoriali dell’Arma e dall’Ispettorato … continua »

Addentrarsi nel caos nel Chianti Storico è praticamente un secondo mestiere

Qualche settimana fa una prestigiosa azienda del Chianti Classico ha proposto provocatoriamente l’abolizione del nome Chianti sulle bottiglie prodotte con l’attuale denominazione. Motivo: c’è troppa confusione tra vino Chianti e Chianti Classico; tale constatazione è condivisa da tutti i soci … continua »

La Fattoria Montecchio ha cambiato tutto per non cambiare nulla

La fortuna di un’azienda di affacciarsi sulla strada principale è quella di poter sviluppare un bel movimento con i turisti del vino, desiderosi di accedere con facilità in fattoria: Montecchio la si trova dopo pochi chilometri dall’uscita di San Donato, … continua »

Chianti Classico 1985 | I vini che non assaggerete mai più

“Stiamo assaggiando vini di un’altra epoca”. La cruda verità la racconta Martino Manetti di Montevertine a fine degustazione. Beh, in effetti è davvero un peccato veder cambiare così un terroir, visti i vini in batteria a “Chiantigiani 1985”, pranzo conviviale … continua »