piemonte

Non sta andando tutto benissimo, nelle Langhe. Di cemento, diserbo e altre storie

Non sta andando tutto benissimo, nelle Langhe. Di cemento, diserbo e altre storie

Paolo Casalis è architetto, autore, documentarista e scrittore e anche ciclista. Guida alle Langhe in bicicletta è il suo ultimo libro mentre Sulle strade dei vini. Un viaggio lungo le ciclabili dell’Alto Adige è il suo ultimo film. Ci ha continua »

Toso, l’autenticità radicata nella tradizione

Toso, l’autenticità radicata nella tradizione

La Valle del Belbo, in particolare il paese di Cossano Belbo, ospita la sede dell’Azienda Toso, là dove le colline delle Langhe cominciano a salire più in alto e il Moscato diventa il vitigno più amato e … continua »

Small town grignolino

Small town grignolino

“Quando cresci in una piccola città, pensi, nessuna celebrità è mai venuta da qui” (Lou Reed)

Vino scandalo, dispari, anarchico, difficile, individualista. Tutto vero e tutto falso. Forse il Grignolino desidera soltanto sfuggire ai luoghi comuni di cui è prigioniero. … continua »

La vigna, la vita e altre storie: intervista a Marco Beltramo

La vigna, la vita e altre storie: intervista a Marco Beltramo

Sfido i lettori – quelli più in erba dico, non gli esperti con la cartina sempre sottobraccio – a collegare il Monviso e contestualmente la sua zona pedemontana ad una bottiglia, ad un vitigno, ad una DOC. C’è del Nebbiolo, … continua »

14 buoni motivi per bere il Vermouth di Torino

14 buoni motivi per bere il Vermouth di Torino

Sono stato alla fiera del tartufo di Alba, nel secondo e forse ultimo weekend vista la quantità di DPCM via via più restrittivi che si susseguono quasi giornalmente.

Era la prima volta per me, e solo il giorno dopo ho … continua »

L’Apocalisse a Barolo? No. Almeno non ancora!

L’Apocalisse a Barolo? No. Almeno non ancora!

“Hanno espiantato le vigne antiche della Romanée-Conti italiana”. Il titolo farebbe venire in mente del clickbait, ma sono sul sito di Triple “A” , quindi lo escludo serenamente ed incuriosito dal titolo, apro e leggo.

Minchia, anche il sommario del … continua »

Piazza Duomo ad Alba, la magia di Enrico Crippa

Piazza Duomo ad Alba, la magia di Enrico Crippa

Cominciamo dalla leggerezza, di animo, dei sensi e della testa che si prova uscendo dal Piazza Duomo ad Alba. E poi ripensiamo a come siamo arrivati qui nella stagione magica del tartufo, quel momento in cui l’aria non sa solo … continua »

“È Rosso” Poderi Cellario, vino naturale del popolo. Eh?

“È Rosso” Poderi Cellario, vino naturale del popolo. Eh?

Non sarebbe possibile parlare del “È Rosso” dei Poderi Cellario senza pensare che dietro a questo vino rustico e popolare ci stia dietro, come a tutti gli altri, Fausto. Questa affermazione la estenderei, erga omnes, a tutti quei vini … continua »

Barolo Riserva Villero, da Vietti una verticale tra due epoche: 1985-2010

Barolo Riserva Villero, da Vietti una verticale tra due epoche: 1985-2010

Nella vasta famiglia dei cru di casa Vietti, Villero ha da sempre un posto speciale. Raramente è il vino preferito dagli appassionati hard core, restando comunque il portabandiera aziendale. Se non altro per la sua rarità (è prodotto in circa … continua »

Vietti e il Barolo del triennio 2014-2015-2016

Vietti e il Barolo del triennio 2014-2015-2016

Sembra quasi una scena ricreata ad arte, o il set di un film. Arrivare dopo un viaggio immersi nel bianco abbacinante della neve sulle vigne, la vista da La Morra, i lavoratori fuori dai filari a passeggiare per un atteso … continua »

Il problema di dare un nome alle uve e ai vini.  Il Piemonte nel Basso Medioevo ed altre indagini antiche

Il problema di dare un nome alle uve e ai vini. Il Piemonte nel Basso Medioevo ed altre indagini antiche

Uno dei maggiori problemi che impegna chi si occupa di storia in generale, e di storia vitivinicola in particolare, è la ricostruzione di una parte del passato attraverso la ricognizione dei nomi e del senso ad essi attribuito. Pochi chilometri … continua »

Cercare per tracce le origini e i luoghi del vino

Cercare per tracce le origini e i luoghi del vino

Ritengo sia utile, ai fini del rilevamento della percezione sociale in epoca medievale della qualità di un vino e del suo legame con il territorio e ai vitigni d’origine, per quanto nominalmente sempre variabili ed imprecisi, l’approccio utilizzato da Anna continua »