Comunicati stampa che non avremmo mai voluto ricevere: Tenuta Mara (e il suo Maramia)

di Alessandro Morichetti


MARAMIA, ARRIVA L’ANNATA 2013
Sarà presentata in questi giorni la nuova annata di Maramia, l’unico vino dell’azienda biodinamica Mara

Maramia nasce nei 7 ettari dell’azienda vitati esclusivamente a Sangiovese e coltivati secondo la buona pratica del biodinamico, con sovesci, tutela della biodiversità, operazioni esclusivamente manuali e musicoterapia in vigneto e in bottaia. La prima annata risale al 2010 e la 2013 conferma la lungimiranza delle scelte aziendali in materia di lavoro in vigna, severa selezione dei grappoli e vinificazione. Maramia si presenta infatti di colore rosso rubino brillante di ottima trasparenza e al naso rivela note di piccoli frutti di bosco, dal lampone alla mora, con sentori di vaniglia, radice di zenzero e un ricordo di anice stellato. In bocca è fragrante, delicato, leggermente mentolato, vibrante e aereo con un sorso appagante che induce al secondo bicchiere, perfetto in accompagnamento con carni bianche e selvatiche. “Semplicemente uno fra i migliori vini biodinamici del mondo” è il commento entusiasta di Luca Maroni (grassetto redazionale, ndr) nell’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2015.”

[Foto: Tenuta Mara, Vendemmia 2014]

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

3 Commenti

avatar

Enrico Zambon

circa 7 anni fa - Link

Ma la cantina chi l'ha progettata, Albert Hofmann o Willie Wonka?

Rispondi
avatar

Marco C

circa 7 anni fa - Link

Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi
avatar

carolaincats

circa 7 anni fa - Link

ma il buongusto?

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.