Buoni propositi di un bevitore che sta per affogare tra Barolo e Barbaresco

di Alessandro Morichetti

Ho le valigie pronte per il più figo tour nelle Langhe della storia umana e disumana. La terra del partigiano Johnny vede nascere alcuni tra i vini più entusiasmanti e caratteristici d’Italia e del mondo e il solo leggere la lista delle cantine che mi sono ripromesso di visitare è da mal di mare: G. B. Burlotto, Ferdinando Principiano, Ceretto, Giacomo Conterno, Produttori del Barbaresco, Giuseppe Cortese, Gaja, Cascina Roccalini, Rinaldi, Mascarello, Elio Grasso, Cavallotto, Cappellano, Schiavenza, Bruno Giacosa, Giacomo Fenocchio, Giovanni Manzone, Giovanni Rosso, Rizzi, Guido Porro, Sottimano, Castello di Verduno, Roagna. Dovrei avere due mesi ma non avrò nemmeno due settimane. Certo, potrei lanciare la moda delle visite in notturna ma poi qualche bravo vignaiolo di Langa farebbe delle mie ceneri concime per terreni poco vocati.

Ho fatto tutto quello che dovevo per partire con l’animo in pace. 1) Chiamare il mio guru di riferimento per avere una lista di produttori da visitare. Parto col sorriso ebete stampato in faccia ma l’importante è mascherare. 2) Procurarmi le cartine di Enogea. Date a Cesare quel che è di Cesare e ad Alessandro Masnaghetti le sue carte dei cru. Opera di grande rilievo, una mappatura che fa tanto Borgogna. Tutti i cru di Barolo e Barbaresco con estensione, altimetria, esposizione, vitigni coltivati, etichette prodotte e coordinate satellitari. Non è il Paradiso ma una provincia molto prossima. 3) Riempire il portafogli. Noi qui siamo gente con seri problemi di personalità e, quando si parte per zone di vino, il dovere morale è chiacchierare ma anche pensare che tornarsene a casa con la gola secca è da gonzi. E noi siamo professionisti nell’abbattere l’arsura.

Ultima chiamata. Se qualcuno passa in zona Alba, vediamo di incontrarci per scambiare due parole. Qualche vinello di compagnia dovremmo trovarlo.

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

35 Commenti

avatar

Nelle Nuvole

circa 8 anni fa - Link

FEDIFRAGO!!!! Ma tanto prima o poi passerai anche da queste parti, e allora ti ripiglio, oh sì che ti ripiglio :) Stai bene Moricchio (crasi fra Morichetti e Verdicchio), hai lavorato tanto e ti meriti un po' di godimento.

Rispondi
avatar

gianpaolo paglia

circa 8 anni fa - Link

lavorato? ah, ah, ah

Rispondi
avatar

carolina

circa 8 anni fa - Link

salutami paolo veglio e luca roagna, fa il bravo e prenota un tour anche da ste parti. ps: ma quando ci vai in langa? che io devo passare ad ovest e non vorrei incontrare brutta gente :)

Rispondi
avatar

rampavia

circa 8 anni fa - Link

Non trascurerei, come pausa rinfrescante, qualche ottimo Chardonnay che da quelle parti incominciano a produrre con buoni risultati da qualche anno. Cerea.

Rispondi
avatar

maurizio gily

circa 8 anni fa - Link

ti ricordo che sabato pomeriggio se non hai altri impegni a Neviglie coordino un convegno dal titolo "verso una viticoltura più verde" ci sono relazioni tecniche e testimonianze. in parte cose nuove e mai sentite. ore 16,30, chiesa dei battuti a Neviglie. La prossima volta che vieni in Piemonte ricordati anche del Monferrato. E del tortonese, e dei Nebbioli del Nord, e dell'Erbaluce...

Rispondi
avatar

Francesca ciancio

circa 8 anni fa - Link

Lo sai vero che hai appuntamento pure con me? Ci vediamo in Langa

Rispondi
avatar

Tyrser

circa 8 anni fa - Link

Fai il bravo e ricorda: in quelle zone due birrette le trovi, se ti sei stancato di spremute di frutta. :-)

Rispondi
avatar

rampavia

circa 8 anni fa - Link

Visti tutti gli inviti, i suggerimenti, gli aut aut di cui sopra, credo che l'autore del post incominci a considerare l'ipotesi di cambiare itinerario.

Rispondi
avatar

Franco Ziliani

circa 8 anni fa - Link

bene Alessandro, dall'elenco dei nomi dei produttori che ti riprometti di visitare (tutta gente giusta e nessun... "rinoceronte") vedo che hai tratto profitto dai suggerimenti baroleschi e barbareschiani che ti ho dato. Vai e salutami tanto l'amatissima terra di Langa e i grandi "missionari" del Nebbiolo che incontrerai... Che Bacco sia con te!

Rispondi
avatar

Vincenzo Geminiani

circa 8 anni fa - Link

"vedo che hai tratto profitto dai suggerimenti baroleschi e barbareschiani che ti ho dato"... e così abbiamo scoperto anche chi è il guru di riferimento di Morichetti!!!

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 8 anni fa - Link

morichetti, ti sfido ad andare qua... http://www.tenutecosta.it/it/tenute/show/id/3 così per vedere tutti i lati della medaglia...

Rispondi
avatar

Franco Ziliani

circa 8 anni fa - Link

Alessandro, ti consiglio di non sprecare il tuo tempo, lascia perdere...

Rispondi
avatar

Fabio

circa 8 anni fa - Link

sei il solito rude borish puah (-8)

Rispondi
avatar

EnzoPietrantonio

circa 8 anni fa - Link

Aruba?

Rispondi
avatar

Enrico Rivetto

circa 8 anni fa - Link

A breve imbottiglio il LANGHE NASCETTA 2010 "Matiré", potrebbe esserti utile per rinfrescarti, visto il caldo torrido... You are welcome!

Rispondi
avatar

zakk

circa 8 anni fa - Link

suggerirei, visto che passi da Schiavenza (superlativi) e da Guido Porro (bel Q/P) di proseguire scendendo verso valle e quindi di infilarti da Germano, così ti provi un alta langa brut come si deve e magari in anteprima il suo riesling Herzù. Per i rossi vai di lazzaritto.

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 8 anni fa - Link

Io avrei aggiunto Aldo Conterno, Altare, Vietti, Voerzio (ordine alfabetico), non mi sarei perso una cena con Marco (Parusso) a casa sua con la moglie che ti prepara la cena in cucina e lui che ti spiega le sue tecniche di "intermezzo" (quelle in cui adotta un sistema unico, tra la raccolta e la pressatura delle uve) .... La lista è eccellente ma mi sembra un po' un viaggio a senso univoco... peccato p.s. Buon divertimento comunque

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 8 anni fa - Link

che vuol dire "univoco"?

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 8 anni fa - Link

Mancano qusi tutti i nomi della nouvelle vague del barolo, i bottipiccolisti e compagnia bella. Se ti vuoi fare un'idea completa sarebbe meglio conoscerli un po' tutti...

Rispondi
avatar

Leonardo

circa 8 anni fa - Link

Il mio cuore sta dalla parte dei tradizionali, ma in effetti devo dire, ad onor del vero, che rimasi favorevolmente impressionato dai vini di Sandrone (anche se i prezzi sono altini) e da quelli di Chiara Boschis, in occasione di una delle mie periodiche visite ai produttori di Langa. Azelia dove lo mettiamo? Tradizionalisti o bottipiccolisti? In ogni caso mi piace molto anche questa azienda.

Rispondi
avatar

Armando Castagno

circa 8 anni fa - Link

"Nouvelle vague del Barolo" è, devo ammettere, un raffinato ossimoro. Se qualcuno cominciasse a fare lo Champagne con il Montepulciano non per questo penserei ad allargare un giro di visite in Champagne. :-)

Rispondi
avatar

Franco Ziliani

circa 8 anni fa - Link

grande Armando! Che Bacco e gli dei ti benedicano...

avatar

Francesco Fabbretti

circa 8 anni fa - Link

Armando sai bene di cosa parlo... mi spiace, per la stima che sai vera nei tuoi confronti, che una cultura langarola del tuo livello perda tempo nel motteggiare anzichè dare un contributo profondo... sarà il caldo. Evidentemente il senso del mio intervento non è stato colto: io non propendo per questo o quel produttore ma ritengo che una di gita in Langa possa esser molto più utile sostituendo un Elio Altare a molti dei nomi citati nella lista della spesa del buon Morichetti. Parlo proprio di Elio Altare in quanto i suoi prodotti non sono commercializzati nel mio negozio e quindi non posso esser tacciato di autopromozione... Se poi per te il valore del Suddetto, in termini tanto gustativi, quanto storici, potrebbe esse paragonato al massimo a quello di un produttore che utilizzasse Montepulciano per produrre Champagne...

avatar

Priapo

circa 8 anni fa - Link

To do io er contributo profondo... girati

avatar

Alessandro Morichetti

circa 8 anni fa - Link

Hey, evidentemente i miei pusher di Langa leggono Intravino: lunedì 11 luglio ore **.**, Elio Altare.

avatar

gionni1979

circa 8 anni fa - Link

Dalla lista manca poco.... D'acchito aggiungerei anche Vajra, Marchesi di Gresy e Castello di Neive.... Poi se anche Vietti e Massolino.... Ti invidio.... parecchio.... troppo.... Arghhh!!!! Buon viaggio!

Rispondi
avatar

EnotecaRomani

circa 8 anni fa - Link

ed Elio Altare no ??

Rispondi
avatar

Lupin

circa 8 anni fa - Link

Ti consiglio i nuovi emergenti Cascina Roccalini, Eugenio Bocchino , Simone Scaletta. buon viaggio

Rispondi
avatar

enrico

circa 8 anni fa - Link

cerca Olek Bondonio, in Barbaresco buon viaggio

Rispondi
avatar

Mauro Mattei

circa 8 anni fa - Link

Olek Bondonio? Intendi questo Olek Bondonio? http://www.intravino.com/assaggi/olek-bondonio-lanello-mancante-tra-angelo-gaja-e-lo-skateboard-di-tony-hawk/ :)

Rispondi
avatar

enrico

circa 8 anni fa - Link

sì, lui. Mi ero perso l'articolo, grazie. E' ancora "giovane" (oltre che estremamente simpatico) e quindi ha prezzi ancora abbordabili e soprattutto passione. E il suo vino semplicemente mi piace

Rispondi
avatar

simone

circa 8 anni fa - Link

Io una capatina la farei anche da Canonica e Accomasso. Dal primo perchè secondo me(che per la verita' ne capisco poco e punto :-) )il Paiagallo è un bel barolo,e dai secondi per il rapporto eta'/simpatia,davvero alto !

Rispondi
avatar

zakk

circa 8 anni fa - Link

quindi da accomasso sono vecchi e antipatici?

Rispondi
avatar

anonimo

circa 8 anni fa - Link

ma quanto guadagna moricchia per permettersi un giro nella barololand? a far di conto, nel caso acquistasse anche del vino in ogni cantina visitata, dovrebbe spendere 3000 euro o giù di li. finazieri indagate! abbiamo un evasore fiscale qui.

Rispondi
avatar

Martina D'Este

circa 8 anni fa - Link

Ufficialmente, ti invidio!!!:(

Rispondi

Commenta

Rispondi a gionni1979 or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.