pinot noir

Champagne a confronto a EinProsit Grado 2018 – Parte 2, Blanc de Noirs

Champagne a confronto a EinProsit Grado 2018 – Parte 2, Blanc de Noirs

Il pinot nero è da sempre anima, cuore e sostanza delle cuvée in Champagne, una regione storicamente rossa dove lo chardonnay è una divagazione recente in termini di poche decine di anni, se pensiamo alla storicità delle uve nere coltivate … continua »

8 pinot noir dell’Oregon scelti da André Compeyre, il sommelier di Aldo Sohm

8 pinot noir dell’Oregon scelti da André Compeyre, il sommelier di Aldo Sohm

Non capita tutti i giorni di sedersi al tavolo con persone del calibro di André Compeyre. Non capita tutti i giorni di alzarsi da quel tavolo con la consapevolezza di aver incontrato una persona speciale, oltre che un vero … continua »

Patagonia, il pinot noir della terra dei dinosauri

Patagonia, il pinot noir della terra dei dinosauri

Nella consapevolezza di non saper abbastanza riguardo alle infinite declinazioni dei pinot noir presenti nel globo, qualche mese fa mi sono chiesto se fosse stato possibile fare il giro del mondo attraverso una varietà. Così, preso dalla curiosità, ho deciso … continua »

Non aver paura della perfezione, tanto non la raggiungerai mai

Mentre mi accingo a scrivere il post delle migliori ovvietà supposte, cerco di far mente locale sul mio archivio di ricordi personale, tentando di dare una lettura a certe passioni che fino ad ora non sono riuscita a spiegarmi.

Qualche … continua »

10 tecniche infallibili per simulare competenza assaggiando Champagne

10 tecniche infallibili per simulare competenza assaggiando Champagne

Ho trascorso il weekend a Tarvisio per Ein Prosit, la migliore manifestazione enogastronomica dove non siete stati quest’anno (eravate lì? Non vi ho visto). Il calendario di appuntamenti – consultatelo con tardivo rammarico – era splendido, e in particolare mi … continua »

Lasciate ogni pesticida o voi ch’entrate: Alois Lageder e l’arte della Biodinamica

Vi è mai capitato di incontrare persone capaci di mutare lo scorrere del tempo? A me sì e precisamente a Magrè sulla Strada del Vino. Per carità, Alois Lageder non è uno stregone dai poteri sovrannaturali: semplicemente è in grado … continua »

L’unica valida alternativa alla Top 100 2011 di Wine Spectator è il gioco dei dadi

C’è stato un tempo in cui ho seguito lo spoglio dei vini della top 100 di Wine Spectator con più interesse epistemologico di quanto non ne avessi da piccolo per le trasmissioni televisive notturne di Umberto Smaila. Poi cresci, ti … continua »

Viaggio nella Champagne | Drappier: incanto, calore e cremosità dell’Aube

Quando si parla di liquer e di standardizzazione dello Champagne, probabilmente si ignora che alcune maison realizzano ogni anno liquer da ogni vitigno e lo invecchiano separatamente in modo da averne un centinaio da cui attingere per cesellare i propri … continua »

Maurice Philippart e gli Champagne buoni dopo 30 e più anni

La cosiddetta “rivoluzione dei Récoltant” in Champagne ha sortito numerosi effetti, per lo più virtuosi. Il più evidente è la presenza di numerosi nuovi nomi – che fino all’altro ieri conferivano uva alle grandi Maison – in mezzo ai quali … continua »

Sono in finale e quest’anno voglio proprio diventare Ambassadeur de Champagne

Quest’anno ho davvero dato il meglio per raggiungere le finali di Ambassadeur de Champagne 2011. Quello organizzato dal CIVC (Comité interprofessionnel du vin de Champagne) è un concorso atipico e molti vincitori delle passate edizioni vengono dalla Toscana … continua »

Scatti di Borgogna

Chi da anni scarpina durante  Les Grands Jours De Bourgogne giura, a memoria d’uomo, di non aver mai trovato un tempo così bello. Sei giorni su sette di sole e caldo in Borgogna a fine marzo è già un evento … continua »