Stasera ho invitato a cena Mosè, Gesù e Sigmund Freud e non so quali vini servire

di Antonio Tomacelli

A Michel Chapoutier devo il miglior Syrah della mia vita e uno dei post più controversi nella storia di questo blog. Personaggio controcorrente, négociant e produttore di vini spesso indimenticabili, coltiva, con la stessa disinvoltura, vigneti biodinamici in Francia e intelligenza ovunque. Ne ho le prove. Sentite cosa risponde alla “domanda banale dell’anno” del magazine The drink business:

TDB: Quali sono i suoi ideali invitati per una cena e che vini servirebbe loro?
MC: Inviterei sei personalità ebraiche che hanno cambiato la storia dell’umanità: Abramo (tutto è dio), Mosè (tutto è legge), Gesù (tutto è amore), Karl Marx (tutto è denaro), Sigmund Freud (tutto è sesso) e Albert Einstein (tutto è relativo). Da bere servirei un Bollinger del ’64, uno Chapoutier Ermitage de l’Oree Blanc 2011 e un Domaine de la Romanée-Conti Grands-Echezeaux 1999.

Fulminante, vero? Io ci avrei aggiunto Mick Jagger (tutto è rock) ma la cena è riservata ai soli ebrei e Mick, che io sappia, non è circonciso. Peccato. Il giochino degli invitati a cena ideali però è replicabile anche qui e scommetto che non ci metterete molto ad assemblare i vostri invitati ideali e una serie di vini fantastici. Le possibilità sono infinite: si va dalla cena Monti-Fornero-Passera (tutta una fregatura) nella quale servire aceto rigorosamente non balsamico, fino a… beh, provateci voi. Stay hungry, stay drunky!

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

25 Commenti

avatar

Tommaso Farina

circa 7 anni fa - Link

I miei invitati ideali sono Morichetti e Tomacelli.

Rispondi
avatar

Mauro Mattei

circa 7 anni fa - Link

cioè tutta fuffa? :D

Rispondi
avatar

MAurizio

circa 7 anni fa - Link

E cosa offriresti loro ? Tavernello ? :-D

Rispondi
avatar

GiacomoPevere

circa 7 anni fa - Link

Potresi invitare Mark Zuckerberg (tutto è social) lui si che è ebreo e il mondo, pure lui, un pò l'ha cambiato. Un cabernettone californiano ci stà?

Rispondi
avatar

suslov

circa 7 anni fa - Link

avete presente l'age des tenebres ? il film canadese di denys arcand ? il protagonista sogna tre grandi gnocche che vengono a trovarlo a casa ... ecco, inviterei proprio quelle tre e stapperei morey st denis, chambolle musigny, etna rosso, boca, barbaresco d'annata, tutti vini di velluto e odori ...

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 7 anni fa - Link

A cena può venire chi gli pare. Ma il vino lo devono servire alternativamente Tommaso Farina e Francesco Fabbretti. PS Monsiuer Chapoutier, vous etes immense, pas seulement pour vos vins mais aussi pour cette reponse.

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 7 anni fa - Link

scusa...perchè dovrei servire? io me metto a tavola a piedi pari... al massimo il vino lo porto e per non eccedere nè per passare per manina vado su un Domaine Prieure Roch Clos Gouillotte '06. Scherzi a parte che bello sarebbe avere a tavola Abramo, Mosè e Cristo (vi prego non fate battute sciocche su questa affermazione, se la cosa non è di vostro gradimento scegliete pure altri invitati...)

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 7 anni fa - Link

Ho scritto infatti "alternativamente". Lo scegli, lo servi e poi ti siedi per degustarlo, anzi proprio berlo. E intanto mi racconti qualcosa di intelligente, erudito, profondo. Poi tocca a Lord Farina. Il terzo convitato me lo tengo per me, il vino è Chambolle Musigny Les Amoureuses. Lascio a te la scelta dell'annata. PS Tomax se ci vuoi mettere un rockettaro giudeo che ne dici di Mr Zimmerman?

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 7 anni fa - Link

Per carità, sai che noia! Passerebbe tutta la sera a cantare "Wines they are a changin", du' palle. Meglio il caro, vecchio Lou Reed (tutto è droga): ci si diverte di più

Rispondi
avatar

splash

circa 7 anni fa - Link

Associare Einstein alla frase "tutto e' relativo" fa dubitare fortemente che Chapoutier coltivi "intelligenza ovunque".

Rispondi

Sebastiano CC

circa 7 anni fa - Link

Amen!

Rispondi
avatar

Ruggero Romani

circa 7 anni fa - Link

mi sembra che Karl Marx fosse un fan di chateau lafite...

Rispondi
avatar

Mr. R

circa 7 anni fa - Link

Dio è morto. Marx è morto. E anch'io non sto mica tanto bene....

Rispondi
avatar

Pietro Palma

circa 7 anni fa - Link

Di una cosa sono sicuro: a Gesù darei solo acqua, poi ci pensa lui a trasformarla nel vino che preferisce.

Rispondi
avatar

Remo Pàntano

circa 7 anni fa - Link

...peccato che Sua Santità sia più da birra che da sangue di vino, sennò, sentirei anche il suo parere, prima di decidere! ..prosit!

Rispondi
avatar

She-wolf likes this version

circa 7 anni fa - Link

Barney Panofsky. Mi basta lui. Non la versione Giammatti, proprio "the Original". Per la sua compagnia sarei disposta a pasteggiare a tutto Champagne, persino Dom Perignon.

Rispondi
avatar

suslov

circa 7 anni fa - Link

a questo punto inviterei miriam ...

Rispondi
avatar

Sir Panzy

circa 7 anni fa - Link

Vorrei invitare a cena nella mia umile magione miss Nelle Nuvole. Servirei solo supertuscan spacciandoli per i miei vini del cuore. Esclusivamente per farla arrabbiare. Mi eccita quando bacchetta i popoli ;) Si scherza, nè! ;)

Rispondi
avatar

Costanzo D'Angelo

circa 7 anni fa - Link

A Cena col Papa XY16° (quasi ultimo), con un bianco qualsiasi di Walter Massa, un Taurasi 2006 di Soccorso Romano e una bottiglia di Sanlorenzo come regalo personale. Però mi dovrà spiegare (avremo tempo) dove cavolo ha lasciato tutta la carità cristiana che con tenacia e fervore aveva recuperato alle coscienze Woijtyla... :-(

Rispondi
avatar

Toni Lercher

circa 7 anni fa - Link

Io inviterei Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi, Philppe Noiret e Michel Piccoli con Andrea Ferreol che serve mezza nuda il vino e Marco Ferreri come maestro di ceremonia. Come da buon Sudtirolese da me si bevono solo vini dell’Alto Adige: Spumante Excellor Rosato di Arunda, Gewürztraminer di Kobler, Sylvaner di Kuenhof, Pinot Grigio Sanct Valentin. Poi Santa Maddalena di Gojer, Vernatsch di Widmann, Blauburgunder di Gottardi, Lagrein Berger Gei di Niedrist e per finire Baronesse passito di Nalles e Moscato Rosa della Prima e Nuova. Buona grande abbuffata !

Rispondi
avatar

manilo

circa 7 anni fa - Link

In questo momento inviterei,chi mi ammazza le zanzare,me se stanno a succhià. Io inviterei Morichetti,Nelle Nuvole per il gentil sesso,Giannone,Mattei e tre produttori tassativa degustazione alla cieca il bello che loro non sanno che quei tre sono produttori,solo NN lo sà(faccio il bravo).

Rispondi
avatar

Eleutherius Grootjans

circa 7 anni fa - Link

Quanno ve pare. Per il servizio esigo Lionel Ricci.

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 7 anni fa - Link

Troppi ommini. Fai che i produttori siano -ici. I nomi te li suggerisco io sottobanco. Lionel Ricci ok, ma solo con la crestina sulla chioma.

Rispondi
avatar

Manilo

circa 7 anni fa - Link

Per me si può fare come ici il Rossese di Maccario le altre due ve le lascio,niente Titolo,per il servizio mejo Belen con farfalla.

Rispondi

Sebastiano CC

circa 7 anni fa - Link

Provo solo a immaginarmi la conversazione... A meno di un 'miracolo', praticamente nessuno capirebbe cosa dicono gli altri.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.