Caso Soldera: arrestato un ex dipendente

di Antonio Tomacelli

Ci sono inportanti novità nel caso Soldera. Sarebbe un ex dipendente, il romano Andrea Diggisi Di Gisi, il principale sospettato dell’atto vandalico,  colui che la notte del 3 dicembre scorso, ha materialmente versato nelle fogne 600 ettolitri di Brunello di Montalcino. All’origine del gesto una vendetta per il licenziamento dovuto a vecchi rancori con il proprietario della celebre cantina. Pare, infatti, che nell’assegnare un appartamento di pertinenza, Soldera gli abbia preferito un altro dipendente, scatenando la gelosia del Diggisi. L’arrestato era già noto alle forze dell’ordine in quanto condannato per reati contro il patrimonio. Nè mafia né vendette, dunque, ma solo il risentimento di un dipendente capace di distruggere in una notte un patrimonio di 7 milioni di euro.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

14 Commenti

avatar

Il Guardiano del Faro

circa 7 anni fa - Link

"...ma solo il risentimento di un dipendente capace di distruggere in una notte un patrimonio di 7 milioni di euro." Non sono d'accordo. Il valore sarà più o meno rimborsato attorno a quelle cifre se è vero che tutto quanto era assicurato. Il "patrimonio" perso è quello finito nelle fogne ancor prima di finire nelle bottiglie. Anche quelle annate che - leggo nel web - si pensava fossero già in bottiglia... quello si, quello non è un patrimonio rimborsabile.

Rispondi
avatar

Carlo

circa 7 anni fa - Link

Speriamo che una volta tanto i giudici italiani facciano il loro dovere e applichino una condanna proporzionata al danno (2 milioni di Euro!). Purtroppo ho poca, pochissima, fiducia nella Magistratura

Rispondi
avatar

Fabrizio Gallanti

circa 7 anni fa - Link

Se fosse vera la notizia, tutti gli autori che si erano lanciati in temi complottistici, saranno disposti a rivedere le loro posizioni? E se necessario a scusarsi con chi e' stato accusato di omerta'?

Rispondi
avatar

Francesca

circa 7 anni fa - Link

Il caso è chiuso. Venute meno tutte le terribili ipotesi è emersa la verità. Tra pochi giorni il colpevole sarà in libertà, saranno venuti meno tutti i motivi per tenerlo dentro e l'azienda rimarrà con il cerino in mano perchè nessuno la risarcirà mai per il danno causato da un dipendente infedele probabilmente nullatenente. Questa è la sicurezza per investire in Italia.

Rispondi
avatar

Antonio

circa 7 anni fa - Link

Da quanto si è letto sul web sembra che l'azienda fosse assicurata per cifre importanti...per cui....!

Rispondi
avatar

Burde

circa 7 anni fa - Link

Soldera è un broker assicurativo, non andrà in disgrazia Semmai interessante il comunicato del Consorzio che minaccia querele e atti legali contro chi ha parlato di mafia a Montalcino

Rispondi
avatar

Alessandro Bandini

circa 7 anni fa - Link

D'accordissimo Andrea, la frase, che credo sia del sindaco, suona male...

Rispondi
avatar

Pernacchione

circa 7 anni fa - Link

Veramente è stato lo stesso Soldera a definirlo un atto di mafia. Non vorranno mica querelarlo ;-)

Rispondi
avatar

Alessandro Bandini

circa 7 anni fa - Link

Per amore di veritá il cognome dell'arrestato è errato. Su winenews.it trovate quello esatto  Grazie. La prossima volta non essere timido, preferisco non accostarmi a certi lidi ;-). [ale]

Rispondi
avatar

Alessandro Bandini

circa 7 anni fa - Link

C'era anche sul Corriere, ma vuoi mettere?

Rispondi
avatar

Francesca

circa 7 anni fa - Link

Caro Burde, Soldera sarà anche un broker ma non credo che ci sia nessuna assicurazione disposta a pagare per l'imbecillità umana. Probabilmente Soldera dovrà rivalersi verso il suo ex-dipendente, con quale probabilità di riuscita non lo sò.

Rispondi
avatar

Silvana Biasutti

circa 7 anni fa - Link

Nel senso - Francesca - che quando io mi assicuro contro furti e atti vandalici, nel momento in cui arrestano i responsabili, l'assicurazione fa un passo indietro? Mi parrebbe un controsenso; semmai l'assicurazione si riavvale sul colpevole, o no?

Rispondi
avatar

Alessandro Bandini

circa 7 anni fa - Link

Giusto Silvana.

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 7 anni fa - Link

Le indagini sono state fatte presto e bene, dobbiamo davvero essere grati ai carabinieri e al magistrato. Grazie, avete fatto un gran lavoro. Il fatto capitato a Soldera è orrendo, da deprecarsi sempre e non può essere cancellato, ma il lavoro degli inquirenti ha dissipato tante preoccupazioni che, francamente, ci facevano dormire male. Ora andiamo avanti.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.