brunello di montalcino

Le Grandi Storie di Intravino: perché ho scelto queste 6, una per una

Le Grandi Storie di Intravino: perché ho scelto queste 6, una per una

Mancano poco più di due settimane alla partenza (17 aprile) e siamo già a 25 iscritti sui 30 posti disponibili, che è una ottima notizia. Finalmente abbiamo anche la locandina de Le Grandi Storie di Intravino 2019 edition e quando … continua »

Intravino presenta Le Grandi Storie: 6 serate pazzesche in Langa

Intravino presenta Le Grandi Storie: 6 serate pazzesche in Langa

La buona notizia di oggi è che, dopo il trionfo del Genova Wine Festival in tandem con la corazzata Papille Clandestine, Intravino torna in pista, di nuovo nelle Langhe, di nuovo all’Osteria dell’Unione e di nuovo con un ciclo di … continua »

Il Gattopardo a Montalcino: Biondi Santi Tenuta il Greppo 2013 e Riserva 2006 e 1995

Il Gattopardo a Montalcino: Biondi Santi Tenuta il Greppo 2013 e Riserva 2006 e 1995

Una porta blindata a custodire le vecchie riserve che deve essere aperta da due persone in contemporanea con schede che ricordano i codici di lancio degli ICBM, una scrivania con gli oggetti personali di Franco cristallizzati nel tempo, contenitori e … continua »

Anteprime Toscane: annata difficile per il Brunello di Montalcino 2014 ma le stelle brillano eccome

Anteprime Toscane: annata difficile per il Brunello di Montalcino 2014 ma le stelle brillano eccome

“Grace under pressure” ed “eleganza sotto esame” erano i claim con cui il consorzio del Brunello di Montalcino ha lanciato l’ultima annata in uscita nelle prossime settimane sul mercato. Annata difficile e impegnativa dove effettivamente il modello e il fine … continua »

È morto Gianfranco Soldera

È morto Gianfranco Soldera

Sembra il colpo di scena di un grande attore, morire quando il mondo guarda a Montalcino, quando i produttori presentano le ultime annate in commercio: Gianfranco Soldera se n’è andato da questa terra, riuscendo ancora una volta a stupire. È … continua »

Anteprime Toscane 2019: il Brunello Riserva 2013

Anteprime Toscane 2019: il Brunello Riserva 2013

Quando l’annata è stata bella, la Riserva viene spontanea. Figurarsi quando segue una 2014 non così convincente, a detta del consorzio, che gli ha assegnato meno stelle. Ma se è buona, cosa aspettarsi in più rispetto all’annata 2013? Alcuni elementi … continua »

I miti e le leggende dietro una bottiglia di vino da tremila euro

I miti e le leggende dietro una bottiglia di vino da tremila euro

Per parlare del mito nel vino vorrei partire da un dato oggettivo. Un Romanée Conti costa quattrocento volte di più di molti ottimi rossi toscani di basso prezzo, esattamente come la Lamborghini Veneno Roadster costa quattrocento volte di più di … continua »

Montalcino prima del Brunello

Montalcino prima del Brunello

In inglese si direbbe “thick as thieves”. Oppure “buddy-buddy”. O, se preferite, “hand in glove”, e qui già ci avviciniamo di più, per una parte del corpo e per un indumento, a quella locuzione italiana che è meno elegante e … continua »

Alessandro Mori e la prima verticale di Madonna delle Grazie

Alessandro Mori e la prima verticale di Madonna delle Grazie

Riceviamo, e molto volentieri pubblichiamo, questa interessante verticale, la prima mai fatta dei vini di Madonna delle Grazie. L’autrice è Clizia Zuin

Alessandro Mori è salito alla ribalta a inizio 2015 per aver vinto qualsiasi riconoscimento mondiale con il suo … continua »

Chianti in cinese diventa Shiandi. E il Brunello di Montalcino?

Chianti in cinese diventa Shiandi. E il Brunello di Montalcino?

La notizia clou di ieri è che il marchio Chianti docg, dopo lunghe sfacchinate burocratiche, è stato registrato in caratteri cinesi e verrà utilizzato per le etichette esportate in Cina. La traslitterazione fonetica – spiega l’Ansa – è molto … continua »

La vera storia di quando facemmo il Brunello di Montalcino a San Giovanni delle Contee

La vera storia di quando facemmo il Brunello di Montalcino a San Giovanni delle Contee

Eravamo seduti sulle sedie di plastica del circolino, quando Mario fece la domanda che innescò l’impensabile susseguirsi d’eventi che ci portò, nel breve volgere di qualche ora, a scappare da Montalcino con due furgoni carichi di bigonci d’uva.
Ad essere … continua »

Un’estate a Rostock bevendo vino rosso

Un’estate a Rostock bevendo vino rosso

Il mare è facile da amare perché è durata, riflessione e intimità. Non è instant, né social, resiste indifferente al paradossale, grottesco tentativo di urbanizzarlo e socializzarlo a mezzo di natanti borghi selvaggi sempre più gozzoviglianti e sovradimensionati, gonfi di … continua »