I Tre bicchieri 2015 Emilia Romagna e Umbria del Gambero Rosso

di Antonio Tomacelli

Emilia – Romagna
Lambrusco di Sorbara Radice 2013 Gianfranco Paltrinieri
Lambrusco di Sorbara Rimosso 2013 Cantina della Volta
Lambrusco di Sorbara Secco Omaggio a Gino Friedmann 2013 Cantina Sociale di Carpi e Sorbara
Lambrusco di Sorbara V. del Cristo 2013 Cavicchioli U. & Figli
Lambrusco di Sorbara Vecchia Modena Premium 2013 Chiarli 1860
Poggio Tura 2010 Vigne dei Boschi
Reggiano Lambrusco Concerto 2013 Ermete Medici & Figli
Sangiovese di Romagna I Probi di Papiano Ris. 2011 Villa Papiano
Sangiovese di Romagna Predappio di Predappio V. del Generale 2011 Fattoria Nicolucci
Sangiovese di Romagna San Vicinio Monte Sasso 2012 Braschi
Sangiovese di Romagna Sup. Pietramora Ris. 2011 Fattoria Zerbina
Sangiovese di Romagna V. 1922 Ris. 2011 Torre San Martino

Umbria
Cervaro della Sala 2012 Castello della Sala
Colle Ozio Grechetto 2012 Leonardo Bussoletti
Montefalco Sagrantino 2010 Perticaia
Montefalco Sagrantino 2009 Antonelli – San Marco
Montefalco Sagrantino 2010 Romanelli
Montefalco Sagrantino 25 Anni 2010 Arnaldo Caprai
Montefalco Sagrantino Campo alla Cerqua 2010 Giampaolo Tabarrini
Montefalco Sagrantino Collenottolo 2010 Tenuta Bellafonte
Montefalco Sagrantino Della Cima 2010 Villa Mongalli
Orvieto Cl. Sup. Luigi e Giovanna Villa Monticelli 2011 Barberani
Torgiano Rosso V. Monticchio Ris. 2009 Lungarotti

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

3 Commenti

avatar

Il Mago

circa 5 anni fa - Link

Chi pensa che il Lambrusco di Sorbara meriterebbe ormai, forse, la DOCG? Sarebbe così assurdo da proporre?

Rispondi
avatar

Luca Miraglia

circa 5 anni fa - Link

Non c'è niente da fare, il mondo del vino evolve, nuovi scenari si aprono quasi quotidianamente, ma alcuni nomi restano lì, immarcescibili, eterni nella loro "eccellenza" (?!), in un empireo di autoreferenzialità che li lascerà sul loro granitico piedistallo ancora per decenni. Diamoci appuntamento alla Guida 2025 e poi vedremo se parlo di fantascienza oppure è solo un modo per dire che "c'è del marcio ..." (cit.)

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 5 anni fa - Link

Ma dico io......ci sono 7 sagrantino sul podio ....e non va bene ? Non parliamo poi del Grechetto.....che fieni a pochi anni fa lo si vendeva solamente alle pompe di benzina format gallone.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.