Come raffreddare in pochi minuti il tuo vino, con acqua, ghiaccio, e un po’ di sale

di Fiorenzo Sartore

Quando arriverà l’estate potrà servirti questa cosa. E comunque in ogni giorno dell’anno può succederti il fattaccio: devi abbassare drasticamente la temperatura di servizio di un vino, e (giustamente) non lo tenevi in frigo. Che fare? Posto che, appunto, il vino (bianco, o spumante) NON va mantenuto stabilmente in frigo, sennò finisce per stressarsi, ecco il comodo how-to.

Basta immergere la bottiglia in un secchiello (in mancanza va bene pure una pentola) con ghiaccio, acqua, e sale fino, o grosso. Il sale velocizza lo scioglimento del ghiaccio e l’acqua diventerà così freddissima, abbassando allo stesso modo la temperatura della bottiglia assorbendone il calore, in meno di cinque minuti. Favoriamo il filmato.

YouTube è ricco di tutorial del genere, e il successivo ha anche la spiegazione più scientifica: si chiama reazione endotermica. I tecno geek usano la Coca Cola come esempio, però, tocca avere pazienza.

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

2 Commenti

avatar

Alessandro

circa 7 anni fa - Link

Metodo ancora migliore: avvolgi la bottiglia in udue o tre strati di carta da cucina, la bagni e la metti in freezer. Risultato garantito in pochissimi minuti!

Rispondi
avatar

Alberto

circa 7 anni fa - Link

Al corso di Sommelier a Roma (ex Ais) alle prime lezioni raccomandavano, come trucco, di tenere sempre in freezer una-due bottiglie di plastica riempite con acqua e abbondante sale. La soluzione salina non ghiaccia alla temperatura del freezer (-18), quindi all'occorrenza si ha un liquido a -18° da versare nella glacette in modo che inglobi completamente la superficie della bottiglia e in un batter d'occhio il vino è a temperatura di servizio!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.