Vernaccia Spritz? Si può fare. Al Vernaccia pool party 2010

di Andrea Gori

Andrea Balleri è campione del mondo barman, e attualmente in forza al lussuosissimo Grotta Giusti Natural Spa Resort di Monsummano Terme (Pt). A San Gimignano, grazie all’invito di Mattia Barzaghi, ha presentato alcune idee per cocktail che utilizzano la Vernaccia, lo storico vino bianco locale, suggerendo soluzioni diverse in base alla complessità del prodotto di partenza. Sul mercato esistono infatti varie versioni di Vernaccia, a seconda che si voglia privilegiare le note fresche e fruttate, oppure aspetti più complessi ed evoluti. Con una Vernaccia semplice ma ricca di note floreali, come quella di Agricoltori del Geografico Andrea propone la “Vernaccia Spritz”, dove all’ Aperol e alla soda si aggiunge la classica fetta d’arancia, da gustarsi in abbinamento alle pizzette guarnite sul bancone del bar.

Nel “Vernaccia Mojito” si sostituisce il Rhum con una Vernaccia Riserva importante, come quella di Panizzi (famosa per la sua longevità e capacità di esprimersi al meglio anche dopo anni di invecchiamento), da provare con le alette di pollo fritte spruzzate di paprika. Infine per una Vernaccia decisa, molto minerale e dal fruttato appagante come la Zeta di Mattia Barzaghi ecco la “Pepper” con fragole, lime, zucchero, foglie di menta e appunto una spruzzata di pepe in cima: ottimo cocktail da tutto pasto, particolarmente indicato su carni bianche arrosto e speziate.

Vernaccia Spritz
4 cl (Vernaccia di San Gimignano “base” Impronta Mattia Barzaghi)
4 cl Aperol
2 cl Soda Water
Guarnitura: Fetta d’Arancia

Vernaccia Mojito
1/2 Lime in Pezzi
5 Foglie di Menta
2 Cucchiai Zucchero di Canna
4 cl (Vernaccia di San Gimignano Cassandra Mattia Barzaghi)
Guarnitura: Gemma di Menta

Vernaccia Pepper
1/2 lime a pezzi,
2 fragole fresche,
3 foglie basilico
6 cl vernaccia Zeta Mattia Barzaghi
pepe on top

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

72 Commenti

avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

Che tristezza!!!!!!!

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 11 anni fa - Link

spiega cosa ti rattrista, salvaci. un po' di dettagli, dai.

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

ps bella pubblicità a Mattia Barzaghi... spero vi paghi almeno!

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

che il vino venga usato per cocktail e che si faccia pubblicità sempre al solito produttore di vernaccia magari... il link degli Agricoltori del Geografico per esempio non compare!

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 11 anni fa - Link

barzaghi e' linkato in quanto ospite della rassegna. l'uso del vino come base per cocktail e' stato sdoganato ai tempi di veronelli. coraggio. ovviamente barzaghi ci copre d'oro.

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

Fiorenzo sei simpatico come il mal di pancia in mezzo al mare... lascia che certa gente si stupisca dei cocktail con il vino no? tra l'altro considerato il costo di una vernaccia chissà cosa debba costare un cocktail. PS Ricorda che Veronelli fu il primo a farsi pagare per scrivere articoli! :-D

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

http://www.intravino.com/assaggi/la-piscina-degustazione-di-vernaccia-mattia-barzaghi/ ancora barzaghi... strano il mondo sembra esista solo lui a San Gimignano!

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 11 anni fa - Link

Francesco (o dovrei dire Francesca), stai raccogliendo le prove per inchiodarci alle nostre responsabilità? 'Azz, hai già scoperto che Mattia è un nostro carissimo amico, di questo passo scoprirai pure che è un pioniere della Vernaccia oltre che persona molto disponibile e aperta. Scava ancora, magari trovi le ricevute delle tangenti che ci passa mensilmente. P.s.: e meno male che i post si leggono aggratis!

Rispondi
avatar

Michelangelo

circa 11 anni fa - Link

Non riesco a capire cosa ci sia di male a pubblicizzare il vino o i vini di un amico,visto che sono di ottima fattura, non vedo il problema..... e poi il paragone Fede - Berlusconi è alquanto arduo.......

Rispondi
avatar

mattia barzaghi

circa 11 anni fa - Link

caro francesco. mi permeto di dire qualche cosa anche io. premesso che la giornata ancora una volta voleva avere il sapore di una festa e una domenica di relax. la prossima mi piacerebbe tu venissi cosi capiresti il senso e lo spirito di queste feste detto questo il Link del Geografico (e Panizzi) non appaiono in quanto i loro prodotti non erano ieri presenti;e neppure sapevano di questa iniziativa. la festa è stata organizzata solamente da noi. gli altri vini indicati da Andrea Gori sono un suo suggerimento di cui io non ne sapevo nulla. premessa l'amicizia e la stima, credo reciproca ,con intravino, trovo davvero eccessivo e gratuito, il tuo accusarmi di tangenti ( per affermare certe cose serve un minimo di prove). ti vorrei suggerire una luce diversa con cui analizzare la cosa. la festa di ieri l'ho pagata io,è una settimana che mi sbatto per organizzarla al meglio, i tavoli le sedie li ho spostati io stamani alle sette ho pulito io la piscina, torno a pranzo e leggo un post che non dice nulla di dove sia stata fatta la festa, di chi si sia fatto il mazzo per organizarla, ma leggo spritz con chianti geografico e mojito con riserva panizzi. secondo te può essere frutto di tangenti????!!!!!! nessuno chiede ringraziamenti per cercare di far comunque parlare di vernaccia, ma queste accuse gratuite davvero sono troppe. e vedere il nostro impegno strapazzato da te ed altri ed usato solo come pretesto per polemizzare o combattere personali guerre.....beh non mi sembra davvero corretto. in futuro se hai altri sospetti o quantaltro ti chiedo cortesemente di farlo direttamente davanti ad un bicchier divino da persone mature e civili, esponendoi le proprie tesi , ascoltando le repliche, e se possibile trovando punti in comune. muovere accuse senza poterle argomentare con fatti e nascondersi dietro a pseudonimi per poter evitare di assumersi anche le conseguenze di tali accuse lo trovo davvero infantile. ti chiedo solo più rispetto del lavoro altrui, bello o brutto che sia buono o cattivo, ma se fatto con impegno non merita mai tale superficialità. ripeto se sei convinto di ciò che dici scrivimi una mail al mio indirizzo e personalmente vedrò di darti tutte le spiegazioni che riterrai necessarie io la faccia la metto sempre gradirei tu facessi lo stesso. grazie

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

Mattia la superficialità non è nel tuo lavoro bensì in chi scrive questi blog-post chiamali come vuoi. Sembra il vino della cantina sociale usato come spritz... non ha un bell'effetto e poi, tutto sommato, se fosse necessario scrivere un post per ogni evento con il vino saremmo pieni di siti internet in cui si parla di feste ed eventi "privati"... tutto qui. Il rispetto va dato anche a chi il vino cerca di renderlo un prodotto serio, scrivendo e giustificando i prezzi di certi prodotti e invitando un pubblico neofita al bere "bene e consapevole" facendo passare il messaggio che lega il vino alla cultura ed alla storia (te lo vedi un traminer fatto a lecce oppure un nebbiolo piantato a Siena?!?!?) ... qui sembra solo si parli di vini per il gusto di far festa, bere a canna, aprire bottiglie da 20-30 euro in una piscina (manco fossimo ignoranti come gli sceicchi che ieri hanno pagato 300.000 euro per dello Champagne al locale di Briatore)... suvvia un po' di serietà altrimenti domani dovrò prendere in considerazione anche la recensione di un vino su TgCom

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

Francesco non è francesca... cmq sia dato che è un blog pubblico bisogna anche accettare le critiche no? Barzaghi un pioniere della Vernaccia? non sapevo che la vernaccia avesse preso il sopravvento solo nel 2000... cmq sia fate ciò che volete ma parlare bene di un vino solo perché é un caro amico è triste... peggio di Emilio Fede con Berlusconi

Rispondi
avatar

Mauro Mattei

circa 11 anni fa - Link

io più che su le considerazioni riguardo il nostro rapporto d'amicizia con Mattia Barzaghi mi soffermerei sugli osceni occhiali di Andrea Gori. Li si che ci sarebbe da discuterne a lungo :)

Rispondi
avatar

francesca ciancio

circa 11 anni fa - Link

quoto, stile campo da tennis anni 80

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 11 anni fa - Link

A dirla tutta, la UVEX è un mio sponsor personale e gli occhiali sono il pagamento in natura di una piccola consulenza

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Non avrò gli occhiali belli come il Gori, ma intanto ieri questo me lo sono sgargarozzato!! http://www.facebook.com/photo.php?pid=1443782&id=1388637453&comments=&alert=#!/photo.php?pid=1443782&id=1388637453&comments&alert&ref=notif&notif_t=photo_comment_tagged

Rispondi
avatar

Picchio

circa 11 anni fa - Link

Blog stile tgcom.... La rovina del Cino e di chi cerca di promuoverlo on. Modo sensato

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 11 anni fa - Link

siam tutti orecchie picchio ad ascoltare quali siano i modi sensati nel 2010 di vendere vino, anno che ha visto come consumo la birra sorpassare il vino nei ristoranti Italiani.

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

prova a chiederlo ad un certo De Conciliis... 250.000 bottiglie vendute l'anno senza problemi con prezzi che vanno da 10 a 50 euro! oppure ad un certo Miani i cuoi prezzi sono molto molto alti

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 11 anni fa - Link

vendere un merlot a 120 euro e 98 punti da Parker richiede altri metodi che non una vernaccia a 8,50, credo.

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

perché secondo te 8,50 euro sono poche per un neofita? tra l'altro da proprietario di un bar (padovano) ti posso assicurare che non serve il miglior sommelier o barman del mondo per fare quei cocktail!!!

avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

E secondo te con a disposizione Andrea Balleri, amico e gran professionista, i cocktails ce li facciamo fare da un qualunque barista padovano ? Con tutto il rispetto per la bravissima compagine brasiliana!!

avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

opps, padovana...ma quando si parla di campioni!!

avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Io mica l'ho capito il Paragone/Ragionamento tra Mattia e De Concilis...tra tutti i produttori che ci sono si va a prendere De Concilis...questo mi dice qualcosa!! ;-)

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

e che dovrebbe dirti? Possiamo citare anche la Foradori o tante altre aziende solo che il modo di comunicare dell'azienda nominata prima è efficace senza doversi sputtanare. Per il resto contenti voi contenti tutti!!!

avatar

Simonetta Doni

circa 11 anni fa - Link

ma insomma, quante polemiche, cercate di essere più rilassati e godetevi una bella vernaccia-spritz! Può essere che vi piaccia!

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

se un blog fa schifo penso di avere il diritto di dirlo!!!

Rispondi
avatar

Michelangelo

circa 11 anni fa - Link

Si ne hai facoltà....ma l'invidia è una brutta bestia!!!!!!!!!

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

nessuna invidia fidati

Rispondi
avatar

carolina

circa 11 anni fa - Link

a me se un blog mi fa schifo nemmeno lo leggo. poi se uso "schifo" per sostituire "invidia"... mi sembra che la coda di paglia prenda fuoco.

Rispondi
avatar

francesca ciancio

circa 11 anni fa - Link

basta non leggerlo e soprattutto non commentare

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

o non scrivere stronzate!

Rispondi
avatar

Michele Braganti

circa 11 anni fa - Link

mattia e' bravissimo e appassionato......e simone ancora di piu'.......ma se ogni tanto date spazio a qualche altro piccolo produttore di san gimignano non e' che fate peccato.......la castellaccia ad esempio fa una signora vernaccia ....e' biologica e sono anche loro un'azienda familiare......basta cercare......se...si vuole cercare..... saluti.

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 11 anni fa - Link

la Castellaccia la conosciamo benissimo (a cena siamo finiti a pizza bistecca e Castellaccia, appunto) però quando si organizzano questi eventi ci sono costi e risorse che non tutte le aziende hanno voglia o idea di sostenere!

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

bravo MIchele... come vedi la risposta è scritta sotto. "costi e risorse che non tutte le aziende hanno voglia o idea di sostenere!" quindi se il vino è buono qui non lo scrivono se non hai un certo tipo di portafogli o di piscina!!!

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 11 anni fa - Link

Francesco ormai è chiaro che sei un TROLL e come tale ci atteniamo all'unica regola certa in questi casi DON'T FEED THE TROLL

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

Andrea è chiaro che sei un Mona e come unica regola certa in questi casi "VA IN MONA"

Rispondi
avatar

Michelangelo

circa 11 anni fa - Link

Quì però urge una precisazione per i non veneti, la mona ha varie declinazioni, dipende dalla zona d'Italia in cui ci troviamo....può quindi essere fregna, passera, pucchiaccia,ecc.... in realtà non è una vera e propria offesa perchè quando qualcuno ti augura di andare in mona in realtà ti invia in uno dei posti più belli del mondo..... Cito Simone Morosi che cita Oscar Wilde: "Mai discutere con un idiota.Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza

avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

Bravo michelangelo... sagace

avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Anche secondo me, con quella frase Andrea dice tutto. Ci sono aziende che nonostante un bel "Portafoglio" non hanno voglia o idee. Voglia di lavorare 3 giorni quasi a diritto per far riusire bene un appuntamento, ed idee che si stacchino dal taglierino degli affettati.

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Bevuta ieri sera al "trovatore" (rist/Pizz) di San Gimignano. Hai ragione Michele, lavorano bene e tante volte li ho consigliati dove non lavoriamo noi!

Rispondi
avatar

Les Caves de Pyrene

circa 11 anni fa - Link

Premessa per evitare equivoci: vendo i vini di Barzaghi. Detto questo ci sono delle cose che non riesco a capire: 1- Sembra che in piscina si debbano bere solamente bevande analcoliche o vini di bassa qualità... Ma chi lo ha deciso? 2-Non capisco il commento sul costo dei cocktails fatti con la Vernaccia ( Francesco dice : tra l’altro considerato il costo di una vernaccia chissà cosa debba costare un cocktail. )... Costa di più una bottiglia di Zeta oppure una di Rhum medio? 3- Non sarà arrivato il momento di rendersi conto che il vino può e deve essere comunicato in maniera diversa? Per la mia piccola esperienza personale vedo che molte persone sono SPAVENTATE da un mondo del vino che spesso è troppo ingessato... Ed allora , a mio modo di vedere , ben vengano piscine , cocktails e quant'altro renda questo mondo meno snob. Scusate l'intromissione...

Rispondi
avatar

Les Caves de Pyrene

circa 11 anni fa - Link

Volevo scrivere : Rhum di medio livello...

Rispondi
avatar

Fabrizio pagliardi

circa 11 anni fa - Link

Il mio cocktail preferito e' tre quarti di champagne un quarto di barolo chinato top di gassosa e twist di buccia di arancia. Provatelo !!! L'unico locale in cui viene servito che io sappia e' casa mia. lo chiamo: 'Barolo chinato spritz royal'

Rispondi
avatar

frensi

circa 11 anni fa - Link

Servo aperitivi e credendo nelle capacità di Mattia Barzaghi, promuovo molto i suoi vini che comunque piacciono a questi giovani!! Piaciuto molto questo spritz vernaccia e domani proveremo con il mohito!!!! assurde tutte queste polemiche...questo non rovina certo l'immagine del vino e di chi vuol fare vino in maniera seria ..un'alternativa piacevole di un'estate....buon lavoro mattia buon lavoro cassandra

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

e serve fare del vino biodinamico per berlo con lo Spritz?

Rispondi
avatar

Les Caves de Pyrene

circa 11 anni fa - Link

1- Barzaghi non è biodinamico 2- Ma che domanda è? 3- Una mia curiosità: hai mai bevuto le sue Vernaccia?

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Ma serve soprattutto fare il vino biodinamico, se poi c'hai l'Aperol Biologico? E della soda chimica ne vogliamo parlare? Noi solo cocktail naturali, serviti al baretto di Fornovo!! PS: complimenti tirare fuori la Biodinamica qui, non è da tutti! Attendo ricetta per la vernaccia Steiner

Rispondi
avatar

Mauro Mattei

circa 11 anni fa - Link

io direi di spruzzare on top un po' di corno letame (energizzato non shakerato). che figata :D

Rispondi
avatar

carolina di lorenzo gatti

circa 11 anni fa - Link

ah ecco, mi pareva che non era ancora uscita la parola magica...

Rispondi
avatar

Andrea Pagliantini

circa 11 anni fa - Link

Il vino di Mattia Barzaghi è buono, ha passione e fa le cose con serietà cimentandosi anche in un Sangiovese che saprà far buono. Semmai c'è il rischio di una sovraesposizione usando questo tipo di modalità per farsi conoscere o per cavalcare l'onda delle buone cose che fa e dei risultati raggiunti. Altre aziende per rispondere ad Andrea Gori, di piccole dimensioni o anche di medie, magari decidono di puntare su singoli appuntamenti o fiere all'estero per farsi conoscere cercando di piazzare il vino che tra l'altro devono poter fare perchè chi segue le vigne, vinifica e va in giro spesso e volentieri è la stessa persona che deve venderlo. Serve anche parecchia abilità e un pizzico di culo per vendere il vino e soprattutto riscuoterlo di questi tempi, ma a volte basta avere la strategia di qualche appuntamento o fiera mirata per arrivare a questo senza dover per forza essere ovunque.

Rispondi
avatar

Picchio

circa 11 anni fa - Link

Barzaghi non é biodinamico? Avevo capito lo fosse tempo addietro

Rispondi
avatar

Les Caves de Pyrene

circa 11 anni fa - Link

Per quel che so io non lo è mai stato...

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 11 anni fa - Link

"i suoi vini che comunque piacciono a questi giovani!!" Ragazzi vi prego, continuate pure a darvele ma evitatemi di leggere di prodotti (in questo caso si trtta di vino) "che piacciono ai 'GGGiovani". Anche perchè ai giovani piacciono "aGGiBBè", Donnafugata (non un vino in particolare ma proprio lei), Falanghina (salvo fargli vedere quanto costa quella di Quintodecimo...), "Er Nero d'Avola" (chissenefrega di chi lo produce....)... insomma non mi pare una bella compagnia per il povero Barzaghi. p.s. ieri sera a un concerto di un amico sul tevere, seduti a fianco al mio tavolo c'erano tre ragazzi. La carta dei vini riportava: Vini Bianchi - Chardonnay, Pinot Grigio, Muller Thurgau (nè il produttore ne la zona di provenienza). La discussione era più o meno: 1 "che se pijamo?" 2 "Famo 'no sciardonè?" 3 "no, a me 'mme piace er Muller" (si vede che ne ha ammirato le giocate durante i mondiali appena conclusi n.d.a.) 2 "allora famo er Muller" 1 "Vabbè Famo er Muller" il suddetto Muller Thurgau ho scoperto essere un I.G.T. della Venezie e veniva venduto a 25 Euro.... ancora sicuri di voler posizionare i prodoti dell'evento in questo modo???

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Ora che c'è il Fabbretti, due parole serie sull'idea dell'utilizzo vino le facciamo ;-) Ho chiesto ad Andrea Balleri di creare delle proposte in quanto la sua esperienza come Barman e come Sommelier (ricordiamo: Vice italiano e campione toscano) era necessaria per inquadrare tutte le possibili sfaccettature al fine di non stravolgere completamente il prodotto, o di imitare le stesse caratteristiche dei vini di Mattia nei cocktails programmati. Chiaramente l' Aperol dello spritz imprigiona la vernaccia, tuttavia non pare eccessivamente stucchevole. Ottima l'idea di utilizzare Cassandra (Vernaccia Riserva con affinamento in legno piccolo) per preparare il Mojito. Andrea evita di inserire zucchero liquido in quanto "la dolcezza" di questo vino lo ben sostitisce; come da filmato si limita ad un mezzo cucchiaio di zucchero di canna. Pare strano ma il molti faticavano a ritrovare il classico Mojito da Bar, proprio per la limitata dolcezza, infatti all'assaggio era fresco ma tendente al secco. Invece direi che la Vernaccia Pepper è stato un piccolo miracolo, veramente buono ed inusuale. Il vino si ben prestava all'assemblaggio, ma a me piace giudicare il cocktais in se stesso, ed è stato veramente gustoso ed invitante. Due parole su l'interesse suscitato. Il pubblico in questione è stato di ottimo livello: 2 produttori Piemontesi, 1 Veneto, Caves de Pyrene, 2 Capiarea di un' importante distribuzione, ed una nota struttura alberghiera fiorentina. Sicuramente un risveglio di Interesse. Noi abbiamo voluto inserire Andrea Balleri ed i Cocktails per rendere maggiormente divertente il nostro usuale appuntamento estivo senza velleità di commercializzazione forzata; al massimo poteva divenire un simpatico drink di benvenuto per gli ospiti dell'agriturismo. Tuttavia da stamani la prima richiesta di far rivivere gli stessi cocktails durante una serata, in una struttura di buon livello..che si fà?

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 11 anni fa - Link

Non saprei Simone. Come tu sai per me il vino è una sorta di "relgione pagana" in cui esistono precetti incorruttibili che un qualsiasi pallosissimo sommelier potrà facilmente immaginare. Posso anche essere simpatico e frizzante ma il concetto rimane sempre quello del vino in sè ed in abbinamento senza commistioni con altre sostanze liquide. Detto questo non ho problemi a dire che un happening come quello che avete creato mi avrebbe molto divertito ma non mi avrebbe spinto a informarmi sul prodotto vino. sinceramente l'utilizzo di un eccellente Barman nobilita la creazione in se, non il punto di partenza ovvero la vernaccia. Aggiungo che tale esperimento potrebbe essere copiato con altri vini per cui forse, in chiave di posizionamento, avrei tentato percorsi diversi. p.s. Passata la ventata giovanilistica assaggerò queste vernacce e se, come spero, ne resterò entusiasta invierò alla redazione di intavinio un articolo dal titolo "come far passare per un giochino da GGGiovani un gran bel vino"

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Francesco, credo che tu abbia capito lo spirito della vicenda ed hai colto nel segno sulla chiave "posizionamento". La festa è stata tra amici che gia stra-conoscevano i vini, mai avremmo rischiato una presentazione dei vini partendo dai cocktails. La scelta Andrea Balleri ci ha dato la tranquillità di servire buoni cocktails, nonostante figli di sperimentazioni. E' divenuto anche un gioco di abbinamenti, il vernaccia pepper bevuto assieme ad una crema di basilico fredda rendeva bene. Finisco col dire che con tutti i cocktais bar in cui si beve da schifo, servire un buon prodotto ai clienti dell'agriturismo, mica sarà sbagliato! ;-)

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 11 anni fa - Link

Infatti. Resta il fatto che l'anno scorso si è parlato di qusti vini con la degustazione "piscinara" di Andrea, quest'anno con la miscelazione nobile. Insomma, paradossalmente, pur essendo Mattia un amico (senza allusioni) di Intravino non sono sicuro questa sia la miglior pubblicità gli si possa fare.

avatar

Fabrizio pagliardi

circa 11 anni fa - Link

Trovo che se non ci fosse stato il troll si sarebbe potuta aprire una discussione interessante sui cocktail a base di vino.... Io quelli dei video li proverò.

Rispondi
avatar

Francesco

circa 11 anni fa - Link

Troll sarai tu e fidati...

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 11 anni fa - Link

Fabrizio, tu hai un punto di Ristoro, magari verrò anche io a provarli da te, tanto per togliermi lo sfizio (anche se il barolo chinato di cui scrivevi mi intriga un po' di più). Ammetterai però che in chiave di posizionamento in enoteca non mi sembra l'idea più vincente

Rispondi
avatar

Edoardo

circa 11 anni fa - Link

...Nel bene o nel male, basta che se ne parli...

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Da fabrizio a bere quel "coso" champagne, barolo chinato, etc ci andiamo assieme, anche a me piace l'idea, e tu vorresti bertelo da solo! ;-)

Rispondi
avatar

Fabrizio pagliardi

circa 11 anni fa - Link

Ma Francesco F. Io non li servo da me, pero' mi divertono molto, nel privato. A partire dai classici francesi tipo kir royal, cocktail champagne, bombardier, ai piu' moderni come il mojito royal e lo spritz Barrique. Li trovo un modo simpatico per sdrammatizzare un mondo che si prende a volte troppo sul serio. Non avranno mai una vera diffusione perché si perde il principale vantaggio del fare un cocktail il ricarico...

Rispondi
avatar

carolina di lorenzo gatti

circa 11 anni fa - Link

io non sono amante dei cocktail, però quelli che ho assaggiato mi son piaciuti: lo spriz era un pelo dolce per me (io amo la roba strasecca e con poco aperol), il mojito l'ho bevuto ed apprezzato, il pepper ne avrei bevuti ettolitri perchè mi piace il pepe. come esperimento a me è piaciuto, poi l'idea di una festa tra amici,con piscina, musica e gioia generale non mi ha disgustata. io c'ho pensato che potrei fare una cosa così anche da noi in azienda, senza piscina, per vedere che effetto fa nella gente. sperimentare è segno di intelligenza, o no?

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 11 anni fa - Link

eh no, senza piscina e' proprio impossibile :D scherzi a parte. a me piace esattamente lo spirito sperimentalista legato alla cosa "vino/base per cocktail".

Rispondi
avatar

carolina di lorenzo gatti

circa 11 anni fa - Link

senti e se metto una tinozza stile tirolo? uno alla volta a mollo andiamo :)

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Con le stazze dei partecipanti previsti, preparane 20 di tinozze!! ;-)

Rispondi
avatar

wizardvswitch

circa 11 anni fa - Link

io lo spritz lo faccio con prosecco bepin de eto e campari. il resto è noia. (la vernaccia porella, che c'entra)

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

In effetti il miglior cocktails è risultato senza dubbio il " vernaccia pepper" ;-)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.