So you wanna be a rock ‘n’ roll star

di Antonio Tomacelli

katy_perry_500x500Se sei una rockstar devi per forza ubriacarti. Aiuta nel mestiere, dicono. Diventi leggenda a colpi di hotel sfasciati e risse notturne, mica sorseggiando il tè con le zie. E poi il rock, lo sappiamo, non è un pranzo di gala. Prima di Twitter te la cavavi con poco, una notte in cella e qualche foto segnaletica sul giornale della domenica. Oggi, maledizione, ci sono i socialcosi, e la sbornia della tua rockstar di riferimento la vivi in diretta. Con qualche controindicazione. Se ne è accorta Courtney Love, l’impagabile vedova dell’ex Nirvana Kurt Kobain, che inciucchita di vodka ha usato Twitter dal suo telefonino per sputtanare l’infanzia complicata di Britney Spears in 140 caratteri. Meno, molto meno, ci ha messo Britney a chiamare gli avvocati per risolvere la questione.

Alcol + social network sono un mix micidiale anche per la popstar Kate Perry, che al secondo bicchiere parte in quarta con i pettegolezzi e le frasi sconnesse online. Non vi dico la gioia dei suoi fan che attendono le tenebre per connettersi con le esuberanze di Kate, manco fosse la diretta degli MTV Award. Chettelodicoaffà, Kate è la gioia di mamma, papà e del manager suo, che trascorsa una certa ora le proibisce il telefonino per evitare casini e incontri imbarazzanti con i giudici.

Se un tempo l’alcol era il carburante indispensabile di ogni rockstar, l’epoca dei social network ha maledettamente complicato le cose. Non si sfasciano più le stanze d’albergo come una volta, signora mia.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

2 Commenti

avatar

fabrizio scarpato

circa 11 anni fa - Link

Tra l'altro queste rock star (rock? star?) di oggi sembrano bamboline indifese, pulitine: il fatto che bevano, tanto o poco, e che soprattutto non reggano (ma sarà vero?), somiglia molto a quanto molti ragazzini fanno ogni sabato sera nelle piazze, spesso per gioco, spesso per moda, così, persino inconsapevoli se qualcosa rode loro dentro. Queste cantanti, diciamolo, sanno cantare ben poco, sono rockers come mia nonna, non sanno fare granché, credo giungano al successo quasi senza saperlo, quasi senza saper fare niente: specchio dei tempi, basta apparire, possibilmente fintamente maledette, ma col trucco e la mise apposto. Ma ve la ricordate Janis Joplin?

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 11 anni fa - Link

oh non mi toccate la mia KAte con i suoi hotpants gialli! http://www.youtube.com/watch?v=RtCXxPI3vSY#t=30m15s

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.