Quella volta che ho distrutto 1 milione di dollari di vino

di Antonio Tomacelli

A chi non è mai successo nella vita di rompere una bottiglia di vino? Sapete com’è, no? Cocci rotti per la casa, vino rosso che macchia per sempre il parquet e quel profumo…dio che profumo che c’aveva quel barolo!

Consolatevi: c’è chi ha fatto peggio di voi. Un carrellista del porto di Sydney, in Australia, è riuscito a distruggere in colpo solo un container da 1 milione di dollari in Syrah australiano!

Per la precisione, 486 casse contenenti bottiglie da 200 dollari ciascuna, praticamente un terzo di tutta la produzione annuale della cantina Mollydooker Wine, dirette verso il mercato americano.

“Sembrava la scena di un crimine” hanno dichiarato gli operatori portuali “Era rosso dappertutto”.

“Ma il profumo era fenomenale!”, dicono pure.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

21 Commenti

avatar

Lucia La Gatta

circa 11 anni fa - Link

secondo me il carrellista ha cambiato continente...a nuoto

Rispondi
avatar

Francesco Annibali

circa 11 anni fa - Link

Enoteca di Manchester, 1995, una commessa si gira di fretta e rompe 2 mg di dompe 82 o 85, non ricordo. Lei color raboso, il titolare più sul syvaner di annata fredda. Il profumo non lo ricordo, invece

Rispondi
avatar

Daniele

circa 11 anni fa - Link

Delitto mancato! Estraggo la bottiglia di BDM Biondi Santi, Riserva, Greppo 2001...per sfoggiarla all'amico in visita alla cantinetta..la bottiglia scivola...e cade.. Rimbalza E non si rompe E poi non dite che non è il miglior Brunellista.. Daniele

Rispondi
avatar

Ivan Pasinato

circa 10 anni fa - Link

Non ti si è rotta? Incredibile!!!!

Rispondi
avatar

Angelo

circa 11 anni fa - Link

I numeri appaiono un po' eccessivi, ma a parte Sarah & Sparky chi piangerà sul vino versato? :-) Questo è il loro sito di costosissimi vini... http://www.mollydookerwines.com/mollydooker_wine_store?maxrows=200#wines Mah...

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 11 anni fa - Link

Casse da 12, ovviamente...

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 11 anni fa - Link

Confesso la mia ignoranza, ma non ho mai visto un sirah australiano a 200 dollari a boccia. Più facile a due. Grande pubblicità comunque, vero o falso che sia sono andati su tutti i giornali del mondo gratis; altro che miss passerina, questi sono i veri creativi!

Rispondi
avatar

Sara Montemaggi

circa 11 anni fa - Link

beh l'Hill of grace, shiraz eden valley, dice mio marito che non si trova a meno di 300 dollari. Idem per il Penfolds Grange bin 95. Ma ce sne sono altri, dice sempre il maritozzo. Dice dice ma mai che me ne comprasse uno. Spero che ci legga.

Rispondi
avatar

Anselmo

circa 10 anni fa - Link

Secondo me... "l'icidente" è stato preparato ad arte.. per motivi di marketing e di assicurazione... capisciamme'.. ;-)

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 11 anni fa - Link

Sono rimasto indietro. Grande pubblicità comunque, il vino glielo ripaga a prezzo pieno l'assicurazione e ora anche le capre come me sanno che quella ditta vende vini da prezzo. Tanto di cappello, da noi quando il tappo ci accoppa una partita abbassiamo il capo e stiamo zitti, loro ci hanno guadagnato tre volte!

Rispondi
avatar

Sara Montemaggi

circa 11 anni fa - Link

suvvia, non si perda d'animo, il suo brunello non glielo potrà copiare mai nessuno. si spera.

Rispondi
avatar

Fabio Italiano

circa 11 anni fa - Link

Mi dispiace parecchio per Sparky Marquis e consorte, ma sicuramente l'assicurazione pagherà i danni. Devo ammettere che ci sanno proprio fare gli australiani con le vendite. Non credo che in Italia ci siano produttori in grado di vendere ben 486 casse (da 12) di vino contenenti bottiglie da 200 dollari ciascuna. Ce lo possiamo solo sognare.

Rispondi
avatar

Angelo

circa 11 anni fa - Link

Sarò ripetitivo, Tomax mi scuserà, ma se il vino in questione è questo http://www.mollydookerwines.com/2010VelvetGlove-GiftBag - e dalla foto del post parrebbe di si - la notizia è bella che gonfiata! Una balla australiana tra le tante! Tra l'altro, solo nello scorcio che immortala la foto ce ne sono diverse di bottiglie integre, ergo... E poi, suvvia, 186 USdollarini e nemmeno una cassettina in legno? Messe lì così, miseramente in cartone riciclato? Naaaaa, noi italiani per molto meno, diciamo 59 euro, cartone, doppio cartone, astuccio, incarto, pellicola. Con tanto di brochurina similpelle e laccetto con madreperla...

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 11 anni fa - Link

Guarda bene la foto, si vedono le assicelle delle casse di legno in pezzi. I cartoni servivano solo a contenere le casse. Quanto al prezzo, informati: in rete oscilla tra 140 e i 200 dollari, a seconda delle offerte. Sul loro sito lo vendono a 185 dollari e se ti fai due conticini (calcolando la cassa da 12) i conti ritornano. P.s.: Bottiglie integre integre in questi casi non ne esistono. Avranno tutte l'etichetta macchiata comunque.

Rispondi
avatar

Angelo Di Costanzo

circa 10 anni fa - Link

Antò, io vedo quattro gocce di vino, le pareti del container linde, qualche cartoncino separatore (perfettamente asciutto) ad uso comune in box da sei o dodici bocce; e la parte alta del pallet piuttosto integra; non sono un esperto analista di immagini di scene del crimine, e nemmeno ho voglia di spaccare il capello in due, ma, per rendere la cosa di facile lettura, credo che 486 casse da 12 bottiglie che cascano - diciamo così - da quattro o cinque metri oltre che a fare un gran botto debbano, come minimo, fare pure tanta sangria... Per me rimane una bufala (la notizia), o quantomeno lavorata di parecchio.... al sifone :-) P.S.: concordo accoratamente con "anonimo"! Buone vacanze.

Rispondi
avatar

scettika blu

circa 10 anni fa - Link

Non ci credo manco un po'. L'articolo parla di lancio negli USA, prima cosa non ci credo manco un po' che un qualsiasi importatore si sia accordato per pagare quel prezzo a bottiglia, é probabilmente il prezzo finale o almeno quello pagato dal dettagliante per mettere il vino sugli scaffali. Quindi al Signor Sparky il vino sarebbe stato pagato molto meno. Secondo punto, anche se si sono rovinate le etichette, le bottiglie nella foto sembrano intatte. Sappiamo tutti che ri-etichettare delle bottiglie non é poi un costo drammatico. Terzo punto, se uno si chiama Sparky é possibile che gli vengano certe tentazioni. Ad onor del vero, certe strane cose non succedono solo agli antipodi, mi ricordo di qualcuno che improvvisamente annunciò la rottura di un paio di botti piene di vino pregiato e dopo qualche mese tirò fuori un IGT "una tantum" chiamato "Svoltone" o qualcosa del genere. Infine, peccato che il mio sia un commento tardivo, ma vorrei significare ad Anonimo che in una degustazione alla cieca uno Shiraz australiano risulterebbe molto vicino a certi vini italici che sono sicura lui apprezza (se non lui qualcuno che gli assomiglia molto).

Rispondi
avatar

enrico togni viticoltore di montagna

circa 10 anni fa - Link

la prossima volta al carrellista gliele fanno scaricare una a una, oppure per punizione verrà retrocesso nella scala gerarchica e ricomincerà dalla base: parafulmine!

Rispondi
avatar

Claudio Pistocchi

circa 10 anni fa - Link

Se c onosco abbastanza il mondo delle assicurazioni vedrete che prima di esser risarciti passerà tempo... e se gli va di lusso gli rifondono il valore di produzione... Fino a che paghi son gentilissimi, quando poi devi riscuotere le cose cambiano ;-) gli auguro di essere "molto" protetti da una buona polizza... Certo la pubblicità ha anche il suo valore.

Rispondi
avatar

EnotecaRomani

circa 10 anni fa - Link

sarebbe proprio interessante sapere che fine ha fatto il carrellista..ahah

Rispondi
avatar

anonimo

circa 10 anni fa - Link

tutta merda liquida australiana in meno in giro per il mondo propondo una medaglia al valore per l'eroe carrellista.

Rispondi
avatar

Niccolò Benvenuti

circa 10 anni fa - Link

Vabbè dai, poteva andare peggio.... pensa se avesse fatto fuori un carico di bottiglie di vino serio!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.