primitivo

Route 89 | Sulle tracce del nero di Troia e altre storie di confine

Il viaggiatore avveduto ed esperto sa che la Route 89 è un rettifilo di duemila chilometri che collega Great Falls a Flagstaff, dal Montana all’Arizona. È probabile che quest’ipotetico viaggiatore conosca anche la seconda Route 89: strada dal tracciato ardito … continua »

L’importanza di chiamarsi col nome giusto. Ovvero perché scegliamo un vino in base al nome. E tanti saluti al resto

Quanti indizi servono per fare una prova? Tempo fa chattavo con un amico sulle denominazioni di certi vini che, da sole, ne determinano l’appeal. Si diceva che un vino con un nome fighetto ha maggiori chance di piacere, così, in … continua »

Mai festeggiare un addio al celibato nell’enoteca dei tuoi amici

Prologo. O voi cantori improvvisati, troubadours dilettanti, insomma voi uomini – in questo contesto l’invocazione alle donne sarebbe fuori luogo – il cui archivio di viaggi, assaggi e sentimenti funge da fabbrica di nostalgie; voi che tuttavia mancate di contesti … continua »

Vigna Barbatto Chiaromonte | Come svuotare una bottiglia e vivere felici

Ritorno dopo un anno ad Acquaviva delle Fonti e quasi nulla è cambiato nella cantina di Nicola Chiaromonte. Il torchio è ancora lì e c’è qualche piccola cisterna in acciaio in più. “Assaggiamo qualcosa?” dice Nicola e mi rifila … continua »

Primitivi | Il più vecchio albero di vite sulla faccia della terra (maybe)

Ci sono giorni in cui ti senti bello definitivo e questo, credetemi, è uno di quei giorni. Sono quei giorni in cui non ne puoi più di chiacchiere-e-distintivo del tipo “il mio vigneto ha sessant’anni” oppure “il mio ne ha … continua »

Il Primitivo di Manduria. Per primo

In quanti modi si può amare la propria terra? Per chi è nato a sud di tutto, non basta attorcigliarsi come un viticcio ai fili che reggono la vigna. Questa terra vuole di più: reclama fatica, spirito di sacrificio e … continua »

WSJ | L’alcol nel vino è come il grasso nella carne

Più che una sterzata, è stato un vero e proprio testa-coda. Finita l’era della coppia un filino valium Gaiter & Brecher, il Wall Street Journal ha messo alla guida delle pagine del vino un terzetto da urlo, chè avere Jay … continua »

Il Dissapore-Day come l’abbiamo bevuto noi di Intravino (col bonus)

Al Dissapore-day di Roma si è bevuto e non solo mangiato. Fortuna che del network fa parte Intravino, sennò avremmo pasteggiato a pizza e acqua. Due le cantine (tutta Puglia!) che ci hanno offerto i vini, Soloperto di Manduria e … continua »

Sia maledetto il vino, sempre sia lodato

Maledetto sia il vino e chi l’ha inventato. Dico sul serio. Passi la vita a girare cantine, chiedi, t’informi, assaggi e quando credi di aver capito tutto (quasi tutto) basta un niente e ti crolla il mondo addosso. Spiego. Un … continua »

La settimana tra sacro e profano

1 – Il racconto di Lambruschi2 visto dagli occhi del produttore – Giovanni Masini di Cà de Noci – è una vera phigata.
2 – I giapponesi che fanno il bagno nel Beaujolais vi mettono sete o ripugnano? Guardate … continua »