Mandrakate: la classifica dei dieci peggiori wine influencer

Mandrakate: la classifica dei dieci peggiori wine influencer

di Redazione

Anche noi di Intravino abbiamo finalmente uno stagista da maltrattare: Jacopo Manni. Se il suo post vi piacerà lo libereremo dalle catene e gli daremo un 486 nuovo di pacca per scrivere.

Per dirla alla Gigi Proietti di “Febbre da Cavallo”(chapeau maestro): neghiamo forse noi di essere malati di mente del vino?

Chi è enostrippato come noi è un misto, è un cocktail, un frullato di roba, è un minorato, un incosciente, un regazzino, un dritto e un fregnone, un milionario pure se non c’ha una lira e uno che non c’ha una lira pure se è un milionario, un fanatico un credulone, un bugiardo e un pollo… ma alzi il calice chi di noi non vorrebbe guadagnare soldoni semplicemente bevendo e postando sui social!

Ho messo su una breve guida alle varie modalità e profili professionali per chi desidera intraprendere questa audace, baldanzosa e smargiassa carriera di Influencer, fate un po’ voi:

1. IL CHIANCHIERE o la chianchiera [N.d.R. chiedere a Beatrice Venezi o alla Crusca]
A Napoli il macellaio lo si chiama così perché esponeva la carne in bella vista su di una panca, o appunto “chianca”, sistemata direttamente su strada appena fuori la bottega. Mettere una bella bottiglia di vino tra petto, gambe,cosce e/o labbra è una strategia antica quindi… ma sempre vincente!

2. BCP
Al liceo negli anni ’90 una breve sigla accompagnava sovente i giudizi estetici: BCR, ovvero basta che respiri. Una filosofia di vita pragmatica e realista. Questa figura nei WI moderni si declina in…Basta Che Paghi. A produttor che sgancia non si guarda in bocca.

3. NANI E BALLERINE
Esistono nel marketing figure definite Micro Influencer. Questa tipologia di influencer nel vino è piuttosto attuale, diremmo quella più in voga. Professionisti della influenza che con 16(sedici) follower in tutto, tra cui la madre e le zie d’america, vanno a battere cassa a destra e manca senza remore.

4. IL MANDRAKE
Quello che risolve tutto e accontenta tutti, che con il suo sorriso smagliante e la sua parlantina impiccia e imbroglia al solo e unico scopo di salvare l’umanità e i destini delle aziende dal profondo rosso. Il genio al servizio dell’assurdo.

5. IL CAPISCIONE
Quello che conosce tutto e tutti, che ne sa su chiunque e la qualsiasi. La capiscioneria è una antica arte molto elitaria e tramandata da generazioni, un’arte capace di far fruttare qualsiasi contenuto e far schizzare le vendite fino al Rover Curiosity su Marte. Cari cantinieri date sempre retta, e mi raccomando bei soldoni, a chi ne sa saprà sempre più di tutti.

6. LO STRONZONE
L’accrescitivo è fondamentale, perché questa tipologia è ben diversa dal semplice pezzo di escremento. Questa è una tipologia non cattiva e infame. Lo stronzone è il pressapocchista, l’ignavo e l’indolente, ma che non lo ammetterà mai. Un vero professionista della castroneria.

7. L’AZZECCAGARBUGLI
Machiavelli prima e Manzoni poi, (M&M’s mica pizza e fichi), ce lo delineano in pieno. Solo chiacchiere e distintivo da sommelier in bella vista. Manzoni poi ce lo descrive come uomo di mezza età, asciutto, pelato e beone. Di piercing non ne parla.

8. ER POMATA
Pettinatissimo&Cotonatissimo che nemmeno Barbie o Ken. Si presenta in grande stile ma invece che charmant è più uno charmat. Conosce a memoria tutti i caval…ehm i vini immaginabili e si vanta dei suoi fasti, oramai tristemente trapassati, sfoderando ritagli di giornale e vecchie tristi gag.

9. IL SUPERGGGIOVANE
Il più figo del bigoncio, peccato abbia sbagliato la decade. Come diceva bene Elio, questi giovani vengono ibernati, ma poi quando vengono disibernati è troppo tardi e non sono più giovani. Ma nessuno ha il coraggio di dirglielo, e più che allegria è sciatalgia.

10. BOLLE
No non è Roberto che si è messo a fare il wine influencer. Mr o Miss Bolle è quello che ha la soluzione a tutti i mali del mondo, la panacea, il rimedio per tutti i piatti e tutte le situazioni, il chiodo fisso che è un refrain e uno stile di vita: ma una bella bollicina no??
Solitamente poi accompagna il tutto con un outfit sobrio e equilibrato tipo trapper di favela.

13 Commenti

avatar

Daniela

circa 1 mese fa - Link

😂😂😂

Rispondi
avatar

MP

circa 1 mese fa - Link

Rendi frizzante la cosa: link ad un paio di degni rappresentanti per categoria! Di chianchiere (plur. femm.) ne abbiamo a volontà alla portata di tutti. Inutile indugiare sulla categoria perché 'unica conseguenza è l'accusa di bigotto sessismo... Ma sulle altre, dai!

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 1 mese fa - Link

Io mi rendo frizzante da solo, il sono della categoria Superggiovane !!! SG

Rispondi
avatar

Jacopo Manni

circa 1 mese fa - Link

Sandro Giacobbe con la moto carrozzetta?😂💪

Rispondi
avatar

MP

circa 1 mese fa - Link

ahahah.... grande!

Rispondi
avatar

ilvinologista

circa 1 mese fa - Link

..Trapper di favela....ahahahahaha

Rispondi
avatar

bevo_eno

circa 1 mese fa - Link

ma se queste sono le categorie quindi tutti i tuoi nuovi colleghi appartengono alle sopracitate? cmq come già detto ci starebbero bene degli esempi

Rispondi
avatar

jacopo manni

circa 1 mese fa - Link

io sono uno stronzone per definizione...quello che dico, o meglio che scrivo, può anche essere preso col giusto peso. :) I nomi poi distruggerebbero l'intento ironico del post. Ho scritto una cosa leggera e spiritosa non un j'accuse.

Rispondi
avatar

Giacomo

circa 1 mese fa - Link

Quello che scrive sempre con grande pacatezza da B******, o interviene la legge Bacchelli o lo ritrovano in una stanza piena di merde di gatto, con appese alle pareti una foto che lo ritrae insieme all'oscar della fuffa e un'intervista alleruà rilasciatagli trent'anni fa.

Rispondi
avatar

hakluyt

circa 1 mese fa - Link

Ok, come da consiglio dell'autore prendiamo il post "col giusto peso". Leggero sì (forse troppo...), spiritoso per nulla. Quindi per me niente 486, al limite un C64 che potrebbe servire al ragazzo per migliorare...

Rispondi
avatar

Massimo

circa 1 mese fa - Link

Beviti un calice di vino (buono, però) e fattela una risata!

Rispondi
avatar

hakluyt

circa 1 mese fa - Link

Purtroppo il pezzo in questione una risata non la merita. Opinione mia, eh...

Rispondi
avatar

Zizza

circa 1 mese fa - Link

Dategli almeno un Pentium! Queste categorie vanno bene anche fuori dall'universo enogastronomico. Visto che l'autore già ci ha dato le categorie, sarebbe divertente se a fare i nomi fossero i lettori!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.