Anteprima esclusiva (solo i primi 5 classificati) del concorso di Gazza Golosa per il miglior panettone 2016

Anteprima esclusiva (solo i primi 5 classificati) del concorso di Gazza Golosa per il miglior panettone 2016

di Alessandro Morichetti

Da quando ho sostituito le finestrelle del calendario dell’avvento Avon che aprivo in età pre-adolescenziale con i panettoni da scartare ora che guardo gli anta il mondo non è stato più lo stesso e già a metà novembre inizio coi miei ordini privatissimi per imballare la cucina coi meglio lievitati d’Italia. Immancabili sono arrivate anche le classifiche dei panettoni e altrettanto immancabilmente le spulcio per scovare il meglio e farmelo recapitare immediatamente a casa.

Tra i tanti, il contest indetto da ormai quattro anni dalla Gazzetta dello Sport sub specie Gazza Golosa è uno dei più accreditati e per ben due anni di fila a vincere è stato il panettone di Vincenzo Tiri (succeduto ad Alfonso Pepe, vincitore della prima edizione). Ora chiedetemi cosa abbia già ordinato ma immaginate la risposta.

Rinnovata la formula 2016:

Abbiamo allargato la platea dei partecipanti coinvolgendo non solo gli artigiani che partecipano a Re Panettone Milano (nel weekend al MegaWatt), ma anche quelli dell’edizione di Napoli (il successivo fine settimana). Poi abbiamo modificato anche la formula, raddoppiando i giorni di assaggio. I migliori otto dell’anno scorso – Tiri, Pepe, De Riso, Vignola, Bonanomi, Clivati, Martesana, Nuovo Mondo (Paolo Sacchetti) – sono stati ammessi di diritto alla finale, che si terrà domani mattina, mercoledì 23, mentre gli altri 22 sono stati giudicati questa mattina portandone 9 in finale.

Escono invece domani i risultati del panel riunitosi ieri per l’edizione 2016 (tra i selezionati per la finalissima ben tre marchigiani:Posillipo di Gabicce e Guerrino di Fano più Roberto Cantolacqua della pasticceria Mimosa di Tolentino) e sono riuscito in esclusiva ad avere il nome dei primi cinque classificati. Non in ordine, ovviamente. Quello lo scoprirò con voi domattina sfogliando al bar la Gazza.

Quindi armatevi di carta e penna e fate il vostro gioco.

I primi cinque classificati, in ordine rigorosamente alfabetico, sono:

Guerrino – Fano (Pesaro Urbino)
Mimosa – Tolentino (Macerata)
Pepe – Salerno
Tiri – Acerenza (Potenza)
Vignola – Solofra (Avellino)

Due marchigiani tra i primi cinque (!), poi i due vincitori delle edizioni precedenti… Beh, io tifo Marche! Si accettano scommesse, vediamo chi ci piglia. (Ah, ovviamente lo scorso anno mi sono ingolfato anche di Mimosa, quindi se serve un giudice per il prossimo anno mi candido e porto da bere).

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

7 Commenti

avatar

William

circa 3 anni fa - Link

Tiri
Pepe
Mimosa
Vignola
Guerino

Rispondi
avatar

Vinocondiviso

circa 3 anni fa - Link

Ha vinto Tiri. E' un bluff, non lo so ovviamente, ma scommetto su di lui.

Rispondi
avatar

Sergio

circa 3 anni fa - Link

e che gli porti da bere col panettone? voglio solo nomi marchigiani però!

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 3 anni fa - Link

Per il panettone, come per tanta parte dei dolci, una buona acqua con gas (Nerea?) o al massimo un bel Moscato d'Asti freddo.

Rispondi
avatar

Renzo

circa 3 anni fa - Link

Vince Tiri.
Panettone strepitoso. Un passo avanti gli altri.

Rispondi
avatar

Vignadelmar

circa 3 anni fa - Link

Essendo fanese di nascita e di vita, fino ai 33 anni, ho sempre pensato di essere vissuto in provincia di Pesaro. Scopro solo ora di essermi sempre sbagliato..... .
Ma la cosa importante è un'altra: la pasticceria Guerino. E la massa di dolcissimi ricordi che si porta dietro. Adesso la sede è un po' fuori città ma prima era sul Corso (Matteotti) e io abitavo in Via Arco d'Augusto, a circa duecento metri e la tentazione era fortissima e ricorrente, specialmente per un bambino delle elementari. Facevano dei maritozzi con la pannada urlo e per comprarli rubacchiavo sui resti della spesa ogni volta che potevo.
Una domenica mattina mia madre va da Guerino a comprare le paste e la commessa, quando vede che mia madre non aveva chiesto almeno un maritozzo, le chiese come mai, visto che quasi tutti i giorni ne compravo almeno uno......
Fine di un segreto e fine del rubacchiamento dei soldini !!!!

. Quindi, se non altro per un amore mai interrotto con Guerino, quel panettone lo voglio!!!!
.
Ciao Corretto, grazie. E bel ricordo ;-).

Rispondi
avatar

Giulio Cantatore

circa 3 anni fa - Link

I panettoni di Tiri in arrivo da noi a breve.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.