Enoteche Piave, l’e-commerce del vino facile e conveniente

Enoteche Piave, l’e-commerce del vino facile e conveniente

di Intravino

Sono una persona che ama il contatto con gli oggetti. Quando entro in un’enoteca vado subito verso le bottiglie e inizio a toccarle. Mi piace accarezzare con le dita le superfici e so valutare un’etichetta sfiorando con i polpastrelli la carta. Distinguo una lussuosa ruvidità da una economica martellatura, le verniciate le scarto a priori. Mi piacciono le dorature e i fondi metallici in genere, ma senza eccedere. Le etichette con l’inchiostro a rilievo mi fanno impazzire e gli esperti di marketing dicono che una volta presa la bottiglia dallo scaffale è praticamente già acquistata.

Insomma, andare in enoteca mi piace ma c’è un “ma” grande come una casa: sono pigro.

Sono pigro di quella pigrizia che sconfina nell’accidia punibile con l’inferno o giù di lì, sono talmente casalingo che più volte ho sfidato la tappezzeria a chi rimaneva in casa per più tempo. E ho quasi sempre vinto.

La goduria tattile ha il suo perché ma vuoi mettere un ordine di vini lanciato dal divano di casa? Comodamente seduto col portatile sulle ginocchia mi collego al mio sito di e-commerce preferito Enoteche Piave e la mia carta di credito inizia a godere.

Il bello dell’ordine da poltrona? Hai sotto le mani e a portata di clic tutte le informazioni sul più sconosciuto dei vignaioli e, se poco poco frequenta i social, posso sapere anche se l’altra sera è andato in pizzeria invece di follare l’ultima annata. Ho tutte le notizie fondamentali sull’annata tipo se la zia del viticoltore fa gli occhi dolci all’enologo aziendale o tante altre informazioni che influenzano il risultato finale.

Che contenitori usa? Cemento, acciaio o pongo? La banca gli ha concesso il mutuo per ampliare la cantina o continuerà a vinificare in mezzo alle galline?

Non so voi ma io se spendo 30 euro per una bottiglia di vino voglio sapere anche il gruppo sanguigno dei lieviti e se sono indigeni o di Busto Arsizio. E tutto rimanendo seduto e collegato al sito Enoteche Piave.

Non è fantastico ordinare online? O siete ancora tra quelli che si fanno accalappiare da una bella etichetta?

Sponsor Post

7 Commenti

avatar

marcow

circa 2 mesi fa - Link

Quello che manca in questo articolo è che le INFORMAZIONI che il marketing sventola sul web vanno "VERIFICATE". Come fa(o dovrebbe fare) il buon giornalismo. Voi sapete che... ormai... anche il GIORNALISMO si esplica stando seduti dietro a un computer... proprio come il protagonista dell'articolo che compra il vino sul web... e non va più... in enoteca. ____ Il giornalismo d'INCHIESTA rischia di sparire.____ Come è quasi sparita la "figura"... che dovrebbe... "verificare le informazioni che il marketing del vino"... sventola... sul WEB.____ Parlo del CRITICO ENO-GASTRONOMICO._____ Molti non sanno chi sia. Qual è il suo compito. Come dovrebbe svolgere la sua attività di critico. Lo CONFONDONO con i Numerosi e Variegati COMUNICATORI che affollano il mondo del web.___ È diventato raro... proprio come i giornalisti d'inchiesta di cui parlavamo.____ Conclusione. Verificare le INFORMAZIONI del WEB(in tutti i settori, compreso quello eno-gastronomico) è diventata un'impresa sempre più difficile perché siamo immersi in un'oceano di informazioni(spesso spazzatura) che, invece di agevolare, può ostacolare la formazione corretta di un'opinione. ARIDATECE... i CRITICI... ENOGASTROMICI

Rispondi
avatar

marcow

circa 2 mesi fa - Link

siamo immersi in un - (’)- oceano di informazioni(spesso spazzatura) che, invece di agevolare, può ostacolare la formazione corretta di un’opinione. ARIDATECE… i CRITICI… ENOGASTROMICI

Rispondi
avatar

Marcovena

circa 2 mesi fa - Link

Ok...ma un codice sconto??

Rispondi
avatar

Rino

circa 2 mesi fa - Link

Ma è impressione mia o il sito è di una lentezza mostruosa?

Rispondi
avatar

Daniele

circa 2 mesi fa - Link

Imbarazzante sito di e-commerce, non c’è nemmeno scritta l’annata delle bottiglie in vendita!!!

Rispondi
avatar

Pierpa

circa 2 mesi fa - Link

Su questa enoteca si può trovare anche il celeberrimo Barbacarlo prodotto in EMILIA ROMAGNA! 🤦🏽‍♂️ Questo sito promette bene...

Rispondi
avatar

Alera

circa 2 mesi fa - Link

Pigri e comodamente seduti. Gireranno solo le scatole degli e-commerce. E a me verrà un culo gigante.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.