Vie del Vino

La schiava della memoria e quella che bevo ora

La schiava della memoria e quella che bevo ora

Scrivere della schiava è un pungolo che mi premeva da giorni, settimane, anni forse. Adesso ho trovato il tempo.

Ho così deciso di buttare giù qualche appunto su un amore malinconico, di quelli che si tengono nascosti, di cui forse … continua »

Quasi come una guerra

Quasi come una guerra

Tutti lo dicono: è come una guerra, questo maledetto virus. Ma la parola evoca in noi solo narrazioni leggendarie, o generazione fortunata!

I racconti dei nostri padri, bimbi o neppure nati a quel tempo, ancora non bastano a farcela comprendere. … continua »

Un grande futuro dietro dietro le spalle

Un grande futuro dietro dietro le spalle

Un mondo fa, quello finito a gennaio 2020, si facevano previsioni per l’anno in corso, e come sempre in questi casi, si guardava a quello che uno si era lasciato alle spalle. In questo mondo, quello iniziato due mesi fa, … continua »

Cartoline dal Sud Africa/3: ricerca e sperimentazione

Cartoline dal Sud Africa/3: ricerca e sperimentazione

L’Università di Stellenbosch in Sud Africa, insieme a quella di Davis in California e Montpellier in Francia, a livello mondiale, è tra quelle più all’avanguardia nel settore enologico. Trovo interessante far notare che il 30 aprile partirà un mini corso … continua »

Favole e vino: cosa beveva la Principessa sul pisello?

Favole e vino: cosa beveva la Principessa sul pisello?

Vivere il confinamento ai domiciliari con una creatura di meno di tre anni significa passare da un flashmob domestico e privato all’altro, praticamente h24.

Si passa con naturalezza dal trasformarsi in maestra, zombie, neonata, dal disegno al dottore, dalla cuoca … continua »

Jancis Robinson cambia idea: sì al vino nella plastica

Jancis Robinson cambia idea: sì al vino nella plastica

Nello scrivere questo pezzo faccio fatica a trovare un elemento che lo possa rendere rilevante in un contesto sociale come quello che stiamo vivendo. Francamente non c’è, ed è giusto che sia cosí perché le priorità sono altre. Ma dal … continua »

Tutto andrà bene. Tutto andrà bene. Tutto andrà bene

Tutto andrà bene. Tutto andrà bene. Tutto andrà bene

Tutto andrà bene. Tutto andrà bene. Tutto andrà bene.

Me lo ripeto allo stesso ritmo di quella canzone che ti forava il cervello, e non solo, nell’estate del 2003: Chihuahua (buccia di banana lo so).

E in tutto questo momento … continua »

A vin di bene, il vino per i bambini di suor Donatella

A vin di bene, il vino per i bambini di suor Donatella

Questa è una storia che racconta di una vigna lillipuziana racchiusa fra ringhiere, balconi e grigi cortili di un edificio cittadino, dell’aiuto inaspettato che i frutti di quella vigna possono portare a quasi 4.000 chilometri di distanza e di come … continua »

Assaggia responsabilmente. Promemoria per degustatori al tempo del coronavirus

Assaggia responsabilmente. Promemoria per degustatori al tempo del coronavirus

Non è più il tempo di sputare. Nè di organizzare alcun tipo di incontro o degustazione. La pensa così Gaetano Ricignolo, medico chirurgo internista a Firenze:  ci rimettiamo alle sue indicazioni e a quelle dei responsabili di sanità pubblica … continua »

Il mio vino: perfetto come una partita a scacchi

Il mio vino: perfetto come una partita a scacchi

Non ho mai giocato a scacchi, ma ho spesso giocato “con gli scacchi”. La differenza non è sottile come potrebbe sembrare.
Trovo questo gioco profondamente democratico, la fortuna non conta, a scacchi si parte ad armi pari e la partita … continua »

Barolo e bicchiere da osteria. Impressioni e riflessioni animate da un’amica scostumata

Barolo e bicchiere da osteria. Impressioni e riflessioni animate da un’amica scostumata

Sono nato quando il vino si versava in un bicchiere che normalmente era lo stesso dell’acqua, unico per ognuno sulla tavola apparecchiata. I bicchieri diversi erano per le feste e per le famiglie borghesi, che erano o erano state ricche, … continua »

Del Giudicar Veloce e Vacuo. Metacritica della Critica Gastronomica: la recensione

Del Giudicar Veloce e Vacuo. Metacritica della Critica Gastronomica: la recensione

Questo è il resoconto tardivo di una lettura reiterata. La reiterazione è la causa del ritardo: l’autore è in uscita con il successivo, mentre qui si racconta del libro precedente. Sono un pessimo recensore, mi prendo molto tempo. D’altra parte, … continua »