moscato d’asti

Ostriche e Champagne: contro la casta degli abbinamenti errati

Pensando alla vicenda der Batman, la prima cosa che mi viene in mente è che Bruce Wayne era un ricco filantropo, non un arricchito arruffone. La seconda, è che leggendo per l’ennesima volta di cene a base di ostriche e … continua »

I post più letti dell’anno 2011: una figata completa di colonna sonora

“Fare quello che voglio” è il miglior augurio di Buon 2012. Quest’anno sarà speciale perché mi sono addirittura divertito con cenone e dintorni (miracolo!): praticamente zero alcol, balli fino a notte, a nanna alle 7 e sveglia alle 10: perché … continua »

Bollicine di Natale | Prova d’assaggio: il Moscato d’Asti

Statene certi: se in Francia, o in qualsiasi altra nazione, avessero trovato il vino definitivo da abbinare al panettone e agli altri dolci a pasta lievitata, questo verrebbe prodotto in centinaia di milioni di bottiglie. La verità è che gli … continua »

Verticale | La rinascita di un terroir passa per il Moscato Vigna Vecchia Ca d’Gal

È la solita storia che affligge i vini di successo: per inseguire il boom di vendite banalizzi il prodotto, lo svendi e poi, per obbedire alle richieste del mercato, inizi a distruggere un paesaggio e dei vigneti che farebbero invidia … continua »

La qualità che unisce tutti i degustatori magnifici è solo ed esclusivamente una

Sono un giovane (degustatore), insomma voglio dire che dimostro meno degli anni che ho. Potere della cosmesi. Ad essere sinceri, conoscere e condividere sputacchiere con bravi assaggiatori della mia epoca è motivo di felicità. Che poi ne conosci di tutte … continua »

L’applicazione My Sommelier per iPhone tra luci e ombre

Presentata oggi una applicazione per iPhone che promette di abbinare il vino giusto alla cena che state cucinando, con tanto di approfondimento su alcune cantine. L’Aspi (Associazione Sommelier Professionisti Italiani, quella che fa parte dell’Asi) anticipa Ais e Bibenda … continua »

The next big thing in America si chiama Moscato

Che fine ha fatto il Brachetto d’Acqui? Massì dai, te lo ricordi, no, quello spumantino rosso dolcissimo che il cameriere della trattoria ti propinava a fine pasto, con il sussiego di chi sta per stappare un Krug? Erano gli anni … continua »

Questi sono i vini dal rapporto quantità/qualità migliore d’Italia

Amo i vini artigianali prodotti in piccola quantità, li trovo spesso teneri e fedeli al luogo. Non tutti sono buoni, chiaro. Però mi intrigano a prescindere, ecco. Oggi però mi sento pop e mainstream, cerco i grandi numeri. Meglio, ho … continua »

Il Moscato d’Asti invade l’America e noi siamo gonzi da competizione

Tollero chi beve Tavernello ma non chi sentenzia “te l’avevo detto”. Ma io l’avevo detto davvero. Il Moscato d’Asti è in assoluto uno dei grandi vini italiani da esportazione e neanche certi sottoprodotti da matrimonio riescono a intaccarne la genialità. … continua »

G.D. Vajra | Non solo Barolo

Uno dei vini più celebrati di Aldo e Milena Vaira non ha niente a che fare con la storia delle Langhe. Il loro bianco infatti, riesling in purezza, nasce quasi per sbaglio dopo aver acquistato un piccolo appezzamento dichiarato idoneo … continua »

Quale l’abbinamento peggiore mai sperimentato?

Tutta colpa della prima cena gurmé della mia vita. Lucio Pompili abbinò un calice di Muffato della Sala ai miei passatelli asciutti con fegato grasso e nulla fu più come prima. Delizioso. Risultato: oggi coi dolci mi spingo al massimo … continua »

La settimana delle confessioni pop

1Paolo Massobrio pensa che la guida ai vini dell’Espresso sia inutile. E loro sono tra quelli seri e preparati, pensate un pò voi (come siamo ridotti).
2 –  Della serie noi lo diciamo da un pezzo: “… continua »