Gabriele Gorelli MW, il primo Master of Wine italiano!

Gabriele Gorelli MW, il primo Master of Wine italiano!

di Jacopo Cossater

È di questa mattina la notizia che finalmente anche un italiano è entrato a far parte del prestigioso istituto dei Master of Wine.

The Institute of Masters of Wine has announced 10 new MWs.

Based in five countries, the new IMW members – including the first MW based in Italy – are James Doidge MW (UK), Gabriele Gorelli MW (Italy), Susan Lin MW (US), Moritz Nikolaus Lueke MW (Germany), Sophie Parker-Thomson MW (New Zealand), Álvaro Ribalta Millán MW (UK), Tze Sam MW (UK), Melissa Saunders MW (US), Kryss Speegle MW (US) and Clare Tooley MW (US).

There are now 418 MWs globally – 149 women and 269 men living or working in 32 countries. Since the first exam in 1953, 493 people have become an MW.

Gabriele Gorelli è nato e cresciuto a Montalcino. Nel 2004 ha fondato la Brookshaw & Gorelli, un’agenzia di comunicazione, riprese video e fotografia focalizzata sul mondo del vino. Nel 2015 ha fondato una società di consulenza per la vendita e per il marketing focalizzata sul mercato asiatico, KH Wines.

La tesi finale di Gabriele Gorelli, quella che conclude la lunga strada che porta al titolo di MW, è stata sulle precipitazioni della quercetina, un flavonoide appartenente al gruppo dei flavonoli, e sulle opzioni di chiarifica organica al fine di evitare che questo fenomeno si verifichi in bottiglia, nel Brunello di Montalcino.

Una novità che aspettavamo da tempo anche alla luce dei tanti italiani che proprio negli ultimi anni avevano intrapreso il lungo percorso che porta al titolo più ambito. Evviva!

 

Jacopo Cossater

Comunicazione digitale ed e-commerce, è tutta una questione di vino, di birra artigianale e di trail running. Vive in Umbria, a Perugia, ha un debole tanto per i Paesi del Mediterraneo quanto per quelli scandinavi ma non potrebbe mai fare a meno dei ritmi dell'Italia Centrale. Giornalista, su Intravino dal 2009.

10 Commenti

avatar

Nelle Nuvole

circa 4 mesi fa - Link

Sono contentissima, soprattutto per Gabriele Gorelli che si stramerita il titolo. Studiare da MW è impegnativo in termini di tempo e di soldi. Che questo ragazzo intelligente e per niente presuntuoso ci sia riuscito è straordinario, ma non sono stupita più di tanto, vuol dire che la costanza paga. Vuol dire anche che ora il ghiaccio è rotto e che altri MW italiani si aggiungeranno al primo. Infine, sono contenta per la comunità di Montalcino, di cui Gabriele fa parte per nascita e crescita, senza retorica e falsa modestia oggi mi compiaccio anche per questo piccolo mondo che non vive solo sulle glorie del passato , ma coltiva una nuova generazione vivace e perfettamente in grado di misurarsi con quello che è il mondo del vino nel Terzo Millennio.

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 4 mesi fa - Link

Notizia di portata storica, finalmente. Più tutto quel che hai detto

Rispondi
avatar

Emanuele

circa 4 mesi fa - Link

Copio, quoto e sottoscrivo. Molto contento!

Rispondi
avatar

Antonio Gerardi

circa 4 mesi fa - Link

Wow, complimenti a lui! In pochi mesi abbiamo colmato il vuoto che avevamo sia nel MS che nel MW, davvero un'ottima notizia!

Rispondi
avatar

Armando Castagno

circa 4 mesi fa - Link

Vivi, sinceri complimenti. Era l'ora.

Rispondi
avatar

Michele Carta

circa 4 mesi fa - Link

Complimenti, bellissima e incoraggiante notizia!

Rispondi
avatar

David Landini

circa 4 mesi fa - Link

super ! complimenti e .... cheers!

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...mi congratulo e compiaccio sinceramente!!!

Rispondi
avatar

Gurit

circa 4 mesi fa - Link

Complimenti e grazie perché un po' rappresenti tutti noi! Tra l'altro tesi con argomento di spessore! Solo chi capisce bene di viticoltura ed enologia può parlare con assoluta cognizione di un vino.

Rispondi
avatar

josè pellegrini

circa 4 mesi fa - Link

Consapevole della difficoltà di raggiungere il traguardo MV "faccio i complimenti a questo "vignaiuolo" e comunicatore del futuro. Bravo !

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.