Da oggi Ezio Rivella è l’ex presidente del Consorzio del Brunello di Montalcino

di Antonio Tomacelli

La notizia arriva dal sito Winenews (pdf), l’house organ di Montalcino, e fa un certo effetto: il cavalier Ezio RIvella si è dimesso dalla carica di presidente del Consorzio del Brunello di Montalcino. “Motivi strettamente personali – spiega il cavaliere – legati alle mie attività ed esigenze familiari, che non mi consentono più di svolgere l’incarico al meglio”. Rivella conserverà comunque il suo posto nel CdA. Il comunicato gronda soddisfazione per il lavoro svolto, l’armonia ritrovata del consorzio e i progetti di comunicazione avviati. Noi, che notoriamente siamo scettici, ci chiediamo: che film ha visto il Cavaliere?

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

20 Commenti

avatar

she-wolf movies maniac

circa 7 anni fa - Link

La caduta degli dei? Titanic? Indagine su un cittadino al di spora di ogni sospetto? Cadaveri eccellenti?

Rispondi
avatar

Silvana

circa 7 anni fa - Link

"Paradiso Amaro"?

Rispondi
avatar

Zakk

circa 7 anni fa - Link

Non ci interressa che film abbia visto, ma ci nteressa che il successore sia ersona di tutt'altre idee riguardo al brunello e al rosso di montalcino.

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 7 anni fa - Link

Strano...ma vero; Il Cavaliere e stato l'unico presidente che ho incontrato allo stand del ultimo Vinitaly del Consorzio gia alle 10 di Domenica mattina..... Gia Montalcino piange il suo passato.....

Rispondi
avatar

Armando Castagno

circa 7 anni fa - Link

Mi scusi, ma non comprendo: quali altri presidenti voleva incontrare nello stand del Consorzio Brunello?

Rispondi
avatar

Gianni Ruggiero

circa 7 anni fa - Link

Preziosi!

Rispondi
avatar

MAurizio

circa 7 anni fa - Link

Napolitano ? Silvio ?

Rispondi
avatar

ag

circa 7 anni fa - Link

Bonucci? Anzi, Bonucci for President!

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 7 anni fa - Link

Se ne va una persona che ha scritto un pezzo della lunga storia del Brunello. Sulle cose che ha fatto non credo che ci sarà mai una opinione univoca, ma che abbia cambiato Montalcino è indubbio. Ora che il suo tempo è finito è giusto ringraziarlo per le cose buone che ha fatto, e lasciar perdere le altre; qualunque argomento di scontro possa esserci stato, ormai ne parleremo con chi farà parte del nostro futuro e non con lui.

Rispondi
avatar

Tommaso Farina

circa 7 anni fa - Link

Parole di buonsenso, Stefano. Di mio, posso dire che Rivella mi piacque per come fece incazzare un po' di gente.

Rispondi
avatar

Ruggero Romani

circa 7 anni fa - Link

tra cui la maggioranza dei produttori di montalcino....non c'è che dire,veramente un presidente geniale...

Rispondi
avatar

Giovanni Solaroli

circa 7 anni fa - Link

E' noto che non sia stato eletto, ma piovuto li per regio decreto. Che brutta cosa la monarchia...

Rispondi
avatar

Rossano Ferrazzano

circa 7 anni fa - Link

A me interessa sapere cosa si dice a Montalcino, chi potrebbe succedere a Rivella. In un tempo di profondi e soprattutto rapidi cambiamenti come questo, lo schema classico dell'avvicendamento fra le due principali posizioni storicamente contrapposte è tutt'altro che scontato.

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 7 anni fa - Link

In questo momento cosa si dice a Montalcino ha una importanza relativa, a norma di Statuto il Consiglio in carica (che é quello che ha eletto il presidente ora dimissionario) nomina al suo interno un nuovo presidente. Che resta in carica insieme al Consiglio fino alla scadenza naturale, nel marzo dell'anno prossimo.

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 7 anni fa - Link

Per assecondare il calderone bollente di grandi interessi Brunello--Montalcinesi ci vuole un Super-Presidente.....ma questo rimane solo un sogno....ed anche il prossimo eletto finira per gettare la spugna Spero tanto che il Cavaliere Rivella adesso si occupi del Barolo...

Rispondi
avatar

Zakk

circa 7 anni fa - Link

Noooooooo!!! Che faccia di tutto, ma tenetelo lontano dal barolo

Rispondi
avatar

Francesco Amodeo

circa 7 anni fa - Link

Che bella notizia, stasera si festeggia con del Brunello.

Rispondi
avatar

Gionni Bonistalli

circa 7 anni fa - Link

Penso che sia un ottima notizia per chi ama il brunello e montalcino. Non discuto la persona, che non conosco personalmente, me secondo me sarà difficile fare peggio... speriamo soltanto che i produttori stavolta facciano una scelta diversa...

Rispondi
avatar

Remo Pàntano

circa 7 anni fa - Link

...è morto il rè, evviva il rè! Montalcino, così come Barolo e Barbaresco, sono sì delle belle località italiane ma rappresentano anche i baluardi della nostra enologia, teniamo alta la guardia e a portare i vessilli dei relativi organismi vitivinicoli speriamo di avere i migliori! Prosit! il gustologo

Rispondi
avatar

suyodhana

circa 7 anni fa - Link

Se Ezio Rivella avesse amato il BRUNELLO di MONTALCINO come ha amato se' stesso, il suo Ego ipertrofico, i dollari americani, oggi il BRUNELLO di MONTALCINO sarebbe ancora IL BRUNELLO di MONTALCINO, quello di una volta, quello con il retrogusto di liquirizia e di pietra focaia, che non si trova più (se qualcuno ne conosce un produttore me lo indichi, per favore)e NON un vino da supermercato ......... ma il buon Rivella aveva da far fruttare i dollari americani e non ha guardato in faccia nessuno ......... speriamo nel futuro, ... in fondo, Rivella non è Matusalemme .........

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.