Fenomenologia del campioncino. Ovvero: gestisci il blogger assetato del tuo vino (gratis, ovviamente)

di Fiorenzo Sartore

Davide Cocco è uno che la sa lunga. Solo un geniaccio situazionista del uebbe come lui poteva accrocchiare una roba divertente come Campioncini, un Tumblr che raccoglie le più bislacche richieste di sample gratuiti da parte di sedicenti (o verissimi, che è pure peggio) blogger, alla perenne ricerca di campioni da scroccare in allegria. In cambio della parola magica adorata da ogni azienda duepuntozzero: la visibilità. Il Tumblr è appena nato, ma mi auguro che cresca. I contributi, purtroppo, non sembrano destinati a diminuire.

Il cacciatore di campioncini si annuncia tipicamente con “Ho un blog (che oggi conta 1728 followers in continuo aumento) e sono alla ricerca di aziende interessate ad inviarmi i prodotti da testare in cambio di recensioni sul mio blog XXX”. E’ generoso, a modo suo: “Sarebbe per me un grande piacere ricevere un piccolo assortimento dei vostri prodotti in modo da poterli testare personalmente e consigliare ai miei lettori attraverso le ricette pubblicate sul blog”. Pieno di buona volontà, e geek: “Vorrei collaborare con la vostra Azienda e darei in cambio più visibilità ai vostri ottimi prodotti, come suddetto, sul mio Blog che pubblicizzo anche su Facebook, Twitter e g+1 di google”. E ha stima di sé: “Sono appassionata di cucina e invento sempre piatti facili e alla portata di tutti”.

Ci sarebbe solo un fatto detestabile: io detesto quanti dipingono i bloggaroli come una manica di scrocconi. Tranne quando lo faccio io, quindi adesso lasciatemi dire: signora mia, dove andremo a finire? Qui ormai tutti scrivono su tutto, tutti se la tirano da guru digitali, dammi un pacchetto di follower su Twitter e vedrai, ti aggiusto il fatturato. E’ forse il caso di avvisare le aziende duepuntozzero di cui sopra: non cascateci. Non sempre, perlomeno. Tuttavia, sospetto che se siete davvero duepuntozzero, in questi giochetti non ci cascate di già.

A meno che non sia io a chiedervi il campioncino, chiaro.
(Si scherza, eh? Quanto al signor Cocco, afferma di lavorare qui).

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

6 Commenti

avatar

Alessandra Biondi Bartolini

circa 7 anni fa - Link

Ma soprattutto che attendibilità ha un blog che parla bene di qualsiasi cosa gli venga mandata da assaggiare? Perchè dopo che me lo hai chiesto e che te l'ho mandato gratis in cambio di una recensione non credo che scriverai che ti ha fatto schifo no? E poi se sei disposto/a a consigliarlo in abbinamento alle mie ricette senza averlo nemmeno assaggiato che bisogno c'è che ti mandi un campioncino?

Rispondi
avatar

Le Vin Parfait

circa 7 anni fa - Link

Esiste anche il contrario, stando da un lato e dall'altro della barricata in tre Paesi diversi dove all'occorrenza scrivo o faccio PR , quindi se è bene schernire lo sprovveduto che avanza codeste richieste, dall'altro però vorrei la stessa veemenza verso coloro che tampinano (francese harceler) e pretendono che con una campionatura il tutto sia regolato... voglio dire, sapete quanta campionatura ho in cantina (ho due cantine )? sapete che il mio blog me lo autofinanzio e che per autofinanziarlo lavoro tante, tante, tante ore al giorno, ergo non ho il tempo di assaggiare cose giusto per? Credo che un blogger per passione non abbia il tempo di recensire prodotti così, senza neppure un contatto umano con chi questi prodotti li produce... ci sarebbero talmente tante cose da dire... I <3 Lebanon!

Rispondi
avatar

dva45

circa 7 anni fa - Link

Accipicchia, che vitaccia! Facciamo cosi, quando le tue due cantine sono piene e non ne puoi veramente piu', chiamami che vengo col furgonato a svuotarle...

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 7 anni fa - Link

Ovvia Fiorenzo, date da bere agli assetati ce lo predica ogni giorno Papa Francesco, e chi siamo noi per dire no? Pensa poi te il Vinitaly, se rifiutassimo il gotto a blogghisti, alpini e sgavazzatori a sbafo vari dovrebbe chiudere bottega; ci vai te a spiegarlo agli Onnipotenti che lo governano?

Rispondi
avatar

Paolo

circa 7 anni fa - Link

mi perdoni Stefano, ma Vinitaly non selezionava pochi, riveriti "foreign reputable bloggers" per tenere alto il tono della manifestazione? :)

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 7 anni fa - Link

Elementare, Watson.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.