Se 4 bottiglie di Prosecco per una di Champagne vi sembran poche

di Antonio Tomacelli

748196GIURO. Avrei preferito parlarvi dell’osmosi inversa o delle cariche polifenoliche. Invece mi tocca Paris Hilton. Lei e l’immane lavoro che svolge come promoter del Prosecco italiano in Gran Bretagna. Non fate quel sorriso di sufficienza: per ogni bottiglia di Champagne venduta nel Regno Unito se ne vendono quattro di Prosecco. Neanche il Cava spagnolo, tradizionale alternativa in tempi di crisi, tiene il ritmo delle bollicine italiane. Consumata quanto volete, ma l’immagine dell’ereditiera abbinata allo spumante funziona. Ve lo ricordate il Rich Prosecco? Lattina oro e due versioni fruttate, era distribuito da un’azienda austriaca sulla quale nessuno avrebbe scommesso un centesimo. Invece, non solo la lattina si vende che è una bellezza, ma ha pure spalancato le porte al fratello maggiore, il Prosecco in bottiglia. Come la mettiamo adesso, cari piccoli produttori che avete gridato allo scandalo ai tempi di Paris testimonial?

Lo so, pecunia non olet, soprattutto in tempi di crisi, ma un piccolo risarcimento morale alla guaglioncella viziata toccherà darlo, magari seguendo un bel corso di marketing in ginocchio sui ceci. E la prossima volta che la Coldiretti grida allo scandalo, ricordategli che coltivatori diretti della comunicazione si nasce.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

4 Commenti

avatar

Alessandro Morichetti

circa 10 anni fa - Link

Il clima festivo non aiuta la riflessione ma il tema è serio: quante volte il prodotto gramo-ma-ben-pubblicizzato aiuta davvero ad aprire mercati nuovi al prodotto buono-ma-non-pubblicizzato? Sarei curioso di sapere i numeri del Prosecco "serio" nel Regno Unito, per capire le proporzioni. Qui in terra di Verdicchio, ad esempio, la mitica anfora aiutò ad aprire un mercato, quello del supermarket però, e non so quanto sia davvero stata d'aiuto al Verdicchio - quello buono.

Rispondi
avatar

Luca Ferraro

circa 10 anni fa - Link

Ho sempre amato paris Hilton , fin dal suo primo filmino! :-D Luca

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 10 anni fa - Link

E' la mia donna ideale, fantastica!! Per lei berrei anche prosecco!!

Rispondi
avatar

gianpaolo

circa 10 anni fa - Link

questo serve anche a smontare un po' gli snob del vino, sempre ad arricciare il naso quando qualcosa di nuovo accade.

Rispondi

Commenta

Rispondi a Alessandro Morichetti or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.