L’angolo del benaltrista: indovinate cosa vieteranno nei film, dopo le sigarette

di Fiorenzo Sartore

A ribadire quanto annuncio nel titolo, questo post è stato scritto in un momento di profondo benaltrismo. Sarete forse al corrente della novità: il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin (la ministra non riesco a dirlo) intende vietare il fumo in una serie di ambiti per ora non ancora regolati: in automobile, sotto l’ombrellone, nei parchi pubblici. E nei film.

L’esibizione del vizio del fumo cinematografico, secondo il legislatore, induce al peccato. Io, che mi applico con passione anche a questo tipo di lussuria, non posso che appellarmi al benaltrismo. Immagino quindi che nei film vorranno vietare le scene di violenza, le sparatorie, la guida spericolata, e pure Willy il Coyote perennemente sbattuto in fondo al canyon dal perfido uccello un po’ mi turba.

Soprattutto, credo che questo atteggiamento educativo, ed in realtà proibizionista, finirà con il voler proibire, per coerenza, anche un altro comportamento deviante nei film. Sì, avete indovinato: bere alcolici.

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

3 Commenti

avatar

Tino

circa 4 anni fa - Link

Eh si. Piano piano, sempre di più, si procede ad eliminare l'autoresponsbilità. Stessa storia come le recensioni Tripadvisor non verificate.

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 4 anni fa - Link

Secondo me la Minestra probirà le lasagne belle grasse, quelle che trasudano sugo, e lo zampone. Il cotechino resterà provvisoriamente permesso, sub iudice.

Rispondi
avatar

Francesco

circa 4 anni fa - Link

poi elimineranno dalle biblioteche i libri scomodi o gli autori che bevevano o si drogavano....rimarrà però il libro di renzi

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.