Meglio il porno del vino: Savanna Samson torna sul set

Meglio il porno del vino: Savanna Samson torna sul set

di Andrea Gori

La notizia estiva del giorno è il grande caldo e la festa per il mezzo trionfo italico alle Olimpiadi ma per noi appassionati winelover la notizia davvero “hot” parrebbe un’altra. Apprendiamo oggi, con un paio di mesi di ritardo, che Natalie Oliveros, la 54 enne meglio nota come Savanna Samson e produttrice del Brunello di Montalcino La Fiorita (tra l’altro tra i migliori assaggi dell’ultimo Benvenuto Brunello) apre la sua pagina su OnlyFans! e annuncia urbi et orbi di voler tornare alla sua precedente attività ovvero la pornostar. A dire la verità il ritorno che ha sorpreso molti (qui un trailer NSFW in anteprima) è avvenuto a fine maggio scorso ma in Italia non c’è stato grande risalto per la notizia quindi ci pareva giusto tenervi aggiornati sulle peripezie della nostra eroina, decisamente più in forma che mai. Solo che adesso sembra che il vino non sia mai stato una scelta definitiva di vita ma solo un momento utile per mettere in pausa la sua vera carriera.

Certo ci sarebbe da riflettere che gli ultimi mesi devono essere stati un bello stravolgimento per tutti a qualsiasi livello visto che da una (ex?) fidanzata di un grande manager della finanza come Louis Camilleri e un  “porno never more” di novembre 2020 si è passati a “once a Vivid Girl, a Vivid girl forever” nel giro di poche settimane. Probabile segno che forse il vino su certi volumi non sia un grande investimento come si continua a pensare ovunque oppure semplice cambio di strategia di vendita? Di sicuro al prossimo Vinitaly (a maggio che tanto a ottobre pare certo l’annullamento) se ne parlerà eccome.

savanna samson

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

7 Commenti

avatar

Nelle Nuvole

circa 4 mesi fa - Link

"Di sicuro al prossimo Vinitaly se ne parlerà eccome". Se sarà così, sarà proprio triste.

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...interessante...

Rispondi
avatar

josè pellegrini

circa 4 mesi fa - Link

Povero vino...ci mancava anche questa!

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...beh ... immagino il fremito delle quote rosa nell'assaggiare al Vinitaly "Non solo magnum" versato di persona dal Nostro Rocco Nazionale ...

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 4 mesi fa - Link

La Luca perde il pelo…ma non il vizio 👍😀

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 4 mesi fa - Link

Lupa…😎

Rispondi
avatar

Vittorio Muccino

circa 3 mesi fa - Link

Per il tuo punto, lei produce vino eccellente. a chi importa cosa fa fuori dalla cantina? Le donne possono multitasking. Smettila con il tuo patriarcato maschile e smettila di far vergognare i lavoratori adulti. Dovremmo parlare di rifugiati afgani e bambini e anziani che muoiono di COVID. Vergognatevi.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.