malbec

La mestizia di un equipaggio al capolinea e poi questa delizia inattesa, Vega Sicilia Unico Gran Reserva 1968

Il senso del tempo irredento, mio caro Monsieur Henri, è l’ultimo movimento di questo traghetto nella foto. Lo conosco dal primo viaggio verso algori e amori del profondo Nord. Me lo ritrovo a Cadice, mestamente ancorato in un cantiere e … continua »

Domande che ci facciamo a ogni dimissione di Papa: che vini beviamo per festeggiare il nuovo Pontefice?

Dopo l’umile lavoratore nella vigna del Signore (cit.), è finalmente arrivato il momento del potatore Francesco, al secolo Jorge Mario Bergoglio. Dal nuovo Papa, infatti, tutti si aspettano un deciso taglio agli eccessi del “Vigneto Curia”, un prezioso cru finito … continua »

La storia del Capo di Stato è un racconto emozionante dell’Italia

Qui si intrecciano due storie: una storia parla di un vino, di chi lo produce e di un territorio, come si dice in questi casi, particolarmente vocato. L’altra storia racconta di una Villa, dell’Italia di piombo degli anni settanta e … continua »

Le liaisons dangereuses tra il vino e i film di genere

Commedia – Trebbiano
La singola prestazione può deludere enormemente e il movimento può non convincere per intere annate, ma cade sempre in piedi. Non esiste cinema senza la commedia. E non esiste compromesso davanti alla sala tra fidanzata in cerca … continua »

Il mito esagerato del giorno è Vega Sicilia Unico. E siccome pareva poco, 1970

Il millesimo è importante, considerato a tutt’oggi il migliore uscito, insieme al 1968. Vega Sicilia deve il suo nome alla famiglia Santa Cecilia, proprietaria in origine della collina su cui sono posizionati i vigneti. Sicilia infatti deriva da Cecilia e … continua »

Cercasi mamma italiana pratica di cucina. Telefonare Joe, ore pasti

DAILY MAIL. Il produttore di vino più noto della GB, Chapel Down, un anno fa si è recato con il suo staff in Mendoza Argentina per selezionare le uve di Malbec facendosele poi spedire in Europa a 5 giorni dalla … continua »