I numeri del vino non sono poi così noiosi come dicono

di Antonio Tomacelli

Classifiche: potete odiarle ma non ignorarle, specie quando sono intriganti come quelle pubblicate da Vinexpo, la grande fiera del vino francese. Le cifre sono attendibili quasi su tutto e il quasi si riferisce ai “maggiori produttori di vino”: quest’anno saremmo i primi, ma la Francia non ci sta e ha contestato duramente le cifre fornite dall’Unione Europea. Diverse le sorpresine: niente bollicine in Cina (ops) e il dubbio che i tedeschi siano diventati primi nella classifica a colpi di Prosecco.

Top 10 dei maggiori produttori di vino
Testa a testa tra Italia e Francia ma i francesi si incazzano(cit) molto più di noi quando perdono il primo posto. Entra in classifica alla grande la Cina che fa meglio di Cile, Sud Africa e Germania. Sono subito dietro l’Australia: l’avreste detto qualche mese fa?

La classifica: Francia, Italia, Spagna, Stati Uniti, Argentina, Australia, Cina, Cile, Sud Africa, Germania

Top 10 dei paesi con il maggiore consumo di vini fermi
Si, insomma, quelli che non frizzano e qui siete autorizzati a strabuzzare gli occhi: Italia fermamente prima, ma Francia dopo gli Stati Uniti. Il sorpasso è avvenuto nel 2009 e gli esperti prevedono che nel 2014 toccherà a noi.
La classifica: Italia, Stati Uniti, Francia, Germania, Regno Unito, Argentina, Cina, Spagna, Russia, Romania (!)

Top 10 dei paesi con il maggiore consumo di bollicine
La Germania guida la classifica ma dai tempo ai Cinesi di associare le bollicine al lusso e saranno sfracelli. Per ora, però, sono fuori classifica.
La classifica: Germania, Francia, Russia, Stati Uniti, Italia, Regno Unito, Spagna, Australia, Ucraina, Polonia (chi l’avrebbe detto)

Top 10 dei maggiori esportatori di vino:
Siamo i primi ma, ahimè, solo per i volumi esportati. In valore la Francia ci seppellisce grazie a tutti i borgogna venduti in Cina. Siamo, insomma, il “paese del Tavernello”
La classifica (in valore): Francia, Italia, Australia, Spagna, Cile, Stati Uniti, Germania, Argentina, Portogallo.

Top 10 dei maggiori esportatori di vino negli Stati Uniti:
È il mercato più appetitoso, inutile dirlo, e siamo i primi. Nonostante le voci di crisi l’Austriale se la gioca alla grande con previsioni di crescita ulteriore. In gran spolvero l’Argentina che ha scavalcato negli ultimi anni Germania e Spagna.
La classifica: Italia, Australia, Francia, Cile, Argentina, Spagna, Germania, Nuova Zelanda, Sud Africa, Portogallo.

Dopo tutte queste classifiche una domanda: quanto costa mediamente una bottiglia di vino “del mondo”? Triste a dirsi ma il 71,4 % non vale più di 5 dollari, il 21% si attesta tra i cinque e i dieci dollari e soltanto il 7,6% supera di slancio i 10 dollari a bottiglia.

(Fonte: Gray market report)

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

Durthu

circa 11 anni fa - Link

Io pensavo che i cinesi andassero matti per i Bordeaux...

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.