C’è chi si fa l’iPad 4, c’è chi si fa l’iSpritz. Indovinate cosa è toccato a noi

di Fiorenzo Sartore

Non si capisce bene chi ha cominciato prima: se gli uffici di PR con i loro comunicati funambolici, o noi bloggaroli che, non avendo niente di serio da fare, ce la ridiamo ad ogni proposta indecente che arriva nell’inbox. Sta di fatto che col Vinitaly imminente abbiamo deciso di smetterla di fare i pierini della situazione, anzi, cominceremo ad esaudire quella “preghiera di pubblicazione” che sta in coda a tanti messaggi. Non pubblichiamo tutto, state tranquilli, ma solo gli inviti che ci sollazzano di più. E che diamine, come dico sempre in questi casi: pure loro stanno lavorando, veniamoci incontro no? Per esempio, sentite un po’ questa:

“Gentile Florenzo, (sic)
Le scrivo perché mi piacerebbe invitarla a partecipare al blind tasting che stiamo organizzando presso il nostro stand in occasione di Vinitaly (pad. 4 stand D3): la degustazione vedrà a confronto iSpritz, il nostro spritz pronto da bere, con due prodotti concorrenti della stessa categoria, per apprezzare le caratteristiche tipiche di questo aperitivo ed individuare quello ideale. Con l’occasione sarò altresì lieta di presentarle i nostri vini e la limited edition di Pink, il nostro vino frizzante rosato, che in quei giorni verrà anche reinterpretato da barman professionisti”.

Ora ragazzi, non so voi, ma io ad una degu cieca di “spritz pronto da bere” ci andrei proprio. Non penserete che i blogger passino davvero tutto il Vinitaly tra verticali di Biondi Santi, orizzontali di Champagne e docce nel Sauternes: anche lo “spritz pronto da bere” ha il suo perché. Ho un unico dubbio: a differenza di quegli altri radical chic di Dissapore netuòrc, che son tutti macachi (cioè usano il Mac) io sono un po’ fuori dalle storie della mela morsicata. Quindi vi chiedo: risulta anche a voi che la casa di Cupertino salta addosso a tutti quelli che usano termini i-Qualchecosa? Non vorrei restare senza il mio iSpritz per colpa di una bieca azione giudiziaria da parte di Apple. Comunque sia, ci si vede lì. Accorri numeroso al blind tasting.

[Nel casi interessasse l’articolo, esiste davvero].

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

10 Commenti

avatar

esperio

circa 10 anni fa - Link

Io a una degustazione di spritzers non ci andrei affatto, anzi girerei al largo, diciamo, un miglio. Circola voce che un consumo eccessivo di quell'intruglio produca una lenta ma inesorabile sordita'. E' vero?

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 10 anni fa - Link

questa non l'avevo sentita (hem) ma tutto il resto lo sento benone quindi escluderei. dev'essere una roba simile alla cecità, qualora etc, etc.

Rispondi
avatar

esperio

circa 10 anni fa - Link

Ah, allora se dici cosi, mi viene il sospetto che la storia della sordita'e' una bufala. Ma Fiorenzo, scusami, se uno/a si trovasse nelle condizioni disperate di volere una spritzer, non sarebbe piu' facile economico, salutare e ragionevole mischiare un po del vino preferito con soda o acqua minerale che avvalersi di un prodotto industrialmente preparato e predeterminato?

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 10 anni fa - Link

la risposta e' dentro di te ;)

Rispondi
avatar

GiacomoPevere

circa 10 anni fa - Link

E peró è sbagliata!

avatar

Daniele Rigillo

circa 10 anni fa - Link

Credo di aver capito l'azienda veneta in questione: carine le bottiglie di Spritz e Rosè...entrambe con tappo a corona! Ops, avrei dovuto chiamarla cantina? Naaah!

Rispondi
avatar

Rosaria

circa 10 anni fa - Link

Ha ragione!.... Azienda. A breve assisteremo anche a verticali di prodotti come gli Spritz,.....

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 10 anni fa - Link

"vino bianco, mosto d'uva concentrato, acqua, aromi, coloranti"..... mannaggia sono in piena buriana pre-pasquale a Roma sennò col cavolo che me lo lasciavo sfuggire!!!

Rispondi
avatar

Pietro Caputo

circa 10 anni fa - Link

Da Padovano adottato ABOVVO lo Spritz pre-miscelato, ma una degu alla cieca la farei al volo, e pure se si inventassero di raffrontare prosecco brut vs extradry vs millesimato nell'intruglio rosso... purché rigorosamente Campari! Beh me lo mandate un invito? ;)

Rispondi
avatar

iSpritz

circa 10 anni fa - Link

Anche se di una degustazione alla cieca si tratta, forse chiamarlo "blind tasting" in un contesto come Vinitaly è stato "improprio" :) Il nostro intento resta comunque quello di creare un'occasione di confronto su 3 prodotti che si trovano sugli scaffali dei nostri supermercati... quindi non possiamo che rinnovare l'invito :)! ps: il nostro iSpritz è chiuso con il tappo a fungo :)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.