vini francesi

Storie acide: io col Beaujolais di Metras ho chiuso

Storie acide: io col Beaujolais di Metras ho chiuso

Yvonn Métras è una specie di guru del vino naturale, in Beaujolais. Tipo Lapierre e Foillard, per intenderci. Certo, essere un guru in Beaujolais non è come esserlo in Borgogna o in Champagne, comunque ha il suo peso.

Produce … continua »

Clos Vougeot 2002: con un grande vino non sei mai solo

Clos Vougeot 2002: con un grande vino non sei mai solo

E due! Daniel Barbagallo piazza un altro post sulla via dell’account di autore. Manca poco, ormai.

Il vino è il fulcro del mio piacere. Fosse per me berrei tutti i giorni, ma devo trattenermi. Sta di fatto che quando non … continua »

Rodano: guida breve ai migliori vini del mondo

Rodano: guida breve ai migliori vini del mondo

Già da qualche anno i vini del Rodano occupano un posto speciale nel mio cuore. Le migliori interpretazioni del Nord sono dotate di una carica sensuale pazzesca: scontrosi ed esuberanti in gioventù, col tempo subiscono una vera e propria continua »

Io, Barolo e l’Hermitage

Io, Barolo e l’Hermitage

Ho già scritto di Barolo.

No, non del vino.

Barolo è un cane.

Per la precisione, un carlino smilzo e scuro che proprio di razza purissima non dev’essere, e anche (o proprio) per questo mi suscita una gran simpatia. È … continua »

Vini naturali: due ruote in tour nel Sud della Francia

Vini naturali: due ruote in tour nel Sud della Francia

“Per conoscere l’enografia l’unico modo è viaggiare direttamente nei territori”.

In questo modo mi ha apostrofato un docente di enografia durante una bevuta.  Sulle prime sono rimasto un po’ interdetto ma la suggestione mi è sembrata interessante.

Così ho deciso … continua »

A tu per tu con Giancarlo Marino, tra vino, Borgogna e il suo nuovo libro

A tu per tu con Giancarlo Marino, tra vino, Borgogna e il suo nuovo libro

Ho conosciuto Giancarlo Marino quest’estate in un locale a Roma; una persona a modo, disponibile, con la quale avevo avuto qualche scambio di battute. Un’intensa carriera da avvocato penalista, ma conosciuto nel mondo del vino come un assoluto riferimento per … continua »

6 Champagne nella mezzina: le degustazioni al tempo del covid19

6 Champagne nella mezzina: le degustazioni al tempo del covid19

La mia prima degustazione on line. Impressioni e sensazioni.

L’occasione mi viene dal Bureau de Champagne Italia, che organizzava una edizione speciale della Académie du Champagne. Mi iscrivo. Inizio col botto.

Prima impressione: la consegna dei campioni. Organizzazione top, … continua »

Incontri con gli alieni: una verticale di Chateau Rayas

Incontri con gli alieni: una verticale di Chateau Rayas

La prima volta che ho assaggiato Chateau Rayas ho avuto una folgorazione. La sensazione che ho provato deve essere stata simile ad un incontro ravvicinato del quarto tipo.
No, non sono mai stato rapito dagli alieni, non so cosa si … continua »

La Borgogna di Vosne non delude mai

La Borgogna di Vosne non delude mai

“ Non ci sono vini ordinari a Vosne ” – dichiarava l’abate Claude Courtepée a metà del settecento.

Nonostante una reputazione così radicata,  la fama dei vini di Borgogna non ha mai raggiunto vette così alte come negli ultimi anni … continua »

Sono in fissa per lo chenin: otto vini per saperne di più

Sono in fissa per lo chenin: otto vini per saperne di più

Lo confesso: mi è partita la ruota per lo chenin. L’ennesima fissa, di quelle per cui, anche stavolta, gli amici non chiedono nemmeno, mi assecondano a prescindere, a patto che non rompa ulteriormente le palle. E dire che di obsession … continua »

Nuovi premier cru: il 2020 è l’anno del Pouilly-Fuissé

Nuovi premier cru: il 2020 è l’anno del Pouilly-Fuissé

In un periodo in cui Masnaghetti lavora su una delle più importanti denominazioni italiane lanciando un grande progetto virtuale sulle menzioni geografiche (Barolo MGA), la Francia del vino continua la sua opera di valorizzazione dei territori, aggiungendo un altro tassello … continua »

Chateau Petrus: Olivier Berrouet ci svela la ricetta per fare un grande vino

Chateau Petrus: Olivier Berrouet ci svela la ricetta per fare un grande vino

Olivier Berrouet è un grande enologo, giovane, simpatico, carismatico, molto alla mano e con idee chiare in testa. Dal 2008 è il direttore dell’azienda Chateau Petrus. I proprietari sono in parte di Bordeaux e in parte americani; da quando … continua »