Pinot nero

La Borgogna (economicamente) possibile in 4 vini

La Borgogna (economicamente) possibile in 4 vini

Da poco più di una decina di anni la Borgogna è diventata l’Eldorado del vino, diventando il sogno spesso proibito degli enofili. Chi come me, fin dalla notte dei tempi, nutre un amore smisurato per i vini della Côte d’Or, … continua »

Puntay e i PeakMoments, cosa significa alta qualità in Alto Adige

Puntay e i PeakMoments, cosa significa alta qualità in Alto Adige

La cantina Erste+Neue rilancia la propria immagine aziendale puntando tutto sulla montagna e sull’unicità del territorio e dei suoi prodotti. La parola chiave diventa #PEAKMOMENTS, in bella evidenza su tutte le nuove etichette assieme alle vette a cui si … continua »

Gioiellini dalla Côte de Beaune: domaine Clos du Moulin aux Moines

Gioiellini dalla Côte de Beaune: domaine Clos du Moulin aux Moines

Quando ti innamori di un luogo è difficile accettare la triste realtà di non poterci tornare per un po’. Nell’anno passato gli ultimi due tentativi di tornare in Borgogna sono rovinosamente falliti, le scorte liquide del viaggio di tre anni … continua »

Tenuta Mazzolino: il punto di incontro della Borgogna in Italia

Tenuta Mazzolino: il punto di incontro della Borgogna in Italia

Si può imparare di più in un’ora di assaggio di Oltrepo’ con le persone giuste che in decine di assaggi sparsi tra Champagne e Borgogna. Succede da Tenuta Mazzolino tra uno zoom e una serata di confronto con Kyriakos Kynigopouloscontinua »

Romano Ristorante, a Viareggio si cambia (quasi) tutto

Romano Ristorante, a Viareggio si cambia (quasi) tutto

Romano è il ristorante dove ti viene voglia di tornare anche più volte l’anno, il comfort stellato incarnato, la trattoria di pesce di famiglia dove ogni ingranaggio è oliato da decenni ma in cui tutto continua a scorrere e niente … continua »

Il pinot nero extra Borgogna: non è un romanzo noir 

Il pinot nero extra Borgogna: non è un romanzo noir 

Iconico, elegante, desiderato; c’è solo un vitigno che collima perfettamente con questi tre aggettivi: monsieur le pinot noir. È la varietà che dona struttura e complessità in champagne e spumanti, quello dalla pornografica sensualità nel Musigny; per Aubert De continua »

Il vino del Castello di Potentino nei luoghi di Boccaccio e Caravaggio

Il vino del Castello di Potentino nei luoghi di Boccaccio e Caravaggio

Non ci sarebbero particolari motivi di interesse nel coltivare grenache in Maremma sulle pendici del vecchio vulcano Amiata, figuriamoci a piantarci pinot nero. Forse al limite sangiovese visto che siamo ad un passo da Montalcino e in pieno Montecucco, ma … continua »

A un millimetro dalla perfezione: Winston Churchill 2009 Pol Roger

A un millimetro dalla perfezione: Winston Churchill 2009 Pol Roger

Il “Sir” più amato degli Champagne, divenuto ormai icona mondiale e acquisto imprescindibile dopo anni di inspiegabile gavetta all’ombra di cuvée de prestige più comuni e note, giunge sul mercato in ordine cronologico rispettando l’andamento del millesimo in parziale controtendenza … continua »

Gran Bretagna: il futuro del Prosecco è rosè ma dobbiamo aspettare il 2021

Gran Bretagna: il futuro del Prosecco è rosè ma dobbiamo aspettare il 2021

La notizia della nascita legislativa del Prosecco DOC Rosé é stata accolta con grande entusiasmo dal consumatore britannico che si prepara ad acquistarlo nel 2021. Ora che gli ultimi passaggi burocratici hanno dato il verde all’uso del vitigno glera e … continua »

Bellavista “Vittorio Moretti” Franciacorta Riserva 2013: elettrico decadente

Bellavista “Vittorio Moretti” Franciacorta Riserva 2013: elettrico decadente

In un momento di tante “prime volte” non poteva mancare il primo lancio esclusivamente online di una delle cuvée più prestigiose e discusse di Franciacorta, ovvero, l’ammiraglia di Bellavista Vittorio Moretti” che nasce nel 1984 pochi anni dopo … continua »

Eccopinò 2019, un Salone del vino d’altri tempi

Eccopinò 2019, un Salone del vino d’altri tempi

Se si immagina la bellezza  della Toscana, la strada che porta a Borgo a Mozzano per andare ad Eccopinò non è esattamente di quelle imperdibili o fiabesche e può sembrare strano pensando a come viene immaginata da sempre la regione, … continua »

Quant’è difficile essere un enfant prodige in Borgogna: Benjamin Leroux

Quant’è difficile essere un enfant prodige in Borgogna: Benjamin Leroux

Solo lui forse poteva pensare e permettersi di piantare il nebbiolo in Borgogna. Quando hai la fama dell’enfant prodige lo puoi fare e te lo possono anche perdonare se sei stato regisseur a Pommard per Comte d’Armand e l’hai … continua »