meursault

Gioiellini dalla Côte de Beaune: domaine Clos du Moulin aux Moines

Gioiellini dalla Côte de Beaune: domaine Clos du Moulin aux Moines

Quando ti innamori di un luogo è difficile accettare la triste realtà di non poterci tornare per un po’. Nell’anno passato gli ultimi due tentativi di tornare in Borgogna sono rovinosamente falliti, le scorte liquide del viaggio di tre anni … continua »

Quel fenomeno di Jean-Marc Roulot col suo Meursault Porusot 2013

Quel fenomeno di Jean-Marc Roulot col suo Meursault Porusot 2013

Era la bottiglia più attesa della serata e, come accade raramente, il più atteso non fallisce. In una batteria da urlo, cui sarebbero seguiti il Barolo 2001 di Bartolo Mascarello e il Barbaresco 2013 Rabajà di Bruno Giacosa, il Meursault … continua »

Super verticale dell’agognatissimo Meursault-Perrières di Comtes Lafon. Bere per raccontarla

Super verticale dell’agognatissimo Meursault-Perrières di Comtes Lafon. Bere per raccontarla

Avevo molto desiderio di partecipare perché la grande Borgogna bianca è nelle mie corde a settimane alterne e troppo raramente nel bicchiere. Torino, Palazzo Carignano, lunedì 24 novembre, manifestazione In Bianco (opera prima di ArtevinoStudio sui vini bianchi), ore 14,30, … continua »

8 video su vino e birra che YouTube consegna giustamente alla storia

8 video su vino e birra che YouTube consegna giustamente alla storia

Uno dei miei sport preferiti è cercare su YouTube video di persone e trasmissioni che per un motivo o l’altro non ho potuto vedere quando accadevano. Sport assai accattivante quando oggetto di ricerca sono i miei sport preferiti: il vino … continua »

Vincent Girardin e la Borgogna bianca. Da Meursault a Montrachet passando per Corton Charlemagne

La parabola di Vincent Girardin segue da vicino le mode degli ultimi anni: una produzione a metà tra il Domaine e il négoce (più che vini, Girardin compra uva). Dapprima concentrandosi sui rossi corposi e decisi, poi passando ad uno … continua »

Mini-verticale con aggiunte del Corton-Charlemagne di Coche-Dury, il capolavoro, la leggenda

Bambole, cambiereste una bottiglia di Corton-Charlemagne di Coche-Dury con una full immersion tra Victoria’s Secret e Louboutin, in addebito sulla Visa del vostro ex? E voi, giovani virgulti, cedereste un Meursault Les Perrieres per due Belen Rodriguez direttamente a casa … continua »

Scintille bianche di Borgogna: 2007 mon amour

Estate, tempo di bilanci prevacanzieri e bevute di arrivederci alla prossima stagione di stappature. Sul mio personale tabellino di quest’anno risulta che ho bevuto davvero tanti vini rossi, troppi per i miei gusti di laico (o laido?) bianchista. Ma quando … continua »

Uno che a Capodanno beve così se ne sbatte altamente dei Maya e della fine del mondo

Alessio Pietrobattista è un dottor Jekyll e mr Hyde de ‘a Capitale. Informatico-programmatore di giorno, enostrippato la notte. Collabora con: Repubblica, Vini d’Italia del Gambero Rosso, Le migliori 99 Maison di Champagne. Come fotografo fa assolutamente pena. Non punteggia continua »

Meursault 2005 “En la Barre” e lo chardonnay coi fiocchi di Francois Jobard

Non ci troviamo nel comune più blasonato della Cote de Beaune in Borgogna né di fronte al domaine più in auge di questa denominazione, eppure stappando “En la Barre” 2005 la cosa più sana che possiamo fare è inginocchiarci sui … continua »

Sommelier, stramazza al suolo. Oggi offro io

Servizio del vino e assaggio preventivo del sommelier accendono sempre la discussione. Assaggiare o meno è un bel dilemma e oggi sono in vena di aneddoti da vera talpa del settore. Certo, un sommelier competente arricchisce la bevuta a … continua »

Cosa scrivete nei taccuini da fiera?

Me lo chiedo dal primo Vinitaly, quando ormai alticcio vedevo gente assaggiare e poi scrivere a manetta su taccuini d’ordinanza. Cosa si staranno appuntando quegli alieni? Niente da fare, è più forte di me: scrivo qualcosa dei primi 3 vini … continua »

Pierre Morey e la semplice longevità di Borgogna

Pierre Morey è un produttore di Meursault. Un tradizionalista, un innovatore, un terroirista. Insomma, una bomba ad orologeria piazzata nel cuore bianchista della Cote d’Or, in piena Borgogna. Sapere che i suoi vini sono longevi non dovrebbe stupirci … continua »