BRUNO PAILLARD

Champagne NPU 2004 Bruno Paillard, l’impresa eccezionale di essere normali

Champagne NPU 2004 Bruno Paillard, l’impresa eccezionale di essere normali

Si sa come sono fatti i degustatori, sempre alla ricerca della personalità, del tratto unico e particolare, dell’irripetibile e del misterioso nei loro assaggi che si manifesta nei millesimi più improbabili: tra tanti vini fenomeni l’impresa eccezionale pare quella di … continua »

Champagne Bruno Paillard Blanc de Blancs in verticale 2012-1996

Champagne Bruno Paillard Blanc de Blancs in verticale 2012-1996

Si può dedicare tutta la propria vita allo Champagne, e avere sempre e comunque nel cuore un solo vitigno. Monsiuer Bruno Paillard non ha mai fatto mistero di adorare lo chardonnay, e di ritenerlo la quintessenza della Champagne. Per esprimerlo … continua »

Batteria clamorosa di top Champagne 1996 (e Giulio Ferrari 1993 in mezzo)

Batteria clamorosa di top Champagne 1996 (e Giulio Ferrari 1993 in mezzo)

Filibustiere, torinese, commercialista, mai banale, dal gennaio 2013 Nicola Barbato tiene nota delle sue bevute sul blog oldbastardmontrachet. Oggi lo trovate qui. Promosso?

“Non c’è niente che lo Champagne non possa redimere”
[Marco Ciriello]

Cosa resta di una serata … continua »

Ostriche e Champagne? Dipende. Prove tecniche a Milano, da Gran Cru

Ostriche e Champagne? Dipende. Prove tecniche a Milano, da Gran Cru

Belli i dischi di Lucio Dalla? Dipende, quali? Strumento interessante la chitarra? Dipende, suonata da chi? Buona la pizza? Dipende, quella di Sorbillo o quella con il pollo americana? Dipende, dipende, dipende. Bella questa parola, che non ho mai usato … continua »

Nec Plus Ultra Bruno Paillard: sulla 2003 in Champagne non si era ancora detta l’ultima parola, evidentemente

Strane persone gli champenoise. Per esempio càpita che facciano di tutto per farti dimenticare un millesimo difficile come il 2003, dalle rese bassissime e dalle acidità sballate, disastroso soprattutto per lo chardonnay. Poi, anni dopo, quando sul mercato ormai … continua »

Alice Paillard, tecnologia e tradizione nello Champagne

Nessuno sa veramente come mai la nonna di Alice abbia chiamato suo figlio Bruno. Con questo nome così italiano, rassicurante e deciso. Lo stesso carattere che ha Alice mentre ci guida alla scoperta della sua maison du Champagne, con grazia, … continua »

Champagne che ho amato: R.D. 1996 Bollinger. E quelli che non: N.P.U. 1996 e 1999 Bruno Paillard

Ha ragione Fabrizio Pagliardi: è difficile ammettere che una bottiglia costata un occhio della testa non sia poi così buona. Che poi, se lo pubblichi da qualche parte, smettono di invitarti alle degustazioni, porca paletta! Nei giorni scorsi, Bruno … continua »

Champagne Day 2012 a Roma, la rivincita delle grandi Maison

La Giornata dello Champagne organizzata dal CIVC diventa sempre più grande (è la seconda al Mondo dopo Londra) e catalizza un grande interesse anche in un momento in cui i soldi per certe bevute sembrerebbero venire meno. Ma trascurando Caterpillar … continua »

Champagne a Vinitaly | L’incontro con monsieur Bruno Paillard

Bruno Paillard è fondatore di una delle Maison più conosciute della Champagne. Azienda decisamente recente rispetto alle altre, nasce “solo” nel 1981, dopo una breve esperienza di Bruno come commerciante di uve. Adesso possiede circa 32 ettari di vigneti sparsi … continua »

Non è uno scherzo: vi regaliamo un’ora in compagnia di Bruno Paillard

Quella che stiamo per regalarvi è una pausa, una temporanea via di fuga dal caos veronese fatto di code, spintoni e assaggi in condizioni disperate. Immaginate, cari lettori, il privé di un grande distributore italiano, Cuzziol: salottino, pochi invitati … continua »

Champagne Day a Milano | Tutti gli appunti di degustazione

Giornata campale senz’altro anche se mancavano molte maison, ma per avere una idea di cosa significa Champagne, niente di meglio della degustazione organizzata dal CIVC a Milano presso il Principe di Savoia. Se poi al mattino eravate tra i pochi … continua »