bordeaux

Bere un vino di Bordeaux è come innamorarsi

Bere un vino di Bordeaux è come innamorarsi

Questa notte mi sono fermato a riflettere sui vini che amo, su come questa passione mi abbia trasformato diventando il fulcro della mia vita sociale, affettiva e in un certo modo un metro di misura per tutto. Anche dell’Amore.

Ero … continua »

Intervista | I vini di Bordeaux secondo Armando Castagno

Intervista | I vini di Bordeaux secondo Armando Castagno

Si racconta che quando un giornalista chiese a Federico Fellini cosa pensasse del termine felliniesque, coniato dagli americani nella loro consueta asciuttezza di pensiero e azione, lui rispose ironicamente di avere sempre sognato di fare l’aggettivo da grande.

Chissà … continua »

Ciccio Sultano e le chiavi dell’Italia

Ciccio Sultano e le chiavi dell’Italia

Italien ohne Sizilien macht gar kein Bild in der Seele: hier ist erst der Schlüssel zu allem” Lo diceva un certo J.W. Goethe e se allora poteva sembrare una provocazione oggi è sempre più vero e attuale. La … continua »

Perché Leroy costa una sassata e Masseto no? Una analisi non convenzionale

Perché Leroy costa una sassata e Masseto no? Una analisi non convenzionale

È scontato che i grandi vini di Francia costino venti volte e più il prezzo dei loro omologhi italiani, ci dicono che è così dai tempi dei Merovingi e che ne era certo perfino Carlo il Calvo: quelle poche parcelle … continua »

Chateau Petrus: Olivier Berrouet ci svela la ricetta per fare un grande vino

Chateau Petrus: Olivier Berrouet ci svela la ricetta per fare un grande vino

Olivier Berrouet è un grande enologo, giovane, simpatico, carismatico, molto alla mano e con idee chiare in testa. Dal 2008 è il direttore dell’azienda Chateau Petrus. I proprietari sono in parte di Bordeaux e in parte americani; da quando … continua »

Ormiale, il Bordeaux che non conosci

Ormiale, il Bordeaux che non conosci

Alessandro Perricone è italiano, è giovane, è gastronomo-sommelier ed è socio del Relae di Copenaghen, uno dei ristoranti più famosi al mondo. Se non avete mai sentito parlare di lui, sarà il caso di farci l’abitudine. [a.m.]

Per festeggiare … continua »

Ancora su quella volta in cui Bordeaux e Borgogna bianca presero randellate

Ancora su quella volta in cui Bordeaux e Borgogna bianca presero randellate

Probabilmente non tutti conoscono la degustazione più importante nella storia del vino: il Judgment of Paris si tenne a Parigi nel 1976 e fu organizzato da Steven Spurrier, commerciante inglese di vini con un’enoteca parigina e, oggi, living legend. … continua »

La Nasa ha una cantina spaziale

La Nasa ha una cantina spaziale

All’inizio di novembre 12 bottiglie di Bordeaux sono state lanciate dalla piattaforma NASA in Virginia a bordo del razzo Northrop Grumman Antares, destinazione International Space Station (ISS). Non si trattava di un rifornimento in vista delle imminenti festività, ma dell’inizio … continua »

Cos d’Estournel e quel tocco di Oriente lungo due secoli

Cos d’Estournel e quel tocco di Oriente lungo due secoli

La figura di Louis Gaspard d’Estournel che nel 1838 investe nel mercato indiano puntando ai gusti degli ufficiali britannici di stanza nella più grande colonia inglese in terra d’Asia è una scuola di marketing che andrebbe studiata a fondo. Ma continua »

Bordeaux, nuove varietà contro il cambiamento climatico

Bordeaux, nuove varietà contro il cambiamento climatico

Votazione storica a Bordeaux. Il consiglio dei produttori della denominazione Bordeaux e Bordeaux Supérieur ha approvato, con delibera di qualche giorno fa, una novità relativa alle varietà utilizzabili nel taglio dei vini appartenenti alle suddette categorie. Si tratta di sette … continua »

Chateau Pedesclaux e la rincorsa dei cru a  Pauillac

Chateau Pedesclaux e la rincorsa dei cru a Pauillac

Fare vino non è difficile, sono i primi 300 anni che sono complicati“. Questa famosa frase attribuita al Barone Rothschild viene ripetuta spesso nei corridoio e nei meandri di Chateau Pedesclaux, un luminoso esempio di architettura moderna … continua »

Pessac Leognan: i bianchi delle Graves 2017 e i rossi 2012 ripagano nel tempo

Pessac Leognan: i bianchi delle Graves 2017 e i rossi 2012 ripagano nel tempo

Tra i territori meno conosciuti del bordolese in Italia e, colpevolmente ma anche fortunatamente, ignorato dai grandi bevitori di etichette, Pessac Leognan si è presa negli ultimi anni diverse rivincite commerciali e qualitative, riuscendo a sviluppare un mercato di vini … continua »