angiolino maule

Villa Favorita | Così parlò Angiolino Maule: a cosa serve l’Associazione VinNatur

Mentre provo a chiudere questo post sono seduto all’ombra del grande larice rosso al centro del giardino di Villa Favorita. Anche oggi la fontana scroscia, gli uccellini cinguettano, voci straniere si sovrappongono, cani senza guinzaglio pisciottano felici un po’ qua … continua »

Tornando da Natural European Wines a Zurigo ho pensato a don Lorenzo Milani

La foto che non ho scattato è quella in cui Franco Giacosa, direttore tecnico per oltre un decennio di Casa Vinicola Zonin, stringe affettuosamente la mano di Natalino Del Prete, bioviticoltore pugliese, dopo avergli detto qualcosa del tipo: “Buoni Anne … continua »

Un approccio scientifico ai vini naturali è candidato al Nobel per la pace

Non basterà un convegno a favorire la pace tra i popoli ma Israele e Palestina del vino hanno necessariamente bisogno di un compromesso significativo. Da una parte, la scienza ufficiale del vino: precisione enologica, garanzia di risultato prevedibile, verificabile e … continua »

Buone ragioni per considerare Arianna Occhipinti voce del buonsenso sulle fiere naturali 2012

La questione delle fiere naturali* mi sta a cuore. Molti dei produttori che partecipano sono in prima linea nel problematizzare tematiche capitali per l’agricoltura e non solo. Vitalità dei suoli, gestione del vigneto, interventismo, ricorso alla chimica di sintesi, costo … continua »

Al netto dei personalismi, Angiolino Maule ha qualcosa da dire sui vini naturali territoriali

Tanta roba davvero! Dodici minuti in compagnia di Angiolino Maule e ti spariscono le rughe neanche fosse una Milena Gabbanelli qualunque. “Mario Fregoni è il capo dei capi della distruzione dei suoli italiani” per esempio, non è una … continua »

Se il Papa fa un’enciclica sul vino naturale, io mi faccio prete. Prometto

Ripetiamocelo chiaramente: non ci fossero stati la Chiesa, i monaci trappisti, qualche santa tedesca e una schiera di conventi in tutto il mondo, noi saremmo ridotti a marcire all’inferno a forza di Tavernello e Heineken. Uno non deve essere per … continua »

Parlare di vino naturale è confrontarsi con la lettera di Giovanna Morganti, nient’altro

Giovanna Morganti è una produttrice chiantigiana che adoro. “Naturale”, diremmo sapendo che l’etichetta non precisa abbastanza. Ha pubblicato una lettera sul sito del Consorzio Vini Veri, quasi in risposta al nostro post “L’idiozia di due fiere naturali separate continua »

L’idiozia di due fiere naturali separate dovrà finire prima o poi

Che il Vinitaly sia la fiera clou del vino italiano non ci piove. Una specie di Motorshow pieno di bottiglie che ti ubriachi solo al pensiero. Si va prevalentemente per affari, l’evento è ormai consolidato e per assaggiare le cose … continua »

Radikon va al Vinitaly. Fine di un ciclo. Il sequel è sconosciuto

Gli stati generali del vino naturale italiano coincidono con il Vinitaly, in due differenti manifestazioni esterne. La prima, promossa dal Consorzio Viniveri e da La Renaissance des Appellations di Nicolas Joly, si tiene all’interno dell’Area Expo di Cerea, una … continua »

I vini naturali sono un’evoluzione del gusto

Andrea Scanzi ci sta simpatico perché mette pepe ad arte nel mondo del vino. Conosce l’ambiente ma ha il terribile marchio d’infamia di non farne parte. È molto comunicativo e quando parla di Josko Gravner lo capisce anche mia zia, … continua »

Il vino degli altri | Andrea Scanzi uno di noi

Andrea Scanzi è uno dei migliori giornalisti della sua generazione, che è poi la mia. Ha una moglie e due labrador di bellezza esemplare, nelle rispettive categorie. Brillante, eclettico – spazia dal tennis al vino passando per politica, Beppe Grillo, … continua »

Soddisfazioni | And “Il Carciofino” goes to… Intravino

Tra gli appassionati gira un detto: “Se conosci Il Mio Vino, lo eviti”. La trafila è uguale per tutti: all’inizio la rivista è simpatica e di facile lettura, dopo un po’ stanca, alla fine annoia e magari delude un bel continua »