Chi beve vino campa cent’anni

di Alessandro Morichetti

La notizia è di quelle che rallegrano la giornata dell’enoappassionato: gli astemi muoiono prima di chi beve con moderazione. Perfetto, ditemi cosa devo bere, quando e quanto, io lo farò. I risultati di una ricerca pubblicata sulla rivista Alcoholism: Clinical and Experimental Research si basano su “un campione di 1.824 persone tra i 55 e i 65 anni seguito per oltre 20 anni. Durante questo periodo il 69% degli astemi sono morti, contro il 60% di decessi registrati tra chi alzava molto il gomito e il 41% tra i bevitori moderati (da uno e tre bicchieri di vino al giorno)”. Tanti gli spunti di riflessione.

Bere senza eccessi aiuta la circolazione e sembra avere effetti benefici sul cuore e sulla socievolezza, sebbene non sia del tutto chiaro il potere antidepressivo del vino. Gli effetti perversi dell’abuso sono noti a tutti (scene patetiche incluse) ma che gli astemi muoiano più degli altri mi sembra una notizia sconcertante. A nulla serve associare l’astinenza alcolica alla classe sociale di appartenenza, con stress annessi e connessi: il controllo delle variabili (status socio-economico, livello di attività fisica, numero di amici stretti, qualità del sostegno sociale ecc) non lascia spazio alle supposizioni e c’è da rallegrarsi che per una volta Bacco non sia sul banco degli imputati. Certo, non va dimenticato che eccedere con l’alcol porta a cirrosi e tumore, specialmente a bocca ed esofago.

I risultati di queste ricerche mi lasciano perplesso ma stavolta accenno un sorriso. Bere 1-3 bicchieri al giorno mi sembra più che ragionevole e pensare che sia salutare è esaltante. Il problema è non sconfinare, spiace dirlo ma a volte capita. Epperò, c’è notizia più bella del sapere che il tuo sport preferito allunga la vita?

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

7 Commenti

avatar

kenray

circa 11 anni fa - Link

dipende da cosa bevi. secondo me se ingurgiti il vino in cartone campi meno. oppure vini adulterati al metanolo (se ti va bene che c'è solo metanolo). ultimamanete mi sono informato. c'è qualcuno che a casa sua fa porcherie. addendum ma proprio arnold dovevate mettere?

Rispondi
avatar

Angelo Di Costanzo

circa 11 anni fa - Link

Speriamo non sia lo stesso per chi il vino lo racconta e ne scrive, sai che pa**e!! :-)

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 11 anni fa - Link

Perdincibacco! Mi sembrano cifre esagerate, vuol dire che più la metà di neanche 65enni é morta comunque, astemia, moderata o alcolizzata?

Rispondi
avatar

Gregorio

circa 11 anni fa - Link

Mi viene in mente un vecchio spot di Arbore, non son sicuro riportarlo bene. - Voce: bevi vino e campi 100 anni! - Arbore: bevi birra campi 200! Per quanto riguarda il post, che sia vino, pane, cicoria o carne: in medio stat virtus, già lo dicevano i romani

Rispondi
avatar

MAurizio

circa 11 anni fa - Link

A chiosa il commento di Matusalemme "Ecchessono ? Dei potenti veleni ????"""

Rispondi
avatar

olivio

circa 11 anni fa - Link

Chi beve vino campa cent'anni. Chi beve birra non muore mai!

Rispondi
avatar

Kathy

circa 10 anni fa - Link

I was looking eevrweyhre and this popped up like nothing!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.