Vendemmia con bambini e disabili, questa è solidarietà

di Alessandro Morichetti

Io me le ricordo le gite alle scuole elementari. Due palle tra musei e visite noiose che solo a ripensarci mi viene da spaccare il pc. Sei piccolo, vigoroso, vuoi materialità, contatto, non ginecologia artistica e metafisica educativa. Dovrebbero darti qualche dritta su come campare con dignità usando alfabeto e numeri ma sembrano dimenticarlo. Scuola al chiuso e natura fuori dalla finestra, l’una scappatoia dell’altra e pochi facinorosi interessati al dialogo tra i due mondi. Non devi mica essere don Lorenzo Milani, eh.

Poi ci sono gli illuminati. Gente normale che ama la vigna e le piante più che giudicarle con un punteggio. Persone per cui la vendemmia è fatica e festa vera, da condividere coi bimbi che non sanno manco cosa sia un grappolo, o con storie di vita segnate dalla disabilità. Produttori che si adoperano senza strombazzare, donne e uomini per cui il sorriso di una bambina bionda che abbraccia una giovane donna in carrozzina con un grappolo in mano è un oro per cui non esiste ufficio dei cambi. Gente che se ti azzardi a svilirne l’intento personalizzando il gesto potrebbe toglierti il saluto. “Non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra” dovrebbero anche ricordarlo ogni tanto, a scuola.

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

4 Commenti

avatar

Tommaso Farina

circa 11 anni fa - Link

I vini ottimi di Fausto Andi (esempio di produttore di vino cosiddetto "naturale" che fa vini buoni e accessibili, insomma da provare) sono fatti in Oltrepò anche con l'aiuto di persone disabili, che collaborano pure alla fattura di confetture e altre ghiottonerie.

Rispondi
avatar

kenray

circa 11 anni fa - Link

ALEX ma dove hai studiato in un gulag? sei il solito monorotaista. sempre a parlare di vite. (e per fortuna..) a proposito di disabili o pseudo tali: quelli di san patrignano fanno tra i tanti 2 vini (aulente e montepirolo) che mi hanno sorpreso positivamente. voi fanatici li avete mai assaggiati?

Rispondi
avatar

Paolo Rusconi

circa 11 anni fa - Link

Sbaglio o la signora sopra è Bruna Ferro e l'azienda è Carussin? E diamo a cesare quel che è di cesare ... ;-)

Rispondi
avatar

Angelo Di Costanzo

circa 11 anni fa - Link

Dalle mie parti ci sono tra le altre aziende come per esempio Grotta del Sole, La Sibilla e Cantine Astroni che fanno cose del genere da sempre. E' fondamentale "aprirsi" ai bambini, e persone come i Martusciello, i Di Meo e non ultima Emanuela Russo hanno maturato una grande sensibilità in questo: fattoria didattica, vendemmia coi piccoli, sono solo alcune iniziative - a costo zero - messe a disposizione delle scuole elementari del territorio... ;-)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.