Rosso Montepulciano, il fratello per niente minore

Rosso Montepulciano, il fratello per niente minore

di Redazione

Un territorio sfaccettato e complesso troppo a lungo in ombra dopo secoli di grande storia e successi come Montepulciano potrebbe oggi ripartire, in attesa che i produttori si accordino sulla definizione del Nobile, proprio dal suo vino di ingresso, ovvero, il Rosso. Da denominazione di ricaduta e da vino “da lavoro” per ristoratori della zona, il Rosso a Montepulciano esce due anni prima del Nobile e ha una immediatezza e una fragranza che, nelle migliori espressioni, solleticano e divertono il palato con una spesa minima che offre sensazioni spesso di complessità insospettata.

Può fare legno, cemento o anche solo acciaio e, a volte, ha anche sfumature territoriali intriganti, con possibilità per molte cantine anche di uscire con due versioni stesse del Rosso similmente a quanto accade a Montalcino dove spesso i vini più sorprendenti stanno proprio in questa DOC.

Rispetto a Montalcino qui c’è una percentuale di sangiovese minima del 70% (anche se in media siamo oltre l’85%) per poi poterlo completare con altri vitigni, compresi gli storici mammolo, colorino, canaiolo, altri più esotici come l’alicante e infine le uve internazionali cabernet e merlot.

Certo sono ancora troppi i Rosso che sembrano essere fatti con poca attenzione e cura ed è un peccato, ma le cantine più attente ai consumatori sanno che la fiducia nel marchio e nel produttore si costruisce proprio con i vini quotidiani per poi salire fino ai Nobile e Nobile Selezione.

N.B.:
I punteggi sono di:
Sabrina Somigli (SS)
Leonardo Romanelli (LR)
Andrea Gori (AG)
Le note sono state scritte dal primo redattore in lista di punteggi

Intravino ringrazia il Consorzio del Nobile di Montepulciano e i suoi soci per aver permesso e realizzato questa degustazione.


Rosso di Montepulciano


Fattoria del Cerro 2020
Porpora, piuttosto vivace alla vista. Resina, frutti neri, anche floreale ed elicrisio. Bocca succosa scattante, varia, nervosa. Finale caldo senza eccessi LR 87  SS 88  AG 88

Gracciano della Seta 2019
Crudo e vinoso, ciliegia croccante, sottobosco nitido e potente al naso. Rubino meno fitto e molto vivace. Buon ingresso morbido e rotondo. Bello sviluppo in bocca con acidità importante e bel ritorno di frutto. Finale anche sapido con note di cioccolata al sale SS 90  AG 90  LR 88

Icario 2019
Cupo, estratto e con frutta matura, prugna secca, cenni di cardamomo. Bocca con ingresso docile, si sente il peso in bocca, si sviluppa su sentori amaricanti lievi  e finisce non lungo con note fumé e grafite SS 87  LR 85  AG 85

Talosa 2019
Fragole e ribes rosso, idea di tabacco, cipria e tocco di balsamico, sorso piacevolmente succoso e diretto  AG 86  LR 82  SS 83

La Ciarlana 2019
Scuro, esile di naso, arriva il ribes nero e un poco di prugna, cenno carnaceo. Ingresso morbido, poi in bocca è abbastanza vivace di acidità, tira fuori i frutti neri avvertiti al naso, bocca piuttosto scorrevole senza infamia né lode SS 85  LR 84  AG 88

Poggio alla Sala 2019
Ampio e solenne con evoluzione già avviata, sottobosco e menta, bocca un poco stanca AG 84  SS 83  LR 82

Metinella 2019
Piccantezza e gusto, visciole amarene e succo di ciliegia, melograno e timo, sorso spigliato con qualche ruga AG 87  LR 81  SS 84

Salcheto 2019
Rosa canina, prugna cotta, cumino, pan pepato. Bocca scomposta, con cenni freschi, ma come slegati da un corpo che langue. Sapidità sul finale che ne tira su il sorso SS 86  AG 86  LR  83 

Valdipiatta 2019
Resine e confettura di frutta di bosco, sorso non pimpante AG 83  LR 81  SS 82

Il Macchione 2019
Crudo ematico, vinacciolo schiacciato. Vivo e brillante, ricordi di succo di albicocca. Bocca viva fresca ma chiude molto corta. Bevuta agile ma senza ricordo successivo. Semplicità SS 86  AG 87  LR 84

Gattavecchi 2019
Rubino riflessi porpora, limpido. Frutto compiuto di ciliegia e ribes, maturo, cenni di lampone. Appena speziato, resina. Bocca fluida e calda succosa. Finale saporito LR 83  AG 84  SS 84

Boscarelli Prugnolo 2019
Rubino molto limpido. Note fruttate evidenti di ciliegia, eleganti, poi vegetale di timo alloro, note piacevoli di viola. Bocca elegante succosa, solida, evidente, fresca. Finale pulito e scattante LR 92  AG 91  SS 90

Il Molinaccio Il Golo 2019
Ematico, animale e sanguigno, bocca docile all’ingresso, vivace e fresca, bevuta equilibrata, e di buona sapidità. Sorso agile e levigato ma con finale piacevole e fresco di rosmarino e balsamicità SS 88  LR 87  AG 91

Le Berne 2019
Naso esile e pulito, colore scuro ma vivace, frutta sotto spirito, bagna dolce , talco mentolato. Sorso composto e gradevole nel complesso senza eccessi di freschezza. Levigato ma non molle, sapidità sul finale e tannino saporito SS 89  AG 87  LR 85

Podere della Bruciata Ermete 2019
Corretto al naso, ciliegia e cioccolato (mon cheri) pepe nero, naso abbastanza caratteristico di sangiovese benché sussurrato. Bocca fresca e leggera con frutto croccante e sorso vivo. Composto e piacevole, sorso caldo sul finale SS 88  LR 82  AG 83

Bindella Fosso Lupaio 2018
Rubino, piuttosto deciso alla vista. Naso di frutti neri come mora e rossi, come ciliegie sotto spirito spirito, quindi cenni speziati di ginepro, erbe conciate. Bocca pulita all’attacco, nitida, appena corta LR  84  AG 88  SS 85

Carpineto 2018
Naso pesante frutto dolce ma non pulitissimo, sorso di impegno ma non molta dinamica AG 84  LR 82  SS 81

Fassati Selciaia 2018
brodo di giuggiole, ferrosità e gusto ricco, sorso con non molta freschezza AG 83  LR 81  SS 81

Montemercurio Petaso 2018
Rubino, pulitissimo. Naso intenso, fruttato, elegante, prugna, speziato di pepe e noce moscata. Bocca di buona dolcezza all’impatto, corretta, succosa, calda ed evidente. Finale pulito e definito LR 86  AG 89  SS 87

Manvi 2018
Fresco e balsamico di resina e pino, frutto croccante, talco mentolato e pepe bianco. Sorso docile e ricco, denso ma con bella vibrazione acida, teso e saporito nei tannini, con vena minerale scura molto piacevole. Finale lungo piccantino SS 90  LR 88  AG 88

Avignonesi 2018
Nitido pulito fresco, ciliegia, spezia dolce accennata, vaniglia in bacca e sandalo. Bocca fresca verticale viva e balsamica nel finale. Sorso piacevole snello e caldo sul finale. Bella bevuta SS 93  LR 92  AG 90

Podere Casanova 2018
Frutto e tendenza dolce speziata, ingresso in bocca quasi dolce, ma gradevole, sa di frutto e liquirizia, vino dall’approccio “facile” ma ci riesce in questo SS 89  LR 88  AG 86

I Cipressi 2018
Agrumato, cenni di vetiver e pepe nero, timo limonato e chiodo di garofano. Naso intrigante, la bocca si spegne un po’ in acidità. Resta guidata solo dal tannino di buona fattura, peccato, per il retrogusto completamente perso AG 84  SS 84  LR 82

Del Giusto Fontegrande 2018
Albicocca e fragole, stuzzicante di sandalo, sorso con tannino che strozza la beva AG 82  SS 83  LR 81

La Combàrbia 2018
Rubino, poco limpido. Naso evoluto, di erbe macerate, cenni eterei. Bocca pulita, sapida, attenta. Finale appena corto ma gradevole LR 84  SS 84  AG 83

Villa Sant’Anna 2017
Denso frutto scuro, prugne, more e ribes nero, sorso impegnativo con rughe tanniche AG 84  LR 83  SS 83

Casale Daviddi 2017
Rubino di buona limpidezza.  Naso pulito, fragole macerate, confettura di more, piccolo, elegante, cenni minerali. Gustoso. Bocca sapida e invitante LR 84  SS 83  AG 83

Godiolo 2016
Pepe nero e amarene, confettura di visciole , tabacco, sorso intricato con finale di bel frutto AG 86  SS 85  LR 81

Fattoria del Cerro 2020
Porpora, piuttosto vivace alla vista. Resina, frutti neri, anche floreale ed elicrisio. Bocca succosa scattante, varia, nervosa. Finale caldo senza eccessi LR 87  SS 88  AG 88

1 Commento

avatar

Anulu

circa 8 mesi fa - Link

Punteggi da fratello bebè però

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.