Prosecco al cioccolato dolce e un po’ salato? Lo trovate a Natale da Aldi

Prosecco al cioccolato dolce e un po’ salato? Lo trovate a Natale da Aldi

di Antonio Tomacelli

Non è certo una novità ma negli scorsi anni i quantitativi prodotti erano talmente minimi da non aver generato un’eco internazionale. Visto però il passato successo natalizio, Aldi ci si è messa d’impegno per inondare i mercati di Chocosecco, ovvero, il Prosecco al cioccolato.

Naturalmente il gigante della distribuzione alimentare tedesca non dichiara apertamente in etichetta il Prosecco – sarebbe illegale – ma lascia intendere che l’esperimento transgenico sia avvenuto. Parlando da consumatore avrei preferito un incrocio con le fragole ma i tedeschi sono strani e non mi stupirei di un incrocio futuro con würstel e crauti.

Non vi aspettatevi liquidi strani nel bicchiere, però: l’aspetto è quello di un normale prosecco aromatizzato al cioccolato, per il sapore affidatevi a Dio consumatelo col panettone turandovi il naso.

Non so, però, se sarà in vendita in Italia: nel caso, lo comprereste?

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

10 Commenti

avatar

Guido

circa 1 anno fa - Link

si, lo berrei! per criticare il "nemico" lo devi conoscere :)

Rispondi
avatar

Lanegano

circa 1 anno fa - Link

Da consumare con una bella carbonara al mascarpone e canditi......

Rispondi
avatar

Maurizio

circa 1 anno fa - Link

Seconde me anche così è illegale e immagino il Prosecco gli farà causa.

Rispondi
avatar

VINOLOGISMO

circa 1 anno fa - Link

Dopo il Prosecco Rosè un altra bella invenzione. Cmq il Chocosecco è già presente nella catena Rewe in Germania a € 2,99 . Se non erro è prodotto in Germania da Katlenburger Kellerei.

Rispondi
avatar

Stefano

circa 1 anno fa - Link

Mi sto già preparando per produrre etichette contraffatte...

Rispondi
avatar

Damiano

circa 1 anno fa - Link

La prossima volta che, su queste pagine, si scateneranno dibattiti infuocati su naturale/convenzionale pregherò i dibattenti di includere il terzo 'polo del gusto', categoria 'aromatizzati a qualsiasi cosa faccia pugni con il buongusto'

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 1 anno fa - Link

...a Parma , nel cuore delle Terre Verdiane , c'è già il Culambrusco ( di semplice interpretazione etimologica) ... e , vista l'origine tipicamente francese del dialetto locale , la Montrachetta , che si ottiene prendendo il prezioso vino di Beaune e immergendo la pancetta steccata stagionata per dare un pò di sapore di suino all'insipida soluzione idroalcoolica oggetto di disputa fra Puligny e Chassagne...

Rispondi
avatar

Lanegano

circa 1 anno fa - Link

Io sono di Parma, potrei lanciare il Prosciecco. Un metodo classico invece che Martinotti, affinato sul grasso invece che sui lieviti.

Rispondi
avatar

Damiano

circa 1 anno fa - Link

Ottimi esempi, perfettamente aderenti alla filosofia. Fatevi(ela) sotto .

Rispondi
avatar

Andrea

circa 1 anno fa - Link

Conosco un produttore vicino casa mia che fa Sardovasia. Ha avuto un successo pazzesco ed è diventato ed in breve un must per gli amanti del vino naturale. I grappoli di malvasia raccolti a maggio per preservare la freschezza vengono macerati per 6 mesi assieme ai sardoni ( nome dialettale per la acciughe) in cassonetti usati scolmi. Lieviti indigeni attivano una fermentazione lentissima, non filtrato, non chiarificato viene imbottigliato il giorno di Pentecoste. Un vino moderno e antico, versatile e scattante, verticale e minerale, dalla bevibilita' disarmante. Veramente tanta roba. Il vino perfetto da bere in intimità con la vostra anima gemella quando siete a corto di argomenti per mollarla. Apprezzatissimo anche dal gatto della vicina carina inavvicinabile.

Rispondi

Commenta

Rispondi a Andrea or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.