Per TripAdvisor la Toscana è la meta preferita dagli enoturisti di tutto il mondo. Seguono dubbi e perplessità

di Antonio Tomacelli

Bella notizia: la Toscana è la meta preferita dagli enoturisti di tutto il mondo. Brutta notizia: a dirlo è TripAdvisor, la guida online sulla cui affidabilità circola in rete più di un dubbio. Noi, però, incassiamo con piacere la vittoria, nonostante Firenze sia una città “piccola e povera” (cit.). Il Granducato si piazza davanti alla contea di Sonoma, in California, seguita dalla Hunter valley australiana e da altre mete enoiche sparse per il mondo. E la Francia, direte voi? Non pervenuta, semplicemente. Per trovare qualche regione d’Oltralpe bisogna saltare alla classifica europea, ma anche qui per i cugini francesi son dolori e digrignar di denti.

La Toscana è sempre prima, seguita dall’Aquitania — leggi Bordeaux — “la regione francese nota per bla bla” e al terzo posto troviamo la Provenza. Ancora Italia al 4° e 5° posto con Umbria e Sicilia e poi la Borgogna che deve accontentarsi di un tristissimo 7° posto davanti alla Champagne. Le preferenze degli utenti europei, insomma, sono divise tra Francia e italia, con qualche puntatina in Spagna e Portogallo ma se si lascia la parola al resto del mondo, non c’è partita.

Torniamo un attimo sull’affidabilità di TripAdvisor e spulciamo qui e là le motivazioni, giusto per capire con che tipo di guida abbiamo a che fare. La Sicilia, ad esempio, sarebbe da visitare per i suoi famosi “vini da dessert come il Marsala che sono la grande attrattiva della Sicilia; rappresentano infatti il 90% della produzione locale.” A voi risulta qualcosa del genere? Vabbè, diamogli una seconda chance e leggiamo cosa pensano della Champagne gli utenti di TripAdvisor: “Dom Perignon, Cristal, Veuve Clicquot… I nomi di questi vini pregiati bastano a evocare immagini di decadenza e lusso, da party delle star nelle destinazioni più esclusive a serate a lume di candela in hotel 5 stelle.” Decadenza e lusso: tutto qua? Non lamentatevi, il commento dedicato alla Toscana è un filino peggio: “Tra i nomi eccellenti vi sono il Chianti, naturalmente, il Vernaccia di San Gimignano e i così detti “Super Tuscan“. E Montalcino? Evitatelo accuratamente, hai visto mai che vi rifilino qualche boccia di buon Brunello. Meglio, molto meglio ripiegare sull’ottimo rosso della casa che anche la trattoria più modesta di solito possiede (cit.).

Che ne dite, ci turiamo il naso e accettiamo la vittoria o saltiamo direttamente alla prossima classifica?

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

7 Commenti

avatar

Montosoli

circa 8 anni fa - Link

Benvenuta la notizia.......e adesso i Toscani si devono dare da fare per mantenere la posizione....

Rispondi
avatar

Fabio Mazzuoli

circa 8 anni fa - Link

TripAdvisor sta alla credibilità come Cicciolina stà alla verginità, su Grosseto il ristorante al primo posto della provincia è una gelateria il che la dice lunga, ma purtroppo TripAdvisor ha una potenza sconfinata, in quanto se te ricerchi su google per esempio "Ristorante X" il primo link è sempre quello che porta a TripAdvisor il che lo rende un sito di un altro pianeta. Io lo boicotto nella maniera più assoluta, perchè con quale diritto si può giudicare una professionista??? Tanto di qualsiasi posto se ci sono 100 commenti 99 positivi e 1 negativi la nostra ignoranza ci porterà sempre a guardare l'unico negativo... Ma sopratutto, chi e come recensisce??? Per quanto riguarda le mete enologiche solo una cosa... ahahahahahahahahahahahhahaah

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 8 anni fa - Link

Ho visto su una rivista francese una cartina dei tours enogastronomici in Toscana una mappa dove è indicato il Brun ello di Montalcino, il Nobile di Montepulciano e manca il Chianti Classico. Perla assoluta, sulla costa tirrenica è ben segnalato il "Bianco Pisano"; che il cartografo transalpino sia devoto a San Torpè?

Rispondi
avatar

ruggero romani

circa 8 anni fa - Link

può essere,visto che in francia si chiama saint tropez...

Rispondi
avatar

Pietro

circa 8 anni fa - Link

Se l'enoturista è sia eno che turista, ovvio che sia la Toscana a sbancare. Citare il Chianti, la Vernaccia e il bianco pisano mi fa pensare che la parte "turista" sia prevalente su quella "eno", in quanto ben venga la visita a Firenze, Siena, San Gimignano e Pisa (must per ogni straniero), e dunque abbiniamoci un vino... Tripadvisor a mio avviso se preso con intelligenza può essere molto utile. Diffidare delle prime posizioni se non si conosce almeno un recensore di persona, ma non è poi così difficile evitare fregature clamorose. Recentemente sono stato al ristorante n.1 di TA a Stoccolma (consigliato da un amico) e ho mangiato bene, cucina tipica, spendendo il giusto (ovvero poco per lo standard locale).

Rispondi
avatar

Edoardo Fioravanti

circa 8 anni fa - Link

A dirla tutta però, se vuoi fare il "turista" per esempio nelle Langhe, apparte vigne, ristoranti e cantine e qualche castello o "forte" non è che ci sia tantissimo da vedere.. E' per questo che ci vado, nessuna distrazione per la moglie (negozi, shopping etc etc !! :)) Solo vino e ristoranti ! ;)

Rispondi
avatar

marco

circa 8 anni fa - Link

o hai una moglie disattenta o non sei mai passato da Alba dove negozi di lusso ci sono, per non parlare delle gioiellerie....

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.