Oroscopo 2012 | Un vino per ogni segno zodiacale, Maya permettendo

di Giulia Graglia

Che c’azzeccano insieme oroscopo e vino? Sentammè, stretti come siamo tra la profezia dei Maya e una manovra economica fatta coi bussolotti, perfino l’oroscopo sembra una cosa seria. Se poi la nostra astrologa si chiama Giulia Graglia, autrice del libro “Divinando Le Stelle nel Bicchiere” e regista di documentari, da poco premiata per il suo “Senza Trucco” dedicato ai vini naturali, non vi resta altro da fare che scrutare il destino e sperare in un 2012 radioso. Ad ogni segno, naturalmente, è abbinato un vino da tracannare nei momenti duri. Vediamo insieme i primi quattro fortunelli, gli altri durante la settimana.

ARIETE
Saturno continua la sua opposizione e vi renderà difficile trovare la quadra per alcune situazioni;
dalla metà di giugno Giove vi sarà davvero propizio e una serie di colpi fortunati si inanelleranno nel vostro personale pallottoliere. Per non parlare degli ultimi tre mesi del 2012, quando finalmente anche Saturno la smetterà di essere ostile e tutto finalmente vi sembrerà in discesa.
Per la prima parte dell’anno vi consiglio un rosso di corpo, fidato, che vi dia quei punti fermi che diversamente faticate a trovare. Potreste concentrarvi sulla Toscana e affidarvi al Sangiovese, nelle sue diverse declinazioni, spaziando dal Brunello, al Chianti Classico, al Nobile di Montepulciano, ritrovando ogni volta un forte senso di sicurezza, di cui in alcuni momenti sentite proprio il bisogno come il classicissimo Vino Nobile di Montepulciano 2008 delle Cantine Crociani.

TORO
Fino alla metà di giugno Giove sarà nel vostro segno e, come sua abitudine, non potrà che portarvi fortuna e buon notizie. Approfittatene e cercate di realizzare tutti i vostri desideri, perché le stelle vi saranno altamente propizie, almeno fino all’inizio di ottobre quando Saturno entrerà nel segno opposto dello Scorpione, cercando di scombinare qualcuna delle certezze che vi siete costruiti. Iniziate l’anno con un bel brindisi ai vostri successi. E qual è il modo migliore per festeggiare che con una Magnum di Cristal 2004 di Louis Roederer? Opulenza e classe, agrumi ed eleganza, seducente e impossibile da non adorare, da gustarsi ogni goccia. Per voi del Toro, d’altronde, una bottiglia “normale” finisce sempre troppo in fretta…
Quando, da ottobre in poi, avrete bisogno del conforto di un vino che vi risulti familiare, prendete come punto di riferimento il Piemonte. In questa regione sono tanti i vitigni che potrebbero fare per voi, ma, per andare sul sicuro, scegliete bottiglie dove a farla da padrone sia il Nebbiolo: Barolo, Barbaresco, Ghemme, Gattinara o Boca non importa, quello che conta è che vi sentiate coccolati. E dato che vorrete essere originali allora provate il Boca Doc 2007 delle Cantine Conti, emozioni d’altri tempi per un vino da riscoprire, da lungo invecchiamento ma godibile quasi già da subito questo Natale.

GEMELLI
Fino a fine giugno Marte vi romperà le uova nel paniere, rendendovi nervosi e suscettibili e facendovi sentire ogni tanto poco combattivi. Dall’inizio dell’estate in poi, però, rimboccatevi le maniche, perché inizierà un periodo in cui il cielo sarà davvero generoso con voi: Giove entrerà proprio nel vostro segno e ci resterà per un anno, garantendovi ogni sorta di fortuna possibile.
Per la prima parte dell’anno bisognerà contrastare la mancanza di determinazione, portata da Marte in quadratura, con un rosso corposo e gagliardo, che vi dia l’energia di cui sentite tanto il bisogno. Perché non fare un viaggetto in Sardegna? Carignano del Sulcis, Bovale, ma soprattutto Cannonau: l’influenza calmante del mare e l’ardore alcolico delle uve non potranno che giovarvi come potrete scoprire affrontano il maestoso Cannonau di Sardegna Perda Rubia.

CANCRO
Fino alla metà di giugno Giove e Marte saranno nei segni amici di Toro e Vergine e, in più, dall’inizio di ottobre finalmente Saturno lascerà la posizione che vi rendeva la vita difficile da due anni. Cosa dire quindi di questo 2012? Iniziate a costruire quello che vi sta a cuore fino dai primi mesi, per poi finire l’anno con una serie di scoppiettanti successi!
Siccome non avrete momenti particolarmente bui durante i quali dovrete consolarvi, durante questo 2012 vi consiglio di andare in Emilia Romagna e di concedervi una serie di rossi allegri e frizzanti, che vi facciano sentire sempre in un’atmosfera di festa. Lambrusco, Barbera, Bonarda GUTTURNIO l’importante è che vi venga voglia di brindare con gli amici. Ad esempio provate il Lambrusco di Sorbara DOC “Lambrusco del Fondatore” – Cleto Chiarli che unisce l’apparente semplicità del Sorbara con una profondità inedita.

[articolo completo su Business People, in edicola]

5 Commenti

avatar

enrico togni viticoltore di montagna

circa 10 anni fa - Link

io che sono cancro accetto il consiglio, ma berrò i vini di podere il saliceto del mio amico Zampaolo

Rispondi
avatar

gian paolo

circa 10 anni fa - Link

Ehilà Enrico....ma dai si sente quella leggera cadenza emiliana quando parlo? le s sembrano z? tornando in "topic" e io che sono della bilancia che vino devo bere?Facciamo così io bevo l'erbanno di Togni c'lè boun.Zao zao GP

Rispondi
avatar

esperio

circa 10 anni fa - Link

Fantastico, proprio ci voleva. Oh ma siamo sicuri che ci hai visto giusto? Speriamo bene. In fondo, occasionalmente, un buon lambrusco a me non dispiace.

Rispondi
avatar

Giulia

circa 10 anni fa - Link

Male che vada prendi una bella ciucca... pensa un po' chi sbaglia le previsioni in borsa!

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 10 anni fa - Link

La Sardegna mi manca proprio, ci vòle!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.