Lambrusco DOC, la guida completa di Intravino

Lambrusco DOC, la guida completa di Intravino

di Redazione

La notizia dell’anno, in tempi non Covid, sarebbe stata davvero la storica unione di Modena e Reggio sotto un’unica bandiera per il Lambrusco. Il 2021 ha visto infatti nascere con un nuovo logo e un nuovo direttivo il Consorzio Tutela Lambrusco che rappresenta otto denominazioni, ovvero, Lambrusco di Modena DOC, Lambrusco di Sorbara DOC, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC, Lambrusco Salamino di Santa Croce DOC, Reggiano DOC, Colli di Scandiano e di Canossa DOC, Reno DOC e Bianco di Castelfranco Emilia IGT per un totale di circa 16.600 ettari vitati e una produzione che nel 2020 ha superato del 3% i 42 milioni di bottiglie di Lambrusco DOC del 2019.

Certo, quando si parla di Lambrusco, si parla soprattutto dei 180 milioni di Lambrusco IGT che quest’anno hanno ovviamente beneficiato di un boom commerciale dovuto alla pandemia, ma il discorso qualitativo è spesso sulla DOC. Il lambrusco è un caso particolare di vino senza competitor, è una categoria a sé che però rischia di essere una commodity come l’altra grande bollicina bianca italica di cui conoscete il nome. La domanda scottante cui il consorzio deve rispondere è appunto come far crescere il lambrusco soprattutto come valori dei terreni e remuneratività per chi si impegna nella produzione di qualità.

Le porte di ingresso oggi nel Lambrusco sono diverse e le chiavi comunicative molte e variegate. Il Consorzio sembra voler partire dai colori e in effetti non esiste una DOC con tante variazioni e sfumature di rosa, bianco e rosso e a partire dalla sfida lessicale (rosa confetto? rosa schocking? rubino chiaro? che colore ha veramente un sorbara o un salamino?) prosegue nei bicchieri e oltre. Si può pensare di pasteggiare a Lambrusco dall’aperitivo e antipasto fino al dolce senza cambiare denominazione oppure varie DOC a seconda del momento della giornata.

Ancora ci si può avvicinare dal Sorbara secchissimo e diretto, molto modaiolo  nella sua acidità e freschezza per attirare gli amanti delle bollicine, oppure dalla vinosità dei Grasparossa che può attirare chi ama i rossi di struttura o infine attraverso i rifermentati e petnat grande moda del momento nel campo dei naturali bioqualchecosa e con richiamo alla tradizione dei frizzanti e rifermentati storici dell’Emilia.

Le chiavi di lettura quindi sono tante ma non possono prescindere dalla qualità nei bicchieri che oggettivamente c’è, eccome. Tutto sta a comunicarla e dargli il giusto spazio e il consorzio “nuovo” è qui per questo e per la prima volta nella sua storia ha al suo interno risorse e accordo per operare al meglio.

Legenda: Voti di AG Andrea Gori / SS Sabrina Somigli / AM Alberto Muscolino

Intravino ringrazia il consorzio e i soci per aver partecipato alla degustazione


Lambrusco di Sorbara Metodo Classico


Cantina della Volta – Trentasei: fragole pepe e susine mature, croccante crosta di pane e traccia balsamica AG88; SS88

Cantina della Volta – Rosé: colore buccia di cipolla. Naso di rosa e fiori secchi, leggero e intrigante. Sapido e fruttato con buon sviluppo, bollicina cremosa e bel finale agrumato e di frutto rosso SS90; AG89

Cantina Zucchi – Classico: salino iodato, lamponi e fragole, sorso scattante e appuntito, bel finale di frutta, pan brioche AG88; SS88

Cavicchioli – Rosè del Cristo: rosa antico, brillante, naso floreale, rosa, ribes, fragola bianca, burro. Bollicina croccante, bocca dinamica, sorso energetico con discreta complessità. Buon finale con sapidità che incalza SS91; AG87

Cantina della Volta – Brut Rosso: rosa tenue, amarene e tabacco, sandalo e mallo di noce, deciso e ricco, sorso di bella sapidità e ritmo AG89; SS89

Podere Il Saliceto – Ringadora: dorato riflessi ramati, frutti rossi, ribes ma anche cenni di frutta secca e lampone disidratato. Bocca strutturata, sorso morbido con bollicina cremosa, aromi di macis e nocciola SS91; AG87

Villa di Corlo – Elettra: rosa confetto. Agrumato e sorso salino e citrino,  sorso abbastanza denso. Resta in bocca per la bella acidità limonata SS88; AG85


Lambrusco di Sorbara Charmat


Cleto Chiarli – Lambrusco del Fondatore: rosa shocking. Vinoso, iris, frutta a polpa bianca, maggiorana, naso tipico. Sorso vibrante di acidità fruttata, bollicina cremosa e finale salino che vira sull’agrumato SS90; AG85

Paltrinieri – Lariserva: ramato. Floreale e cenni di albicocca lieve sentore di cipria, rosa e pompelmo rosa. Acidità, bel sorso succoso, giocato tutto sull’acidità citrina. SS91; AG83

Garuti Vini – Valentina: rosa pallido, ciliegia cipria vaniglia e pepe bianco, sorso croccante preciso e sapido, grande ritmo AG90; SS90

Cantina Zucchi – Rosato: rosa confetto, glicine anice e lamponi, dolce e intrigante, ruffiano ma non troppo, bella spinta AG88; SS87

Cantina Zucchi – Rito: rosa confetto, ribes rosso, vaniglia e cipria, fragole , sorso piacevole e croccante SS87; AG86

Cantina Zucchi – Purezza: rosa confetto, ciliegia e fragole, floreale rosa e viole, bocca con equilibrio dolce e levigato, finale sapido AG85; SS85

Cantina Zucchi – Etichetta Bianca: rosa confetto scuro, ribes e liquirizia, sandalo e lieve nota ematica e selvatica, rose e fragole nel finale AG86; SS86

Cantina Divinja – Unico: rosa confetto, lamponi viola e rosa, tabacco e resine, struttura e speziatura, bella complessità nel finale AG87; SS86

Cantina Divinja – Rosae: rosa tenue e sottile, ribes e sandalo , ciliegie e menta, sorso particolare roccioso e fruttato, finale che intriga AG89; SS87

Vezzelli – Morosa: rosa scuro, ciliegie e pepe, succoso e pronto, deciso e a tratti accomodante e dolce, grande finale AG90; SS86

Paltrinieri – Leclisse: rosa ramato, cenni sambuco e rosa, speziatura lieve, pesca. Buona fresca e salina, buon finale tra lampone e minerale di salgemma che rendo il sorso goloso SS89; AG88

Paltrinieri – Sant’Agata: rosa ramato. Fragolina e lampone, pesca e basilico. Sorso molto acidulo di limone, maggiorana e dragoncello. Finale piccolo SS88; AG85

Paltrinieri – Piria: Rosa intenso antico. Frutti di bosco, piccoli cenni di mentuccia e erba cedrina. Bocca esile e succosa. Finale invitante SS87; AG84

Vezzelli – Il Selezione: rosa chiaro, ribes rosso e affilato, agrumi kumquat e gessoso, molto acceso AG85; SS85

Cantina Divinja – Divino: rosa confetto, floreale rosa e lavanda, arancio rosso e cumino, pepato e saporito AG87; SS84

Cantine Lombardini – Del C’Era una Volta: rosa confetto, stuzzicante, netto e balsamico, finale di bella sostanza non solo acidità AG88; SS84

Cleto Chierli – Vecchia Modena Premium: rosa confetto, ribes rosso e tamarindo, fragole e resine, acidità tagliente AG85; SS85

Cantina di Carpi e Sorbara – 923 Terre della Verdeta: rosa confetto scuro, visciole amarene, liquirizia e alloro, bel finale di profondità AG87; SS87

Villa di Corlo – Primevo: rosa confetto chiarissimo, cipria, talco, anice, sorso ricco e pepato AG86; SS88

Cavicchioli – Vigna del Cristo: rosa confetto scuro, piacevole fruttato e arancio, viole e amarene, finale e sorso di bella intensità ed equilibrio AG87; SS84

Pezzuoli – Pietrachiara: rosa pallido, anice e mughetto, rosa thea, ribes e lamponi, saporito e ritmato, lieve e distinto AG88; SS84

Tenute Campana – Dei tenori: rosa fucsia, melagrana, big bubble, menta e eucalipto. Acidità importante non appiattita dal dosaggio importante. Confettino un po’ ruffiano. Cenni anche di friggitello e vegetali in chiusura SS87; AG86

Righi – Gaetano Righi: cerasuolo, vinoso e naso di alchermes, amaretto e confetto. Spostato su sentori evolutivi e tendenzialmente dolci. Sorso equilibrato nel suo sviluppo, bollicina impecettibile, largo ma non affatica SS87; AG82

Cantina Santa Croce – Lambrusco di Sorbara: rosa confetto scuro, vaniglia pepe e fragole, croccantezza e sapidità, avvolgente e carnoso il palato AG88; SS86

Garuti Vini – Dante: rosa di media intensità, ribes kumquat e ciliegie fresche, finale di struttura e sapidità bellissime AG89; SS86

Cantina di Carpi e Sorbara – Linea Stile: rosa confetto scuro, lavanda e incenso, senape e zenzero, bocca succosa con bella acidità AG87; SS86

Cantina Zucchi – Marascone: rosso rubino, tabacco e ciliegia, cacao e mallo di noce, gustoso e profondo, bella complessità ed eleganza AG90; SS87

Cantina Carafoli – C’era una Volta: rosa arancio, ribes e  fragoline, floreale e salvia, sorso piacevole e stuzzicante S86; AG85

Ca’ de Medici – Remigio: rosa pallido, rose e ribes rosso, sorso molto acido con non molta lunghezza AG 84; SS84

Cantina Divinja – Primi Profumi: rosa scuro con toni ambrati, fragole in confettura e pepe nero, sorso corposo con bella lunghezza vanigliata ruffiana ma servito fresco decisamente efficace AG86; SS85


Lambrusco di Sorbara Rifermentati in bottiglia


Cantina Divinja – Ciso: rosa pallido, confetti mandorle fragole e melograno, sorso soffice cremoso, carezzevole e ruffiano ma con finale che lo slancia  AG89; SS88

Paltrinieri – Radice: rosa tenue, salmonato, susina, ribes rosso tocco di cassis, senape e zenzero, finale non in lunghezza  AG89; SS84

Cantina di Carpi e Sorbara – Omaggio a Gino Friedmann: rosa fucsia. Naso tipicissimo, fragolina, liquirizia, caramella inglese. Sorso fresco, gradevole, molto fruttato, succoso, salino, finale di succo di in crescendo  SS91; AG90

Marchesi di Ravarino – Baby Magnum Ancestrale: rosa aranciato brillante. Naso pulito e preciso, ricorda la frutta secca, l’amaretto, qualche nota carnacea, poi frutti di bosco. Bocca succosa e calda, dinamica, vitale. SS90; AG85

Cantina della Volta – Rimosso col fondo: rosa pesca leggermente torbido. Naso sporchino, c’è del floreale, cenni di saponetta al mughetto. Sorso ricco e polposo, acidulo, un po’ grossolano sul finale SS86; AG86

Francesco Bellei – Ancestrale col fondo: rosa salmone brillante, limpido. Succo di melagrana, sentori metallici, rosa canina. Bocca morbida, con bollicina cremosa, tira fuori un sapore metallico che lo penalizza. Finale molto corto su cenni marini SS85; AG84

Podere il Saliceto – Falistra: rosa salmone acceso. Leggermente velato. Naso di frutta tropicale e mango, pesca e mentuccia romana. Sorso ricco, dinamico fresco, con bollicina cremosa quasi impercettibile, bel ritorno di frutta, acqua di fiori di arancio, bella tenuta sapida SS90 AG86

Cantina Puianello – Ancestrale Rosé: rosa pallido e fresco, confetti, lamponi e ribes, sorso di intensità e sottigliezza, finale croccante e nitido AG87; SS87


VSQPRD


Francesco Bellei – Lambrusco di Sorbara Riserva: paglierino brillante, naso agrumato, cenni di crosta di pane, burro, mandorla. Buon ingresso in bocca, bollicina acidità agrumata, sapido in finale accompagnato da ritorno di caramella di orzo.  SS89; AG86

Francesco Bellei – Brut Rosé Metodo Classico: rosa pallido, melograno, tabacco, anice ed erbe aromatiche, confetto cipria vaniglia, finale agile e pronto AG90; SS87

Medici Ermete – Unique Metodo Classico: rosa molto tenue, naso di cipria, spezia, ribes rosso e leggero fruttato, asciutto e piccante, decisa la bolla AG85; SS83

Francesco Bellei – Brut Rosso Metodo Classico: rosa shocking. Naso complesso, tra cenni di macchia mediterranea, alloro, melissa e fragola. Sorso vegetale, fresco medio, buona struttura, non troppo lungo SS87; AG86

Cleto Chiarli – Rose Brut: Colore rosa tenue. Naso pulito di rosa, fragoline e ribes. Bocca tagliente, fresca e beverina. AM88; SS87

Cantina Ventiventi_II – VentiVenti pas dosé MC: Paglierino scarico. Naso iodato, ostrica, scoglio. Bocca succosa, calda, vera. Finale medio SS89; AM88

Cantina Ventiventi_II – VentiVenti Brut: Paglierino molto scarico. Note vegetali non eleganti cenni fumé. Bocca sapida, dinamica. Finale medio SS86; AM86

Cavaliera – Caterina MC: Rosa antico. Naso di buona pulizia, floreale frutti rossi. Bocca sapida, veloce, succosa. Finale piccolo SS86; AM86


Lambrusco di Modena 


Quintopasso – Rosé: paglierino, mela matura, canditi e zafferano, finale di sostanza bollicina di discreta finezza e profondità AG90; SS86

Paltrinieri – Grosso MC: rosa antico, erbe aromatiche, menta, cenni di lime. Bocca molto verde e vegetale, bollicina cremosa, forte acidità agrumata, buona tenuta, freschezza di menta e cenni gessosi SS90; AG88

Cantina Ventiventi VentiVenti Rosé MC: dorato con riflessi ramati. Pompelmo rosa, cenni burrosi e nocciola fresca. Buon ingresso in bocca ricco e complesso, articolato al palato, sentori di evoluzione su pasta di mandorle e pasticceria. Buon sorso molto champenois SS92; AG89

Cleto Chiarli – Pruno Nero Dry: rosso rubino, sambuco e amarene, vaniglia tabacco e mallo di noce, bocca vivace di complessità non banale AG87; SS87

Righi – Extra Dry: rosa chiaro pallido, arancio e lamponi, ciliegie fresche, sorso accattivante con dolcezza che intriga AG85; SS84

Cantina di S. Croce – 100 Vendemmie Rosé: rosa scuro, piccantezza e salinità, liquirizia e bergamotto, bel carattere vinoso e freschezza AG86; SS87

Cantina Settecani – Vini del re: rosa pallido, confetto mandorle e fragoline, fruttato piacevole e con profondità non banale AG88; SS87

Cantina Settecani- 7Rosé: rosa chiarissimo, ribes rosso e pepato, ciliegie e erbe aromatiche, finale sapido ed elegante AG89; SS84

Podere Il Saliceto – Albone:  porpora, macchia mediterranea, alloro, zucchero di uva e frut joy. Vinoso, succoso, secco, respiro balsamico, vena amaricante golosa, gastronomico, tannino fuso e saporito SS88; AG87

Tenute Campana – Lambrusco di Modena: rosso rubino, menta, pepe, visciole, salinità e vinosità con ritmo di acidità ben calibrato AG88; SS82

Cantina Divinja – Il Morro: rosso chiaro, floreale scuro e visciola accesa, intriga e seduce alternando dolcezza a tannino e struttura SS88; AG86

Righi – Semisecco Righi: rubino scuro, tabacco visciole sambuco e ribes nero, vaniglia e dolcezze, sorso complesso e ricco, finale di grande avvolgenza AG87; SS87


Lambrusco Salamino di Santa Croce


Cantina Ventiventi Metodo Classico: porpora, violetta, piccoli frutti rossi, pesca. Ingresso vellutato, tannino saporito con giusto ritmo, tiene il sorso, finale lungo di violetta e cenni di liquirizia. Di bel respiro SS90; AG88

Cantina S. Croce – Vigne Vecchie: rubino scuro, erbe aromatiche, menta e lavanda, oliva tostata e pepe, sorso intenso e corpo non banale, tannino che fa la sua bella parte AG89; SS84

Cantina di Carpi e Sorbara – 903 Terre dei Pio: rubino scuro, lavanda, ribes nero, dolcezza che pervade il palato tra arancio rosso e ciliegia cotta, finale saporito AG87; SS84

Emilia Lambrusco IGT

Reggiana Muro del Diavolo Metodo Classico: rosso scuro, ciliegia amarene a pepe nero in grani, amarene e sandalo, tannino che si fa sentire, saporito AG87; SS87

Venturini Baldini – T.E.R.S ancestrale: rosa cerasuolo pallido, riflessi aranciati. Lampone, cenni di ferro, salmastro, pompelmo rosa. Entra quasi in punta di piedi, ma poi tira fuori una sapidità da manuale, quasi salato. In bocca sviluppa anche sentori di sangue e violetta, equilibrio gustativo molto interessante. Finale agrumato medio SS89; AG84


Emilia Lambrusco IGT Charmat


Cantina Fantesini – Gradisca: Colore rosso violaceo. Naso sfaccettato di rosa, smalto, geranio e un lieve sentore pungente di selvatico. In bocca è pieno e sapido. Dirompente. AM88; SS88

Rinaldini Az. Agr. Moro: Colore rosso violaceo. Al naso sentori vegetali pungenti, acetone e frutta scura. In bocca ha una chiara verve acida e sapida che esalta la componente vegetale. AM87; SS83

Rinaldini Az. Agr. Moro – Ros’è: Colore rosa cerasuolo. Naso di fragoline e note iodate. In bocca è fresco e tenue con finale corto. AM85; SS84

Cantina Fantesini – Rosso del Fante: Porpora, fittissimo. Vinoso, fruttato di ribes, mirtillo, sangue. Bocca saporita dinamica elegante. Finale con ritorno di frutta SS90; AM85

Alfredo Bertolani – Alfred: porpora fittissimo, naso prevalentemente vinoso, frutti di bosco, coerente con la bocca, particolarmente vivace e fresca ma appena monocorde. SS88; AM85

Albinea Canali – Meares: Colore rosso rubino-violaceo. Naso di rosa, lampone e fragolina. Bocca piacevole ed equilibrata con un ritorno floreale. AM86; SS86

Paltrinieri – Solco: Colore rosso violaceo. Naso di mora, viola e ciliegia in confettura. Bocca fresca a bilanciare la componente zuccherina. Chiude sul frutto. AM86; SS87

Ca’ de Medici – Terra Calda: Porpora fittissimo. Naso invitante e pieno, frutti rossi di bosco. Bocca delicata morbida e cremosa. Finale rilassato SS87; AM86


Lambrusco Grasparossa di Castelvetro


Cavaliera – Tiepido, rif. Naturale: Rosa limpido e pulito. Ciliegia e lamponi, mentuccia, erba cedrina. Bocca delicata, vitale, succosa, vera. Finale medio SS89; AG85

Cavaliera – Guerro, rif. Naturale: rosso porpora brillante. Speziato, cuoio cenni animali e succo di mirtillo. Vinoso, cenni di tannino saporito e non asciugante, buon sorso molto gastronomico SS88; AG87

Pezzuoli – Pietrarossa: rosso scuro, ciliegie amarene e visciole, sandalo e cumino, sorso sapido e fresco, finale profondo SS86; AG85

Corte Manzini – Fio di Lambrusco: Rosa intenso. Naso di frutti di bosco maturi. Bocca di buon peso, morbida, elegante, delicata. Finale in delicata persistenza SS88; AM86

Corte Manzini – Bollicine Corte Manzini: Rosa chiaro. Fresco, vegetale, poco intenso. Bocca sfuggente, corretta, pulita ma non incisiva SS85; AM84

Fattoria Moretto – Tasso: Colore rosso rubino-violaceo. Naso vinoso e marasca in prevalenza. Bocca coerente, vinosa e con tannino pronunciato. AM85; SS85

Fattoria Moretto – Casanova: Colore rosso rubino-violaceo. Naso di marasca, caramella gommosa e rosa. In bocca pieno e avvolgente con particolare lunghezza. AM86; SS86

Fattoria Moretto – Monovitigno: Colore rosso rubino-violaceo. Naso di frutta matura e leggera speziatura che torna in bocca chiudendo piacevolmente sul pepe nero. AM87; SS85

Zanasi Società Agricola – Sasso Storno: Colore rosso rubino-violaceo. Naso abbastanza vinoso in cui spiccano mora e geranio. In bocca la carbonica e leggera e il tannino smussato. Chiude sulla frutta. AM88; SS87

Corte Manzini – Secco: Porpora. Naso di fragola, ciliegia e frutti di bosco. Bocca morbida, delicata, di buon peso, succosa. Finale delicato e caldo SS88; AM85

Cantina Settecani – 7Bio: Porpora, limpido non troppo spesso. Naso non troppo vario, piccolo. Note incisive, gustose, calde, di buon peso, tannico leggero. Finale medio SS89; AM85

Zanasi Società Agricola – Antica Natura: Porpora, concentrato, deciso. Naso vinoso, caldo, corposo. Bocca elegante succosa, piacevole. Finale lungo e ben articolato, anche largo SS89; AM84

Righi – Righi: Porpora, di buona intensità. Naso appena vinoso, caldo. Armonico, succoso, pulito, tannino lieve, giustamente largo. Finale delicato SS86; AM84

Vezzelli – Rive dei Ciliegi: Porpora, molto piacevole. Naso di frutti rossi, ribes e lamponi, anche fragola. Bocca di buon peso, calda, armonica, viva, elegante. Finale in giusta densità SS88; AM87

Zanasi Società Agricola – Bruno Zanasi: Porpora, deciso. Bel frutto nero, mora e ribes, poi geranio. Bocca suadente, delicata, di buona pienezza. Finale lungo e complesso, caldo e armonico SS90; AM88

Corte Manzini – L’Acino: Porpora, fittissimo. Naso delicato, frutti di bosco assortiti da lampone a ribes, anche cenni speziati di pepe. Bocca delicata, integra corposa ben articolata. Finale equilibrato SS90; AM86

Pezzuoli – Pietrascura: Colore cerasuolo intenso. Naso di lampone, caramella gommosa, fragolina e leggera speziatura. In bocca è elegante e fresco con un finale delicatamente speziato. AM90; SS90

Villa di Corlo – Corleto: Porpora. Naso vinoso mora e prugna. Caldo, corposo, solido, dinamico e largo. Finale deciso e profumato. SS89; AM86

Cleto Chiarli – Vigneto Cialdini: Porpora, molto fitto. Naso non troppo ampio, appena accennati i frutti di bosco neri e rossi. Bocca di buon peso, equilibrata, cremosa. Finale succoso e solido SS89; AM86

Corte Manzini – Bolla Rossa: Porpora, molto deciso. Frutti rossi, ribes, ciliegia, poi cenni speziati di pepe note di mentuccia. Bocca di buon peso, calda, solida, gustosa, elegante. Finale medio SS88; AM84

Cleto Chiarli – Cleto Chiarli Bio: Porpora. Frutti neri e rossi di bosco, decisi, delicati, freschi. Bocca piacevole, densa e cremosa. Appena tannico. Finale succoso e fresco SS86; AM84

Cantina Settecani – Vini del Re: Porpora, deciso. Naso intrigante lampone fragola e ciliegia. Bocca di buon peso, calda cremosa, elegante, composta dinamica. Finale preciso SS89; AM86

Cantina Carafoli – Toccacielo: Colore rosso rubino-violaceo. Naso di ribes, mora e rosa. In bocca la carbonica è molto leggera e il ritorno è sui toni floreali della rosa. AM86; SS87

Villa di Corlo – Olimpia: Porpora fittissimo. Naso appena vinoso, caldo, frutti neri. Bocca di buona densità succosa calda dinamica e decisa. Finale lungo SS88; AM83

Fattoria Moretto – Semprebon: Porpora, molto fitto. Cenni vegetali, anche mentuccia, frutti rossi. Bocca di buona polpa, succosa, decisa e potente. Finale delicato SS87; AM85

Corte Manzini – Amabile: Colore rosso rubino-violaceo. Al naso spicca la visciola, la rosa e una certa speziatura. In bocca è dolce e bilanciato da un piacevole finale leggermente amarognolo. AM88; SS86


Lambrusco Reggiano


Venturini Baldini – Ca Del Vento: Rosa antico delicato. Naso strano, anche carne, floreale, vegetale. Bocca fresca e dinamica succosa, calda. Finale medio SS87; AM83

Alfredo Bertolani – Rosé: Colore rosa cerasuolo. Naso di fragolina e rosa e bocca fresca, verticale e stuzzicante. AM87; SS87

Alfredo Bertolani – Rosso All’Antica: Colore rosso rubino-violaceo. Naso intenso e incentrato sui frutti neri e cenni di catrame. In bocca è altrettanto incisivo con sentori balsamici e liquirizia e una chiusura speziata di pepe nero. Un lambrusco atipico e fuori dal coro. AM89; SS87

Venturini Baldini – Marchesi Manodori: Porpora, Molto floreale, rosa e viola, ciliegia. Note fresche di frutti di bosco. Bocca docile e tranquilla delicata abbastanza larga anche tannica. Finale medio SS90; AM87

Venturini Baldini – Rucino del Cerro: olore rosso rubino-violaceo. Naso vinoso e di mora in confettura. In bocca spiccano i tannini bilanciati dalla componente succosa della frutta. AM86; SS87

Medici Ermete – Concerto: Colore rosso rubino-violaceo. Al naso si avverte una certa dolcezza fruttata di confettura di frutti di bosco. La bocca è carnosa e presenta, al contempo, un tannino deciso a creare equilibrio. AM87; SS87

Cantine Lombardini – Il Lombardini: Porpora. Profumato, fragola e ribes, gradevole. Bocca succosa e calda, elegante, precisa. Finale prolungato SS87; AM84

Cantine Lombardini – Il Campone: Colore rosso rubino-violaceo. Naso vinoso con prevalenza di confettura di mora. Al palato è decisamente secco e brevilineo con chiusura floreale di rosa. AM85; SS88

Cantina Puianello – Scorza Amara: Porpora, fittissimo. Sangue, frutti rossi, naso esuberante. Bocca fluida succosa, potente delicata e viva. Finale lungo SS88; AM86

Reggiana – Vigna di Tedola: Porpora. Goudron, carne, ferro. Bocca calda soda decisa e gustosa. Finale medio SS86; AM84

Cantine Lombardini – Nubilaia: Colore rosso rubino-violaceo. Al naso si avverte prevalentemente la nota vinosa che si ripresenta in bocca in una forma essenzialmente rustica. AM84; SS84

Albinea Canali – Foglie Rosse: Colore rosso rubino-violaceo. Naso sfaccettato di fragoline, lampone e rosmarino. In bocca c’è un generale equilibrio, animato da un tannino presente, ma levigato. AM86; SS86

Riunite – Cuvée 1950: Colore rosso rubino-violaceo. Naso di frutti di bosco e bocca coerente fruttata e fresca. AM86; SS86

Rinaldini -Az.Agr.Moro – Reggiano: Colore rosso rubino. Al naso si avvertono note dolci di lampone e pungenti di ribes e rosmarino. In bocca la dialettica freschezza dolcezza si ripresenta piacevolmente. AM87; SS84

Ca De Medici – Piazza San Prospero: Porpora, fittissimo. Naso concentrato, frutti rossi e neri. Bocca calda sapida, armonica, abbastanza ricca. Finale corretto SS86; AM85

Ca De Medici – Remigiotto: Colore Violaceo intenso. Al naso spicca la visciola in confettura. In bocca è intenso e succoso, dal tenore zuccherino bene in evidenza. AM86; SS86

Cantina Puianello – Contrada Brogoletto: Colore Violaceo intenso. Al naso spicca la visciola in confettura. In bocca è intenso e succoso, dal tenore zuccherino bene in evidenza. AM86; SS87

Riunite – 1950: Porpora, molto fitto. Naso concentrato frutti di bosco, erbe aromatiche. Bocca calda soda e gustosa. Finale medio SS86; AM84


Lambrusco Grasparossa Colli di Scandiano e Canossa


Reggiana –  Tralcio Rosso: colore rosso rubino brillante. Naso di frutti rossi e rosa. Bocca che punta sulla freschezza con accenni di spezie sul finale. AM85; SS86

Albinea Canali – Coda Rossa: Colore rosso rubino. Naso dolce di confettura di prugna, miele di castagno e geranio. In bocca è pieno e spesso, con il tannino che bilancia la dolcezza. AM86; SS86

Cantina Puianello – Amarcord: lambrusco montericco Colli di Scandiano e Canossa: Porpora deciso. Vegetale, gambo di fiore, coriandolo.Bocca amara compressa, poco felice. Finale piccolo SS84; AM84

Cantina Puianello – Grasparossa: Porpora, fittissimo. Vegetale, peperone verde, frutti ribes. Bocca compressa, soda fresca. Finale piccolo SS85; AM84

Ca De Medici – Remigio 100: Porpora deciso. Frutti di bosco, deciso, inchiostro, china. Bocca delicata spessa e corposa. Finale lungo SS87; AM86


Altri


Pignoletto Dop, Cantina di Carpi e Sorbara – Ricordo di San Luca charmat: Paglierino scarico. Floreale, lieve fruttato di albicocca. Bocca piccola succosa fine delicata. Finale piacevole SS86; AM86

VSQ Cavaliera – Cavaliera MC: Paglierino scarico. Naso animale iodato, frutto albicocca, susina. Bocca delicata ricca suadente. Finale cremoso e caldo SS87; AM86

Pignoletto Doc, Cantina Ventiventi_II – Blanc de Blancs: Paglierino, abbastanza carico. Naso carnaceo, frutti gialli, potente. Bocca salina. Finale medio SS89; AM87

Pignoletto di Modena frizzante Dop Cavaliera – Nizzola: paglierino. Fruttato delicato, fiori bianchi, ribes bianco. Bocca succosa e corta. Finale medio SS86; AM85

Pignoletto Dop, Cantina di Carpi e Sorbara, – Linea style charmat: paglierino scarico. Naso di lychee, note floreali albicocca. Bocca succosa, calda vitale e viva. SS87; AM87

Rosato dell’Emilia IGT, Cantina Ventiventi – Rosato Ricanto: Rosa antico. Naso di buona pulizia, floreale frutti rossi. Bocca veloce, succosa. Finale piccolo SS86; AM86

Emilia IGT Passito, Cantina Fantesini – Notte di Dante: porpora fittissimo. Naso copertone, gomma, lacca. Bocca dolce. Finale stanco SS82; AM82

15 Commenti

avatar

franco

circa 4 mesi fa - Link

Molto bene, grazie a voi per esservi prestati all'assaggio e averci riproposto i risultati. Mi lascia un poco così la mancata presenza del gruppo (piccolo alla fin fine) Emilia Wine, che penso produca ottimi lambrusco reggiani, segnalo fra questi il "lambruscone" e la linea "1077". Ma ne lascio sicuramente indietro altri e di certo esistono motivi che ignoro... Bene inoltre che ci sia del fermento nella denominazione. Due cose due vorrei dire da profondo ignorante ma amante della propria terra(perdonate la confusione delle cose, spero passi il sottostante): reggiani svegliatevi e modenesi non isolatevi. Per costruire l'identità del lambrusco, per includere anche i più piccoli e dargli risalto, c'è bisogno del contributo di tutti. Ne ho sentite diverse dal basso della mia età: "il sorbara è il re dei lambrusco", "in pianura si fanno vini di m", "questa è la zona di elezione del lambrusco x e solo questa", "il lambrusco x esiste solo qua".... Sogno si delimitino le aree storiche in cui il lambrusco c'è da sempre. Qualcuno storcerà il naso, altri si lamenteranno di non aver le vigne in zona riconosciuta, ma è un occasione per tutta la denominazione di caratterizzare il prodotto e (penso) chiedere di più sul mercato. Sogno inoltre che, l'appropriazione di denominazione-territorio che hanno fatto i modenesi, sia possibile anche nel reggiano. O che comunque si arrivi a pensare con una sola testa. Il salamino viene svolto in maniere differenti fra queste due macro-aree ad esempio. In collina il lambrusco viene "cotto", in pianura resta più scattante. Sogno si curi la genetica delle proprie piante, ahimè le ultime, storiche. Sogno inoltre si possa preservare ciò che rimane delle vigne "a tendone"(bellussi), o comunque tornare a ripiantarle: o più semplicemente ragionare su che conduzione agronomica mantenere col surriscaldamento globale che avanza e il risultato che si desidera ottenere. Riunite: anche voi siete responsabili dello status quo, avete anche fra i vs soci persone che vorrebbero prodotti di maggior qualità, perchè intravedono la possibilità di ricevere una remunerazione maggiore... fatevi carico anche voi di cambiare il paradigma sul lambrusco, scendete dalla vs posizione di monopolio e aiutate i piccoli a crescere. In champagne ci sta chiunque: dalla grande coop. al garagista. Inoltre, troviamo fuori un po' di orgoglio e di capacità imprenditoriale: non facciamoci mangiare in testa da dubbie operazioni commerciali come è quella del prosecco rosè.

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 4 mesi fa - Link

è un bellissimo messaggio e mi pare che la strategia dei Consorzi riuniti sia proprio questa. Nei giorni trascorsi a Modena ne abbiamo parlato a lungo e la strada della territorio à va proprio in questa direzione ovvero realizzare anche a Reggio il modello costruito attorno al Sorbara. Basta smettere di essere invidiosi di quello fatto dal vicino e guardare il proprio orticello... certo il sistema delle cantine sociali non va proprio nella stessa direzione ma i tempi sono forse maturi per un cambio di mentalità anche a livello consortile. Noi siamo venuti via molto ottimisti sul fatto che sia fattibile tutto, basterebbe volerlo e oggigiorno c'è anche quasi l'obbligo di farlo visto che a questi prezzi la remuneratività è bassissima per tutti.

Rispondi
avatar

BT

circa 4 mesi fa - Link

solo applausi.

Rispondi
avatar

Manca

circa 4 mesi fa - Link

Mancano i voti del Falistra. Lo sappiamo che GP vi sta sulle palle. :D :D :D :D

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 4 mesi fa - Link

li cerchiamo subito! ma sarà stato un 99-99 ;-)

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...forse ( dico forse) mancano i due gioielli della denominazione , anche se prodotti in quantitativi confidenziali : il Gran Concerto di Medici Ermete , da uve Lambrusco Salamino Metodo Classico e , soprattutto , il Millesimato di Lini 910 , un altro fenomeno Metodo Classico sempre da Lambrusco Salamino ,che fa 9 anni sui lieviti . Aperto recentemente un 2004 da lacrima...

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...comunque ne mancano parecchi , anche di ispirati artigiani , che fanno delle vere e proprie eccellenze. Non dimentichiamo gli sconfinamenti nel mantovano di Fondo Bozole ( zona Poggio Rusco) e del raro Lambrusco Viadanese , sia in versione "Sabbionetano" che delle aree prospicenti il comune omonimo , di grezza rettitudine e piacevolezza... PS: perchè manca il Mention Honorable Premium di Chiarli ? Ottimo il Fondatore , però... PPS: secondo il mio modestissimo parere , voti un poco bassini per i gioielli di Paltrinieri , il "Frozza" di Sorbara , un artigiano fantastico...

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...PPPS: possibile che fra i Grasparossa non fosse presente il Corlet di Vilkla di Corlo e solo il Primevo come Sorbara ? E' un caposaldo dell'intera tipologia . Anche T.E.R.S. di Venturini secondo me ha valenza davvero alta , da un Lambrusco anomalo come Montericco ... forse eravate stanchi....

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...Corleto Villa di Corlo ... maledetti ditoni ...

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 4 mesi fa - Link

...sulle politiche "consorziali " dell'area del Lambrusco mi taccio , fino a ieri hanno fatto più danni delle cavallette , cooperative incluse. Ci sta il cambio di rotta , deo gratias... sulla comunicazione , troppa confusione , anche in questo caso tante e troppe analogie con l'area Prosecco . Secondo me mettere assieme tante svariate realtà e mentalità , sarà impresa titanica . Accontentiamoci del fermento e della smania individuale di migliorare una qualità media invero deprimente fino ad un paio di decenni fa : oggi per caratteristiche precipue, il Lambrusco potrebbe diventare comunicativamente un ariete enologico straordinario...

Rispondi
avatar

Damiano

circa 4 mesi fa - Link

Che titolone pieno di presunzione, guida 'completa' per poi tralasciare innumerevoli interpretazioni di territorialità, vitigno, etc etc. Se la si suona e se la si canta.

Rispondi
avatar

Spetnat

circa 4 mesi fa - Link

La guida completa e poi mancano i "naturali bioqualchecosa" (come dice denigrando ogni volta l'autore del post) Massimiliano e Camillo Donati?

Rispondi
avatar

Spetnat

circa 4 mesi fa - Link

Massimiliano Croci*

Rispondi
avatar

guido

circa 4 mesi fa - Link

"Intravino ringrazia il consorzio e i soci per aver partecipato alla degustazione" evento organizzato dal consorzio...i naturali sono tutti fuori ( ovviamente ) sarebbe bella una degustazione con i produttori di Emilia sur LI

Rispondi
avatar

Zotico

circa 4 mesi fa - Link

Fossero stati i soliti francesi del c. ci sarebbero state note più precise: E i rari lambrusco vinificati in bianco? E i rarissimi ma esistenti lambrusco fermi? E come si distinguono sopra, se non esplicitato, i frizzanti e gli spumanti?

Rispondi

Commenta

Rispondi a BT or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.