Intravino presenta Le Grandi Storie: 6 serate pazzesche in Langa

Intravino presenta Le Grandi Storie: 6 serate pazzesche in Langa

di Alessandro Morichetti

La buona notizia di oggi è che, dopo il trionfo del Genova Wine Festival in tandem con la corazzata Papille Clandestine, Intravino torna in pista, di nuovo nelle Langhe, di nuovo all’Osteria dell’Unione e di nuovo con un ciclo di 6 serate che – finalmente la novità! – porteranno in scena al Maracanà di Treiso 6 Grandi Storie del vino italiano.

Perché dopo averle messe in fila e incastrate sul calendario ho passato vari giorni a pensare un titolo azzeccato su queste grandi storie belle da raccontare e da vere finché la scelta è ricaduta su un classicone: Intravino presenta Le Grandi Storie.

Non una degustazione guidata, non una cena e basta, non una masterclass né tantomeno un laboratorio con sfilza di slide eppure c’è un po’ di tutto perché si beve, si mangia, si ascolta, si chiede qualsiasi cosa con lo spirito informato, libero e irriverente di Intravino. In osteria, comodamente seduti a tavola con uno o due piatti ogni sera e vari vini, da 4 a salire a seconda dell’ospite, dell’aperitivo e di tutte le variabili.

A condurre le serate, come lo scorso anno, saremo io e Davide Pellizzari, enologo e produttore in proprio, perché una spalla tecnica al passo coi temi e ben documentata su tutto tra vigna e cantina fa sempre comodo.

Il ciclo, come potete vedere, sarà trasversale sostanzialmente perché io mi sento tale. Ci saranno piccoli e grandi, aziende storiche e non, nomi blasonati e aziende di culto. In altre parole, c’è quello che io vorrei trovare sedendomi a tavola e cercheremo di usare meno slogan possibili, pratica noiosamente frequente. Che poi No Slogan è un bello slogan.

 

INTRAVINO PRESENTA

LE GRANDI STORIE
6 serate, 6 storie speciali del vino italiano

 

  • Mercoledì 17 aprile
    Walter Massa (Vigneti Massa)
    Nascita di una denominazione: il fenomeno del Timorasso e chi l’ha generato
  • Mercoledì 8 maggio
    Maurizio Zanella (Ca’ del Bosco)
    La Franciacorta di Ca’ del Bosco e una sfida tutta italiana
  • Mercoledì 15 maggio
    Stefano Amerighi
    Syrah, biodinamica e sogni di un vigneron del futuro presente
  • Mercoledì 22 maggio
    Brunello di Montalcino
    Un giro tra le vigne più esclusive di tutta la Toscana con Andrea Zarattini,
    ideatore di BaroloBrunello
  • Mercoledì 29 maggio
    Borgogno
    Cesare Borgogno tra passato e futuro del Barolo.
    Verticale di annate storiche con Andrea Farinetti
  • Mercoledì 5 giugno
    Poderi Colla
    Barolo, Barbaresco e altre storie di Langa, da Pietro Colla ad oggi nel ricordo di Beppe Colla

Attenzione poi. Oltre alle tante leccornie in salsa piemontese, un paio di special guests faranno capolino durante le serate: il pane itinerante di Davide Grimaldi con Panegiro, che da Bra sta diffondendo la cultura del buon quasi pane porta a porta, e i Grissini Cravero a Barolo, vera istituzione di paese.

Gli incontri inizieranno alle ore 20,30 presso l’Osteria dell’Unione. Il costo dell’intero ciclo è di 350 euro.
Per info e prenotazioni: amorichetti@gmail.com – wapp 349 53 71 050.

 

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

3 Commenti

avatar

PIETRO GARIBBO

circa 2 mesi fa - Link

Si può partecipare anche a singole serate ed in caso affermativo quanto è il costo? Grazie mille Pietro

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 2 mesi fa - Link

Salve Pietro, la partecipazione è pensata solo per l'intero ciclo.

Rispondi
avatar

Ale

circa 2 mesi fa - Link

Perchè organizzate queste serate pazzesche a Treiso? :-( Un milanese imbruttito :-)

Rispondi

Commenta

Rispondi a Ale or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.