Inghilterra Vs. Argentina | Nello spot della birra Carlsberg, Maradona è soltanto uno sguattero

di Antonio Tomacelli

“Per competere sul suolo inglese, ci stiamo allenando sul suolo argentino”. Letto così il claim dello spot lanciato dal comitato olimpico sudamericano (dopo il salto di pagina) fa la sua porca figura ma c’è un piccolo problema: le isole Falkland, scenario degli allenamenti del giocatore di hockey Fernando Zylberberg, non sono “suolo argentino” ma una minuscola colonia britannica dispersa nell’Oceano Atlantico. L’Argentina ne rivendica da sempre la proprietà ma neanche la tremenda guerra del 1982 ha risolto la querelle, e i rapporti tra i due paesi restano tutt’ora tesissimi. Inutili anche le proteste del comitato inglese: il presidente sudamericano Christina Kirchner ha dato la sua benedizione allo spot senza pensarci un attimo.

Nella guerra a colpi di spot si è inserita da ieri, non sappiamo quanto consapevolmente, la birra Carlsberg con un viral dedicato alla nazionale di calcio inglese, in vista dei prossimi campionati europei che si giocheranno in Polonia. Nel video si vedono alcuni ragazzi che fanno visita a un’immaginaria “Accademia dei tifosi”, una sorta di università che prepara al tifo più sfrenato. I professori sono vecchie glorie del calcio inglese ma, dopo circa un minuto, c’è uno strano riferimento al passato. Mentre il rettore guida i ragazzi tra le aule, si intravede di spalle una sagoma che ricorda Diego Armando Maradona, intento a spazzare i pavimenti dell’accademia. Giusto per non lasciare spazio ai dubbi, lo “sguattero” indossa la maglia della nazionale argentina.

Vogliamo leggerci una vendetta servita fredda per il gol di mano che eliminò la nazionale inglese dai mondiali di calcio? A sentire le proteste del popolo argentino — cui l’umiliazione inflitta all’eroe nazionale proprio non è andata giù — sembra proprio così, anche se la Carlsberg smentisce e sopisce. Nota curiosa per i tifosi italiani: dopo 4 secondi, si intravedono due persone che “traslocano” dall’accademia un grande quadro (dopo il video). Raffigura Fabio Capello e anche noi italiani siamo sistemati.

Il trasloco del ritratto di Fabio Capello

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

7 Commenti

avatar

GiacomoPevere

circa 9 anni fa - Link

Il boccale alla fine non ricorda un pò tanto questa? :) http://perthasian.info/wp-content/uploads/2010/06/FIFA-World-Cup-2010-Soccer-Printable-Match-Schedule-Updates.jpg

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 9 anni fa - Link

Non essendo né inglese, né argentina, mi sono piaciuti tutti e due. Nel senso che li ho guardati fino in fondo e che me li ricordo dopo dieci minuti.

Rispondi
avatar

esperio

circa 9 anni fa - Link

Lo spot argentino mi ricorda quello del "Mulino bianco", tanta retorica e patetica inadeguatezza. L'altro al contrario, intriso di una vena ironica nel contempo intrattiene e la dice lunga. Infine, la birretta in questione sarebbe meglio lasciarla maturare in eterno sugli scaffali, non ne vale la lattina.

Rispondi
avatar

Costanzo D'Angelo

circa 9 anni fa - Link

Quanto gli rode, madonna quanto ancora gli rode... Sai come se la ride "La mano de Dios" (o gli farà il mazzo così, alla Carlsberg).

Rispondi
avatar

Durthu

circa 9 anni fa - Link

Una precisazione: lo spot è stato lanciato dal governo argentino. Il comitato olimpico argentino in realtà se ne è distanziato, e casualmente, il giocatore protagonista dello spot molto probabilmente non farà parte della squadra olimpica argentina. http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/southamerica/falklandislands/9253986/Hockey-player-in-controversial-Falklands-advert-to-miss-London-Olympics.html

Rispondi
avatar

Mauro ArdeCore

circa 9 anni fa - Link

Le Olimpiadi sono da sempre un palcoscenico dove portare alla ribalta questioni politiche...lo spot Argentino è in linea con il rilancio degli interessi nazionali avviato dal governo Kirchner, passato ad esempio per la ri-nazionalizzazione della YPF. Lo spot della Carlsberg...boh, mi pare proprio girato per appagare l'immenso ego degli albionici. Tanto più che la Carlsberg è danese, manco inglese...

Rispondi
avatar

MAurizio

circa 9 anni fa - Link

Ma forse gli inglesi ne consumano più dei danesi ...

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.