I Tre Bicchieri 2017 Marche e Lazio del Gambero Rosso

I Tre Bicchieri 2017 Marche e Lazio del Gambero Rosso

di Antonio Tomacelli

“17 i premiati solo tra i Verdicchi, di Matelica e dei Castelli di Jesi e 3 tra gli Offida Pecorino: le Marche del vino affermano, anno dopo anno, la loro vocazione bianchista”.

MARCHE
Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Crisio Ris. 2013 CasalFarneto

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Lauro Ris. 2013 Mattioli

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Salmariano Ris. 2013 Marotti Campi

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. San Paolo Ris. 2013 Pievalta

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. San Sisto Ris. 2014 Fazi Battaglia

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Utopia Ris. 2013 Montecappone

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Villa Bucci Ris. 2014 Bucci

Conero Campo San Giorgio Ris. 2011 Umani Ronchi

Offida Pecorino Artemisia 2015 Spinelli

Kupra 2013 Oasi degli Angeli

Offida Pecorino Guido Cocci Grifoni 2013 Tenuta Cocci Grifoni

Offida Pecorino Rêve 2014 Velenosi

Offida Rosso Vignagiulia 2013 Dianetti

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Il Priore 2014 Sparapani – Frati Bianchi

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Misco 2015 Tavignano

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Sabbionare 2015 Sabbionare

Verdicchio di Matelica Collestefano 2015 Collestefano

Verdicchio di Matelica Mirum Ris. 2014 Monacesca

Verdicchio di Matelica Vign. B. 2015 Belisario

Verdicchio di Matelica Vign. Fogliano 2013 Bisci

 

“Un 2014 piovoso e un 2015 caldissimo hanno messo in difficoltà il comparto vitivinicolo del Lazio, con risultati che obbligano a una seria riflessione all’approccio produttivo in vigna e in cantina.”

LAZIO
Antium Bellone 2015 Casale del Giglio

Cesanese del Piglio Sup. Hernicus 2014 Coletti Conti

Fiorano Rosso 2011 Tenuta di Fiorano

Frascati Sup. Epos Ris. 2015 Poggio Le Volpi

Habemus 2014 San Giovenale

Montiano 2014 Falesco

Poggio della Costa 2015 Sergio Mottura

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

6 Commenti

avatar

Tom

circa 5 anni fa - Link

sono così pochi i rossi marchigiani meritevoli? mah...

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 5 anni fa - Link

Grande Spinelli....Avanti cosi !!

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 5 anni fa - Link

Habemus 2014.....mah ?? 2013 di sicuro...!!

Rispondi
avatar

antonio

circa 5 anni fa - Link

Incredibile novità tra i tre bicchieri del Lazio: Falesco Montiano!!!!!

Rispondi
avatar

Scon

circa 5 anni fa - Link

Soliti nomi, spesso noiosi. Nel Lazio alcuni premi letteralmente regalati, vini sempre tutti uguali, prodotti industriali infallibili, c'è poco di vero in tutto questo. L'unica cosa vera, purtroppo, come al solito, sono i soldi che girano intorno al mondo vino. Scusate, momento di scoraggiamento

Rispondi
avatar

Matteo

circa 5 anni fa - Link

Indubbiamente nelle Marche è corretto che il Verdicchio abbia un posto d'onore. Pare però che snocciolare tutti quei meravigliosi bianchi (2014???) , abbia monopolizzato l'attenzione della commissione del Gambero. Chissà se qualcuno di loro si è fermato in provincia di Pesaro per provare un Pinot Nero o un più semplice Sangiovese? Amo il Verdicchio, ma il dubbio resta...

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.