Genova per voi | Terroir Vino e Vinix Unplugged

di Jacopo Cossater

Nessuna manifestazione, in Italia, è così strettamente legata al web come Terroir Vino. Nasce nel 2005, emanazione del portale Tigullio Vino, e poi della vasta comunità di Vinix. Internet è fin dall’inizio il terreno nel quale fonda le radici e trae linfa. Momento di incontro tra le tante realtà che già allora avevano fatto della rete parte del proprio quotidiano, con il passare degli anni cresce fino ad arrivare alla formula odierna. Dalla prima riunione semi-carbonara in un ristorante, poi in spazi espositivi sempre più belli e grandi, fino ai Magazzini del Cotone: appuntamento il prossimo lunedì, il 7 giugno, a Genova.

La formula è quella che tutti conosciamo, con tante aziende che presentano al pubblico ed agli operatori le proprie produzioni. C’è n’è per tutti i gusti, da nord a sud, tante le cose interessanti. Peculiarità, quasi una sfida, da quest’anno gli espositori avranno la possibilità di effettuare vendita diretta all’interno dei Magazzini del Cotone al cosiddetto prezzo sorgente, ovvero il prezzo prossimo a quello praticato nei confronti degli operatori – bar, ristoranti, enoteche. Questo ci piace.

Preliminare alla manifestazione, e parte della festa, durante l’intera domenica da-non-perdere la seconda edizione di Vinix Unplugged. Un incrocio tra un barcamp ed una conferenza. Un momento in cui le  discussioni portate avanti online durante l’anno trovano riscontro in real life. Dal digitale all’analogico, in qualche modo. Tanti spunti e tanti interventi programmati. Clima informale e nessuna barriera tra oratori e pubblico. Ci sarà chi dirà la propria per dieci minuti e la conseguente possibilità di domandare e dibattere per altri dieci. Mai come quest’anno poi, aspettando questa sorta di non-conferenza, la sensazione è che si sia abbandonato un certo metalinguaggio e si sia cominciato a parlare più del contenuto che del contenitore. Superamento della diatriba tra web e carta stampata, per dire, e interventi forti per proporre un’idea o per portare testimonianza della propria esperienza. In streaming audio e video, per chi non sarà presente.

Il Garage Wine Contest invece è cosa nuova, dedicata a chi produce vino per sé e non è abituato a confrontarsi con il mercato: per una volta può. Domenica sera ci sarà una degustazione cieca di tutti i campioni pervenuti, e si deciderà il miglior garagista d’Italia. Son soddisfazioni. E poi il Baratto Wine Day. Ma di quello abbiamo già scritto.

Jacopo Cossater

Comunicazione digitale ed e-commerce, è tutta una questione di vino, di birra artigianale e di trail running. Vive in Umbria, a Perugia, ha un debole tanto per i Paesi del Mediterraneo quanto per quelli scandinavi ma non potrebbe mai fare a meno dei ritmi dell'Italia Centrale. Giornalista, su Intravino dal 2009.

2 Commenti

avatar

Filippo Ronco

circa 11 anni fa - Link

Grazie a tutti, ci vediamo a Genova! Ciao, Fil.

Rispondi
avatar

gianpaolo

circa 11 anni fa - Link

e mi raccomando, rispetto per i tempi del barcamp, se no diventa un barsport :)

Rispondi

Commenta

Rispondi a gianpaolo or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.