Borgogna  ancora accessibile: Marguerite Carillon, Chartron et Trebuchet e Eugenie Carrion in assaggio

Borgogna ancora accessibile: Marguerite Carillon, Chartron et Trebuchet e Eugenie Carrion in assaggio

di Andrea Gori

Non durerà ancora molto la possibilità di gustarsi della buona Borgogna a prezzi decenti. Come se non fossero già alti, le ultime scarse vendemmie preannunciano poca quantità e prezzi con ritocchi vertiginosi il che sta portando molti a cercare al di fuori di questa regione per soddisfare voglia di grande chardonnay e pinot nero.

Se per lo chardonnay ci sono buone speranze, per il pinot nero la situazione appare più complicata ma per capirci qualcosa abbiamo assaggiato diverse bottiglie distribuite in Italia dal GCF Group che aveva già dato bella disponibilità di bottiglie da Bordeaux. L’impressionante insieme di domaine di proprietà della famiglia Helfrich qui comprende  Domaine Aleth (Chablisien), Domaine Michaut (Chablisien), Domaine Carrion (Chablisien), Domaine Saint Saturnin de Vergy (Hautes Côtes de Nuits), Domaine Moillard (Côte de Nuits), Domaine Marguerite Carillon (Côte d’Or et Chablisien), Domaine Maurice Ecard (Côte de Beaune), Domaine des Riottes (Côte de Beaune), Domaine Roland Sounit (Côte Chalonnaise), Domaine Protheau (Côte Chalonnaise), Château de la Tour de l’Ange (Mâconnais) e Domaine du Chapitre (Mâconnais).

Ecco i nostri assaggi da quattro di questi domaines.


Bollicine


CHARTRON TREBUCHET Cremant Extra Brut 2018 un dosaggio fatto solo per l’Italia, particolarmente ridotto, svela uno chardonnay incalzante e piacevolissimo con anice, menta, croccantezza, piacevolmente sapido e profondo con lunghezza e saporosità intrigante, quasi al livello di molti champagne di ingresso ma alla metà del prezzo. 88

CHARTRON TREBUCHET Cremant Rosé Brut 2018 colore pallido ma invitante, naso classico di lamponi, ribes rosso, menta e zenzero, ha croccantezza bella piacevole e succosità ma non eccessiva finezza. In ogni caso per il prezzo è vino decisamente interessante per tante carte di vini. 86


Vini bianchi


Marguerite Carillon Corton Charlemagne 2017 sontuoso e ricco come terroir comanda e le note sono presenti tutte e molto in alto sull’equalizzatore di Borgogna: confettura di arancio giallo, nocciole, tostature e toni briosciati sono presenti insieme a tostature ricche ma sempre rispettose e note balsamiche e gessose di grande fascino. 95

Marguerite Carillon – Meursault 2018 apre su polvere da sparo poi note di “stone fruit” tra susina, pesca saturnina, contornati di bella menta, alloro, zenzero. Sorso di  croccantezza assortita , burro nocciole in bello stile e lunghezza. 92

Domaine Sires de Vergy 2019 Haut Cotes de Nuits pepe bianco senape e talco, lieve, delicato, dolce e agrume lievissimo, mandarino, acidità e intensità con bella tensione. 88

Chartron & Trebuchet Saint Veran 2020 giovanile ma da godere subito, naso ampio, agrumato poi arricchito da spezie piccanti, pepe bianco, susina matura, il sorso è incalzante e saporito, roccioso semplice ma non banale. 87

Chartron et Trebuchet Chablis 1 Cru Beauroy 2020 ampiezza e stile, note di roccia con ostrica, ciclamino, tiglio, pepe rosa, pompelmo e zenzero , sorso di sostanza e piacevolezza, pietra focaia e agrumi nel bel finale. 90

Chartron et Trebuchet  Chassagne-Montrachet 1 Cru Embazees 2017 arancio candito, vaniglia, pepe e croccantino, sontuoso ricco e bello pepato, mostra un lieve alcol ma ha struttura splendida e gusto intenso tra miele di tarassaco, nocciole e la persistenza di frutta candita con calore arrembante e acidità a tenere sempre botta benissimo. 93

Chartron et Trebuchet – Meursault 2017  il vigneto di casa si sente benissimo in questa interpretazione molto fresca di Mersault che unisce frutto bianco e giallo con tono pepato e burroso ben in equilibrio, gusto e saporosità rimarchevoli con noci pecan, vaniglia e pepe bel finale. 91

Chartron Et Trebuchet Meursault 1 Cru Charmes 2016 burro e noccioline, zolfo e riduzioni assortite, senape, pepe bianco, timo, limone, maggiorana, incalza il palato e suggestiona tra rimandi piccanti, miele e zenzero, spinta acida e fresca di bel ritmo, finale agile con persistenza agrumata lunghissima. 94

Chartron et Trebuchet Poully Fuissè 2018 avvolgente, sapido, roccioso, visciola chiara, ribes bianco, ampio e saporito, anice e freschezza appena vegetale, invitante e pronto subito. 87

Eugenie Carrion Chablis AOC 2019 come molti Chablis di queste annate racchiude acidità pimpante e grande maturità anche eccessiva per gli amanti dello Chablis di una volta. Naso tra lime e zest, pesca gialla, pepe bianco, sorso con discreta acidità e ritmo, ben giocato in semplicità. 89

Eugenie Carrion – Chablis 1er Cru 2019 Montmain un cru a sud di Chablis della terra di mezzo tra 170 e 220 mt sul livello del mare che colpisce per ricchezza e succosità, lunghezza ed equilibrio di acidità, corpo e sensazioni agrumate mai troppo insistite e omologanti, palato da vino di gastronomia. 92


Vini Rossi


Bourgogne Haut Cotes de Nuits 2019 Domaine Saint Saturnin de Vergy rosso da battaglia ma comunque pimpante, fresco e saporito, ciliegia fragola, pepe nero, senape, lunghezza più che discreta anche se resta un peso piuma nelle intenzioni e nei modi garbatissimi. 88

Hospices de Beaune – Volnay 1 Cru 2016 incantevole a dir poco il naso tra belle tostature, poi incenso, rose e viole candite. Nota tannica di livello pregevolissimo e una croccantezza finale rimarchevole con note di uno splendido sottobosco pepato e rimandi balsamici. Carezzevole e grintoso allo stesso tempo. 95

Maldant Pauvelot – Aloxe Corton 2016 caramello, mallo di noce, legno, vaniglia, cannella, pepe e croccantezza, corpo e intensità ben dosate, tannino godereccio già in parte risolto e pronto. 90

Marguerite Carillon Pommard 1er Cru 2017 Palatiere climat a nord del paese, si presenta incantevole e invitante tra viole e lamponi, ribes e pepe, ampio incenso e violette, in bocca ha bella lunghezza e saporosità. 93

Chartron et Trebuchet Pommard 1er Cru 2017 Le Grand Epenots bella nota di durone maturo, olive tostate, floreale di viola fresca e candita, cuoio amarena, pepe e rafano, al gusto è croccante sapido e distinto, bel finale anche se con nota calorica che si fa sentire. 92

Chartron et Trebuchet Chambolle Musigny 2017 dolce e delicato frutto di grande finezza, finale di emozione e piacere, fino ad arancio rosso e pepatura fitta, finto lieve ma resta traccia ben composta nel palato di energia, Musigny in fase godereccia. 93

Chartron et Trebuchet Gevrey-Chambertin 1 Cru Champeaux 2017 eleganza e bella dimostrazione anche di potenza per un vino che colpisce al naso subito per  ottimo lato fruttato e terroso da cui emergono note di sandalo, amarene, ribes nero, ferro e senape, cuoio, liquirizia e pepe nero. Sorso di eleganza e decisione. 92

Chartron et Trebuchet Volnay 1er Cru Les Chenes 2017 amarene, resine, ribes nero, dolcezza e nota ferrosa che preannuncia un  grande ritmo e sensazioni balsamiche fumè ben dosato. Sorso succoso, da aspettare per il tannino ma già in parte garbato se ben abbinato. 92

 

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

3 Commenti

avatar

Vinologista

circa 3 mesi fa - Link

E' possibile avere qualche prezzo di Marguerite Carillon?

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 3 mesi fa - Link

chiedo alla distribuzione ma tipo il Corton Charlemagne sulle 150 euro in enoteca, il Mersault sui 70

Rispondi
avatar

Spetnat

circa 2 mesi fa - Link

E chiamala accessibile

Rispondi

Commenta

Rispondi a Andrea Gori or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.