Autochtona 2021: tutte le degustazioni dei vini finalisti e i vincitori

Autochtona 2021: tutte le degustazioni dei vini finalisti e i vincitori

di Andrea Gori

Giudicare cinquecento vini in due giorni non è semplice ma quando si tratta di vini con personalità e storia è fattibile e gratificante. Suddivisi in commissione con non più di 80-90 vini da assaggiare per ogni giorno l’impegno è stato tanto ma tutto scorso via in scioltezza e piacere grazie all’impeccabile organizzazione emiliano-altoatesina di Fiera Bolzano e Stefano Malagoli di Fruitecom . Il fatto poi che si degustassero non più di 10-15 vini per tipologia per volta aiutava a non stancare palato e neuroni bicchiere dopo bicchiere e last but not least il fatto che la giuria fosse internazionale e molto variegata in modo che discussioni e confronti sono sempre stati stimolanti e mai guerre di religione.

A titolo di commento complessivo personale sono rimasto molto colpito da quanto siano stati premiati maggiormente i vini decisamente più freschi acidi e piccanti rispetto ad altri più corposi e ricchi che a mio gusto davano comunque soddisfazioni  maggiori senza essere i classici pesantoni italici. Sia tra i bianchi che rosa (dove ha vinto l’Etna) che nei rossi (dove ha vinto la Val d’Aosta)  l’altitudine, la verticalità e l’asciuttezza hanno fatto la differenza. Stesso criterio , mutatis mutandibus, anche per le interessanti categorie Orange e Ancestrali dove la concentrazione e la tecnica “sulle bucce” di per sè non contavano quanto il risultato di piacevolezza complessiva. I premi andati a Podversic per il “terroir”, alla Malvasia dei Colli Piacentini per l’orange e anche al Sorbara di Marchesi di Ravarino per gli ancestrali vanno anch’essi in questa direzione.

Insieme a me in giuria c’erano Daniele Cernilli come presidente e quindi Giuseppe Carrus (Gambero Rosso), Fabio Giavedoni (Slow Wine), Luca De Martini (Vinarius), Christine Mayr (Vitae-AIS), Alessandra Piubello (I Vini di Veronelli), Marco Rossi (Tannico), Leila Salimbeni (Spirito diVino), Alessandro Franceschini (Viniplus di Lombardia) Pierluigi Gorgoni (enologo e docente della scuola Alma), Richard Baudains (Decanter), Paula Bosch (sommelier, giornalista e scrittrice), John Brunton (The Guardian), Anders Levander (DinVinguide) e Sigi Hiss (Vinum).

Questo il video della premiazione:

 

Questi di seguito i miei assaggi e punteggi che ovviamente per ottenere il giudizio complessivo facevano media con tutti gli altri.

Bianchi

Vincitore: I CUSTODI DELLE VIGNE DELL’ ETNA Ante Etna Bianco Doc 2018 Sicilia Carricante tanta acidità e sale, praticamente non percepibili gli altri elementi, però bel ritmo 87

FAUSTO PERATONER Nosiola Igt Vigneti Delle Dolomiti 2020 Trentino Nosiola 2020 Sottile etereo delicato fruttato pera e mela, allunga disseta con nota umami e iodata incantevole. 92
CANTINA TOBLINO Largiller 2013 Trentino Nosiola 2013 Emozionante il passare degli anni che lo lascia quasi intatto, carezzevole e sapido nel finale, fruttato con rimandi ginestra pesca succo di mela il naso 93
Alvio Pestarino “Thimos” Colli Tortonesi Timorasso Doc 2019 Piemonte Timorasso 2019 Roccioso e salino, mela pera e pesca bianca mista a susina e gesso iniziali poi in bocca acidità e struttura rivelano anche un bel frutto in via di definizione, finale zenzero e kumquat incantevole 92
VICENTINI AGOSTINO Soave Superiore Docg Il Casale 2018 Veneto Garganega 2018 incalzante ed energico, lieve traccia alcolica , pompelmo e mandarino come tratti dominanti poi erbe aromatiche e fieno, frutto scarseggia nel finale ma fascino rimane 90
CORTE SERMANA Lugana Doc Riserva Sermana Veneto Turbiana 2016 Ricco salato, dolce e speziato, lunghezza e croccantezza continua, bel mix di energia e freschezza al servizio della beva 93
KELLEREI BOZEN Kleinstein 2020 Alto Adige Gewürztraminer 2020 Splendido armonioso, ricco e saporito e non solo banalmente varietale, sontuoso e croccante e anche da attendere un poco 95
DRAGA Miklus 2017 Friuli Venezia Giulia Malvasia 2017 Ricco deciso sapido marino ma anche dolce fruttato di pesca gialla, mela ginestra e macchia mediterranea, balsamico finale molto intrigante 93
CACCESE Malviasia. Friuli Venezia Giulia Malvasia 2020 sapido fine e con energia sottesa molto bella, pochi cenni di evoluzione, solo traccia alcolica sottesa che viene fuori un poco 92
FATTORIA FIBBIANO Colombana – Toscana Bianco Igt 2020 Toscana Colombana 2020 sapido e gustoso con il giusto frutto e la giusta nota incalzante acida 90
MARISA CUOMO Doc Costa D’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2019 Campania Fenile, Ginestra, Ripoli 2019 Ricco e caldo, note erbacee e vegetali, frutto con bella ricchezza ma legno che copre molto 87
CANTINE GIGLIO Grillo 100% 2020 Sicilia Grillo 2020 Originale e bel mix tra tropicale e frutto bianco, sorso misurato ma anche ricco, bell’equilibrio complessivo e agilità 92
MAENZA Béa. Sicilia Catarratto 2019 sottile ed energico, squillante e affumicato, acidità e sottigliezza 93
CASTELLUCCIMIANO – VITICULTURA DI MONTAGNA Shiarà Doc Valledolmo Catarratto Vendemmia 2019 Sicilia Catarratto 2019 Acido e citrico, non importante il frutto, molto da svilupparsi, forse 88

Rossi

Vincitore: DI BARRO Mayolet Doc Valle D’Aosta Valle D’Aosta Mayolet 2019 Fresco sapido more di rovo e lamponi, viola intensa, squillante il sorso molto vinoso e caramellato, chiude con brio 90
WEINGUT EBERLEHOF St. Magdalener 2020 Alto Adige Schiava, Lagrein 2020 Piacevole fresco sapido e netto, note appena evolute nel finale ammandorlato e di bella finezza 88
SEEPERLE KG DES RAINER A. & CO. Südt. Kalterersee Classico Superiore “Scheinheilig” 2020 Alto Adige Schiava 2020 elegante signorile ma anche profondo e stutturato, danza sul filo del rasoio e ci riesce benissimo tra importanza e levità 93
LES CRETES Fumin 2019 Valle D’Aosta Fumin 2019 Originale frutto di bosco, sandalo e vetiver, sorso di buona spinta 88
Grosjean vins Fumin Vigne Rovettaz Valle D’Aosta Fumin 2019 roccioso e sapido, mirtillo e more, intensità al palato grandiosa e tannino con qualche bizza ma tanto fascino 92
CASCINA DELLE ROSE Barbaresco Tre Stelle Docg 2018 Piemonte Nebbiolo Ricchezza quasi opulenza, ritmo sinuoso al palato tra bel tannino, ricchezza di floreale e frutto e finale in allungo 93
TENUTA MOSOLE Refosco Dal Peduncolo Rosso Doc Venezia 2020 Veneto Refosco 2020 affumicato pepe e canditi. sorso di bel ritmo e originalità fruttato 91
VIGNETI VILLABELLA Morlongo Montebaldo Bardolino Doc Veneto Corvina, Rondinella, Corvinone 2020 frutta rossa fresca e bel nitore ampiezza e carnosità, ritmo e agilità e dolcezza ben misurata 92
GIOVANNA TANTINI Bardolino Doc 2020 Veneto Corvina, Rondinella 2020 frutto rosso nero senape e pepe , asciutto il sorso, poca sostanza fruttata 87
MONASTERO DEI FRATI BIANCHI Bersaglina 2017 Toscana Barsaglina ricco forte deciso scuro e importante, forte e scuro il finale, personalissimo 91
PODERE SCURTAROLA Vernero 2013 Toscana Vermentino Nero 2013 Ampio e sontuoso, ricchezza e speziatura, frutta di bosco, carrube e resine, verbena e mallo di noce, sorso di piacevolezza e intensità, tannino serico con pepe nero e rosso che torna a folate continue. Un’eleganza rocciosa che si fa strada su un tappeto di frutto e erbe aromatiche in maniera convincente che cresce alla distanza 93
FATTORIA DI MAGLIANO Sinarra – Maremma Toscana Rosso Doc Toscana Sangiovese 2019 gustoso ricco pieno, ciliegia more e croccantezza di frutto con bel contraltare spezia e menta 93
PODERE L’ASSUNTA Costa del Pievano Toscana Sangiovese 2017 fresco saporito con tanta materia e ricchezza, tannino un poco selvaggio ma bello il finale speziato 90
TENUTA SETTE PONTI Vigna Dell’Impero 2016 Toscana Sangiovese Ricco profondo e roccioso, lamponi e spezia, bellissimo il finale 94
SALCHETO Salco 2016 Toscana Sangiovese, Prugnolo Genitle  Mallo di noce e amarene , cumino e pepe, bel finale speziato 93
VILLA SALETTA Saletta Riccardi Toscana Sangiovese 2016 preciso piacevole rosso croccantezza con tocco di spezia per dosato, finale sapido 90
CASTELLO DI RADDA Chianti Classico Docg Gran Selezione Vigna Il Corno 2015 Toscana Sangiovese ricco profondo sottobosco poi spezie e cumino, ritmo di tannino deciso con qualche ruvidità ma anche molto fascino 94

Rosè

Vincitore: TENUTE BOSCO Etna Rosato Doc 2019 Sicilia Nerello Mascalese Gustoso e ricco ma dolcezza e alcol soccombono a acidità e un lieve tannino 88

Finalisti
Vidirò Langhe Rosato 2020 Piemonte Nebbiolo 2020 Un velo di cipolla con note ambrate, mela e fragole in confettura, tabacco e resine, bel finale vinoso e intrigante 90
Cantine Spelonga  Marilina Rosè 2020 Puglia Nero Di Troia ruffiano dolce e confettoso ma di una piacevolezza estrema, sorso più serio e divertente, bello il finale 93
Manenti  218 Frappato Rosato Igt  2020 Piacevole fragola e frutta di bosco rossa, sorso sapido e fresco di bella energia 89
Feudo Arcuria Contessa Etna Rosato Doc Sicilia Nerello Mascalese 2020 Grintoso frutto ed energia croccante, sorso di bella profondità e ritmo 92
Torre Mora Scalunera Etna Rosato Contrada Dafara Galluzzo Sicilia Nerello Mascalese 2020 vinoso e squillante, frutta rossa e nera, spezie e pepe, finale in lunghezza e dolcezza di lamponi e ribes 91

Orange

Vincitore Torre Fornello Una Malvasia DOC  Colli Piacentini Bio 2015 Emilia-Romagna  aroma leggero ma intrigante tra tiglio biancospino pepe bianco e mandorle, finale belsamico ben tratteggiato 92

Finalisti
Villa Rubini Biologico Vigna Aratorio Di Praducello Friuli Venezia Giulia  2018 Ribolla Gialla ricco e contrastato, frutto rosso quasi e giallo pieno, camomilla e mele, finale di bella distinzione e lunghezza speziata 91
PODVERSIC Ribolla Gialla 2017 Friuli Venezia Giulia  2017 croccantezza e sottigliezza, aromi pacifici e distinti, netti e saporiti di mele e spezie, finale di calore e energia anche eccessive a momenti 90
PODVERSIC Malvasia Friuli Venezia Giulia 2017 miele e prugne fresche, mirabelle e cumino, lunghezza splendida tra balsamico e noci 93

ALE.P.A Orange, Pallagrello Bianco Igt Terre Del Volturno 2018 Campania Pallagrello Bianco 2018 scabro e dimesso, ossidativo, sussulto fruttato al gusto e finale convincente 88
OLIANAS Migiu’ Le Anfore Di Elena Casadei 2019 – Semidano Di Sardegna Sardegna Semidano 2019 Dorato e carico ma in bocca sottile e fine, frutto e fiori passiti e solari, finale veloce 88

Spumanti

Vincitore: Cantine della Volta Rosé Lambrusco di Sorbara DOC Brut M.CL. 2016 Frutto rosso ben tratteggiato, spezia balsamico pepe e noci, chiusura incantevole floreale e dolce 92

Finalisti
Tenuta La Riva Colli Bolognesi Pignoletto Docg Pinus Laetus Emilia Romagna Metodo Classico Brut Nature Pignoletto 2016 Sostanza e stile, bello roccioso e composito, intensità e aromi calibrati e profonda dolcezza mista a gesso e balsamico 93
Vallerosa Bonci Verdicchio Dei Castelli Di Jesi Spumante Doc Metodo Classico “Giuseppe Bonci” 2013  Erbaceo e croccante, molto diretto e saporito ma frutto e floreale sono molto lievi e finiscono per essere coperti da sensazioni di metodo classico generico 88

Venti Venti  Spumante Lambrusco di Sorbara 2018 Fine e cristallino, roccioso e piacevole con rimandi fruttati di more di rovo e fragole piccanti, lieve zenzero su fondo balsamico in chiusura 90
KELLEREI KALTERN Brut Nature Südtiroler Sekt  Lagrein 2016 naso dolce e invitante, bocca sostenuta e dal grip molto forte, frutto ben composto e strutturato con energia da vendere 90

Vini dolci

Vincitore

Alberto Lusignani Vin Santo Di Vigoleno 2010 Emilia-Romagna Santa Maria, Melara, Bervedino e Ortugo 2010 Sontuoso e levigato, ambrosia pura, pepe mallo di noce carrube, tabacco e sandalo, a piccoli sorsi e tanta goduria 97

Finalisti
Sciacchetrà Liguria Bosco, Vermentino 2018 Ricchissimo e scuro di dolcezza e intensità, canditi e agrumi, frutta secca, finale importante anche se manca un tocco di freschezza 91
Torchiato Di Fregona Docg 2015 Veneto Glera- Verdiso – Boschera Sontuoso e deciso, importante e pepato, bellissimo il finale con canfora canditi e timo tutti insieme alla massima potenza 93
Torcolato Breganze Doc 2017 Veneto Vespaiola Nitido fresco e pimpante, non sembra quasi un passito, sorso importante e divertente 94
Donna Daria Fior D’Arancio Passito Docg 2017 Veneto fior d’arancio moscato giallo 2017 Ricco sontuoso pepato e zenzero, lunghezza e intrigante, arancio e pepe nero, bel ritmo di freschezza insospettata 92
Vinsanto Di Carmignano Doc Riserva 2013 Toscana Trebbiano, San Colombano 2013 Ricco energico e torrefatto, sorso importante ma ricco e ben sfaccettato 93
Moscato Di Scanzo Docg Lombardia Moscato Di Scanzo 2017 Frutto e pepe, bella decisione tra tannino e dolcezza frutto, allunga e diverte in un crescendo di contrasti pulsanti 90

Lagrein
KELLEREI TERLAN LAGREIN ROSE’ 2020 Rosè fragole e lamponi, castagne e noci, finale di bella lunghezza ma con alcol che spunta 88
WEINGUT LARCHERHOF Lagrein Kretzer 2020 DOC Rosè 2020 Struttua e intensità , bella dinamica vinosa senza perdere carattere rosa, finale con spezia intrigante 90
PFANNENSTIELHOF Mitterberg Rosè 2020 Pieno e succoso, mela rossa, carota, zenzero e pepe nero, lunghezza ed eleganza 92
KELLEREI TRAMIN LAGREIN 2020  fresco sapido beverino e sottobosco molto presente, lunghezza e pepe 90
K. Martini & Sohn Südt. Lagrein Pure Origin DOC Annata 2020 fresco sapido piacevole e discreta ricchezza, tannino appena asciugante 89
ST.QUIRINUS DES SINN ROBERT Lagrein Badl Annata 2019 Completo dinamico succoso pepato ed energico, carattere e sottigliezza 92
FRANZ GOJER – GLÖGGLHOF Südtirol Lagrein Riserva DOC 2019 ricco pepato, bocca sontuosa ma discreta, allungo notevole 92
KELLEREI TRAMIN URBAN Riserva 2019 Molto legno e spezia a coprire molto il frutto, bocca con alcol ma anche bella materia e croccantezza 88
CASTELFEDER WEINGUT – TENUTA BURGUM NOVUM 2016 Riserva ricco e pieno, selvatico e umorale ma molto affascinante la beva, chiude con sapore e lunghezza molto belli e cangianti 94
Roland Gamper Ausserpfefferlehen Lagrein DOC 2015  asciutto e saporito, confettura di prugne e rosa canina, finale nervoso e con rigidità 87

Ancestrali

Vincitore

MARCHESI DI RAVARINO Emilia-Romagna Lambrusco Di Sorbara 2020 Piacevolmente sapido, frutto e dinamica in bella alternanza, sottile le sensazioni dolci, bella frutta secca in accenno, chiusura con gesso e talco che piace, non lunghissimo 88

Finalisti
Terraquilia  Il Nativo Ancestrale Xiii Luna 2016 Emilia-Romagna Grechetto Gentile, Trebbiano Romagnolo 2016 Deciso e incalzante, quasi tannico per freschezza e durezza ha poi risvolti dolci e floreali di frutta placida e di soddisfazione. Tanta pulizia per un ancestrale, fantastico 92

PALTRINIERI Radice 2020 Emilia-Romagna Lambrusco Di Sorbara Saporito e incalzante, molto secco e fresco ma frutto ne riesce molto ridimensionato 88
BARBATERRE Arsan 2018 Emilia-Romagna Lambrusco Grasparossa, Salamino, Malbo Gentile Piacevole e sottile con acidità decisa e incalzante, finale con fragole ribes rosso e lamponi che si susseguono con piacere e ritmo incessante 93
CANTINE TAVERNA Senso 2 Rosato Frizzante Basilicata Montepulciano 2020 Tannino che incalza e si somma alla bollicina molto decisa, vino tosto ma naso croccante di ciliegie e amarene lo rendono invitante e godereccio. Qualche sgarbo negli aromi un poco “naturali” ma ne aumentano il fascino rustico 91
BARBATERRE Besmein Capolegh 2018 Emilia-Romagna Marzemino Originale e piacevole, ritmo e ruffianeria ben mescolati ad elementi duri e di pronta beva compreso carattere vinoso 91

Ecco qui altri vini che mi sono piaciuti ma non sono riusciti ad entrare in finale:

TERRE DI SERRAPETRONA Collequanto 2015 Marche Vernaccia Nera  Sorprendente tono piccante e ammandorlato con frutta fresca pepe e spezia, finale con composta di aromi molto ben definiti e invitanti. Tannino non banale 92

MUSCARI TOMAJOLI Aita Lazio Montepulciano 2018 Ricco e profondo, saporito e speziato, evita luoghi comuni sul montepulciano e rilancia in energia e freschezza ben condotti 92

CANTINA POLITO Corsaro 2019 Campania Aglianico  Piccante e netto, energico e ricco, sorso pepato e salino, bel ritmo garbato 90

NATIV Eremo San Quirico 2017 Campania Aglianico  Roccioso e fruttato, intenso e ricchissimo, finale bello con tannino distinto e profondo. 92

LUIGI MAFFINI Siopé Campania Aglianico 2016  A più di dieci anni un vino completo ricco e deciso che si ammanta di bella eleganza speziata 93

AGRIDDI Albamarina Campania Aglianico 2015  Ricco ed esplosivo il naso, sorso che va un poco a scemare in energia ma frutto sempre bello nonostante alcol 90

ERMINIO CAMPA Li Cameli Puglia Primitivo 2018  Energia ricchezza ma anche stile e rigore tannino ben condotti, bel finale succoso e croccante con evoluzioni interessanti 92

TENUTE CHIAROMONTE Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto 2018 Puglia Primitivo 2018  Lattico e fruttato, mix inconsueto ma originale e piacevole, in bocca ha gusto persistenza e saporosità a tutto tondo ben calibrata 90

CAPARRA&SICILIANI Volvito 2018 Ciro’ Rosso Classico Superiore Riserva Calabria 2018  ASciutto fine e nervoso, diretto e sapido, tannino nebbioleggiante 90

IPPOLITO 1845 160 Anni 2017 Igt Rosso Calabria – Gaglioppo Calabria  Ricco e caldo ma anche con ritmo e sontuosità belle e dinamiche, dolcezza finale squillante 91

IPPOLITO 1846 Ripe Del Falco 2013 Riserva Storica Rosso Classico Superiore Doc  Calabria Gaglioppo  Eleganza e sontuosità, energia pepe e giovinezza sorprendente per un vino dalla componente umami elegante e pervasiva  93

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

3 Commenti

avatar

Stefano

circa 1 mese fa - Link

Oh, praticamente hai dato per bianco e rosato i punteggi più bassi ai vincitori! Hanno scartato gli estremi? Ma che diavolo è la Bersaglina?

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 1 mese fa - Link

Solo a titolo di curiosità, e senza alcun accenno polemico: le due più importanti DO italiane fatte di vini autoctoni in purezza sono Barolo e Brunello, e sono assenti, ma c'è un Chianti. È un fatto casuale, o l'evento è concepito così?

Rispondi
avatar

Stefano Malagoli

circa 1 mese fa - Link

Buonasera Stefano, grazie per il suo intervento che ci consente di chiarire l'attenzione che prestiamo nelle fasi preparatorie degli Autochtona Award: ogni anno invitiamo ad Autochtona produttori di tutte le DO, spesso contattandoli uno a uno, e ci premuriamo di informare i possibili interessati anche tramite i consorzi di tutela. Le confermo che nei dodici anni del premio hanno partecipato anche diversi produttori di Barolo (e Barbaresco), spesso conseguendo riconoscimenti importanti (come ad esempio lo scorso anno, vd https://www.fierabolzano.it/it/tourism/story/vincitori-finalisti-autochtona-award-2020). Dall’area di produzione del Brunello non abbiamo mai registrato molte adesioni anche se ricordo distintamente gli splendidi assaggi di tanti anni fa del Brunello di Montalcino DOCG Riserva "Madonna delle Grazie". Le saremo riconoscenti se potrà aiutarci a far aumentare il numero delle adesioni dalla sua meravigliosa Docg.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.