Anteprime Toscane: il Chianti Classico Riserva 2018 e 2017

Anteprime Toscane: il Chianti Classico Riserva 2018 e 2017

di Redazione

La riserva del Chianti Classico prova a conquistarsi maggior spazio sul mercato cercando di definire la propria immagine e il proprio rango da poco retrocesso al secondo posto per prestigio e qualità per far posto alla Gran Selezione. Diciamo subito che la 2018 pare avere i numeri per aiutare a definirla meglio nel senso di territorialità e piacevolezza di beva soprattutto in abbinamento a tavola , ruolo dove se la cava egregiamente perché non ha gli eccessi di molte Gran Selezioni e decisamente più tannino intensità e corpo di tanti Chianti Classico annata che si sono orientati verso versioni piacevoli e immediate della DOCG.

Il confronto tra le 2018 e le 2017 è comunque stridente perché  la media di punteggio e piacevolezza è tutta dalla parte della 2018 mentre la 2017 dove la maturazione dei tannini ha avuto problemi per il caldo e la sovra maturazione mostra tutti i limiti della tipologia dove, venendo meno la componente fruttata e floreale giovanile, il tannino gioca appunto un ruolo cruciale.

La 2018 come annata passerà alla storia per immediatezza (e i Chianti Classico Annata lo dimostrano anche negli assaggi a distanza di un anno dall’anteprima) e qualche occasionale punta di eccellenza laddove l’alternanza di pioggia e sole non abbia portato eccessivi problemi fitosanitari .   Soprattutto pare che le migliori uve siano davvero andate verso la Gran Selezione nella maggior parte dei casi.

La riserva 2016 si mostra di bella compattezza qualitativa e solida affidabilità anche se affiorano alcune stanchezze e forzatura su intensità frutto e struttura cui la Riserva come tipologia pare fondarsi sempre meno.

I punteggi sono nell’ordine di Leonardo Romanelli, Andrea Gori e Sabrina Somigli. La descrizione è di chi ha dato il punteggio più alto.

Intravino ringrazia il Consorzio del Chianti Classico e tutti i produttori che hanno aderito al tasting


Savignola Paolina 2018
Porpora, delicato, luminoso. Naso arcigno ma gradevole, erbe aromatiche, terra e cuoio. Frutto vivo, di bosco, mirtillo e ribes. Bocca viva, vitale evidente fresca, invitante. Finale lungo 94 92 94

Buondonno 2018
Cenni di saponetta. Sandalo e vetiver, molto floreale di zagara e cedrina. Bella freschezza di profumi. Sorso affine al naso, bella spinta fresca in bocca e succosa . Tenuta molto lunga tra frutto nero ricordi di eucalipto e tannino saporito 90 90 93

Berardenga 2018 Felsina
Fragolina di bosco, neroli, floreale di iris, e pot pourri. Cenni ematici, bocca appena verde ma non asciugante, si sviluppa in bocca piuttosto saporita ma con finale apopena cortoe sempre verdeggiante 91 87 91

Rancia 2018 Felsina
Floreale piccante, salicornia e ficoide, sorso deciso orientaleggiante, festoso, molto abbondante ma quello che c’è è rimarchevole  92 93 92

Ser Lapo 2018
Bocca piacevole, sanguigna e fresca. Vivace di acidità, tannino setoso e finale di bocca gradevole tra spezia scura e pepe. Naso sussurrato fine e elgante frutti di bosco e macchia mediterranea. 89 90 92

Il Poggiale 2018 Castellare di Castellina
Porpora, molto deciso Naso vaniglia, legno, chiodi, cannella. Bocca soda e gustosa, elegante, piacevole, viva. Finale lungo e pieno 91 89 91

Castellare di Castellina 2018
Vivace e rubino brillante, frutto croccante, e bella balsamicità di erbe aromatiche rosmarino, leggera spezia dolce. Sorso molto vivace e snello fresco di frutto grande beva, verticale e di bella soddisfazione. Lungo e perfettamente equilibrato sul finale, ti rinvoglia al sorso . Riserva molto contemporanea 93 93 94

Ottomani 2018
Animaletto presente, pepato, cuoio e sottobosco. In bocca è succoso, il ricordo animale è trattenuto al gusto e al retrogusto, ma senza disturbare troppo. Bocca che ha frutta, e balsamicità e liquirizia sul finale  91 88 92

Vigna Barbischio 2018 Maurizio Alongi
Ciliegia, spezia ginepro, anice stellato. Bocca succosa e fresca leggera nel sorso, verticale ma molto legata la frutto. Cenni verdi crudi, ma nel complesso sorso agile e piacevole 92 92 94

Il Molino di Grace 2018
Tostatura e piccantezza, more di rovo, sorso di solarità e croccantezza, bello spessore sincero e finale in crescendo 90 91 90

Riecine 2018
Porpora, vivace deciso. Naso fresco, deciso, vero, erbaceo, potente. . Molto convincente in bocca sereno succoso, caldo levigato sodo 94 93 94

Maria Gioconda 2018 Torcibrencoli
Cenni di canfora, fragolina, mentuccia e resina di pino. Erba cedrina, profumo montano. Bocca densa e spessa, succosa e con tannino che scalcia senza asciugare o incedere in note amare. Bel sorso di ampio respiro fresco e tattile 94 93 94

Famiglia Zingarelli 2018 Rocca delle Macie
Rubino limpido e piacevole. Naso appena evoluto giusto frutti maturi, terra e cuoio, nepitella e pepe. Complesso e gradevole, succosa. Finale lungo e persistente 93 91 91

Riserva di Famiglia 2018 Cecchi 2017
Zenzero lamponi in confettura, saporito deciso e dinamico, bella salinità nel finale  91 92 91

Lamole di Lamole 2017 Santa Margherita
Porpora, pulito e deciso, luminoso. Nso fresco, intenso, minerale, fresco, frutti neri. Bocca calda e soda, gustosa, elegante, piena, decisa. Finale lungo e godibile 90 89 90

Casaloste 2017
Porpora di bella luminosità. Nso particolare, intenso vivace. Frutto intenso e maturo succoso, ampio e vivo. Bocca elegante particolare. Finale lungo e gradevole 89 86 88

Tenuta La Gabbiola 2017 San Michele a Torri
Porpora, particolare. Naso molto oscillante, cenni di vaniglia e spezie, legnosetto. Frutto maturo, confettura, caldo, anche note evolute . Bocca sanguigna piena e ricca. Finale lungo 88 87 86

Savignola Paolina 2017
Ricchezza e opulenza, umami e sapidità incalzante, sorso un poco impegnativo, fitto di rimandi scuri e balsamici, tannino fine e bella freschezza complessiva 90 91 87

Villa Calcinaia
Cenni appena maturi di frutta e erbe macerate, spezia dolce scorza di arancia. Bocca vivace in freschezza con bel tannino saporito. Sorso con grip e gradevole finale fresco tra liquirizia e after eight  91 87 91

Torcibrencoli 2017
Porpora. Deciso, fresco, regolare, frutto pieno. Ribes, mirtillo. Bocca solida gustosa, sapida, elegante e piena. Tannino fine. Finale pulito 90 86 89

Nittardi
Spezia dolce e vaniglia, cioccolato e menta, mirtillo cassis. Bocca succosa, tannino importante e dallo sviluppo amaricante piuttosto marcato. Non chiude amaro per fortuna ma un po polveroso si. Ancora caratteristiche giovanili al sorso e anche al naso, lette nell’ottica dell’annata che cmq ha cotto il frutto 88 90 91

Brancaia 2017
Cardamomo e viole, incenso e balsamico, bocca lieve delicata all’inizio poi  prende tanta forza e decisione fine al gran finale 90 93 92

Camponi 2017 Cinciano
Naso di vaniglia e pandoro, poi cede il passo a liquore fragolino, si sviluppa tutto su note dolci un po eccessive.  Bocca marmellatosa di frutto, che recupera al centro bocca per aspetti legati  a mentuccia romana, ma il tannino un po’ amaro al secondo sorso si evidenzia netto 84 84 84

Poggio Bonelli 2017
Composta di mirtilli , bocca composta e senza eccessi calorici, ma neanche con grande sviluppo sul finale .Naso verdeggiante, cenni di foglia di peperone, carvi e macis. Ricchezza, spessore e buona larghezza 89 88 89

Ceppeto 2017 Mannucci Droandi
scuro ricco e deciso, pepato e ricco di rimandi a susine, more, mirtilli e senape, sorso importante e ricco, finale lungo e scuro 87 91 85

Rialzi 2017 Tenuta Perano Frescobaldi
Porpora, elegante e pineo. Naso animale, poi liquirizia cuoio e  tabacco. Deciso potente in bocca, vero, forte succoso. Finale lungo e complesso, vivo, nervoso  92 92 91

Pomona 2017
Sottobosco, frutto scuro, macchia mediterranea, bel naso fresco e di erbe aromatiche. Buon ingresso , vivace, tannino croccante, buon sviluppo in bocca, tra freschezza e rotondità. Buon finale affumicato e di alloro 92 90 92

Castelvecchi 2017
Cenni di cola , felce e sottobosco. Polvere di caffè e piccoli frutti neri; legno di sandalo. Naso elegante e compatto. Bell’ingresso morbido in bocca , si allarga e rivela un tannino saporito e setoso; acidità presente, sorso pieno e caldo, con finale di spezia da legno gradevole. un poco manipolato come stile 90 90 90

Banfi 2017
Lavanda e pepe nero, fragola in confettura, lunghezza e piacevolezza di bella matrice, lavanda e more in confettura 88 92 91

La Sala 2017
Aromatico e balsamico, etereo con tratti speziati intricati, finale di bella eleganza 90 90 89

Castello di Meleto 2017
Porpora, di bella limpidezza. Naso minerale, integro, fruttato abbastanza maturo, cenni di carne. Bocca di buon peso, equilibrata, tannini puliti, docile, rilassato, fresca  vena acida. Finale gradevole 92 88 91

Castello di Gabbiano 2017
Sangue e prugne, pepe nero e cenni di fiori secchi. Confetto. Bocca che entra docile, si fa larga e saporita, con l’aspetto pepato importante. Finale discreto con ricordi di alloro e grafite 89 89 90

Vignamaggio 2017
Porpora, di piacevole limpidezza. Naso molto fresco, vivace, frutti piccoli, erbe aromatiche variegate anche coriandolo. Bocca fluida, ricca, regolare tannini fini e calibrati, gusto ampio e prolungato, saporito 94 92 93

San Vincenti 2017
Tostature piccanti, sandalo e vetiver, frutta scura di bosco, ribes nero, finale con tannino e dolcezza alternati 89 89 88

Podere Terreno alle via di Volpaia 2017
Incenso e legno di sandalo, confettino, anice stellato, cenni di alcol puro. Bocca che ricorda la frutta fresca spremuta , acidità importante e tannino un po’ polveroso. Bocca slegata nelle componenti 86 86 86

Montefioralle 2017
Cupo scuro pepato, netto e definito, forza e rigore, molto tostato ma di carattere 86 90 87

Villa Vallacchio Riserva Alberta 2017
Ampio e solenne, austero ma anche dolce di carrube, ciliegie, amarene, sorso appuntito e filante, saporito cangiante e godereccio 87 93 87

Clemente VII 2017 Castelli del Grevepesa
Ancora porpora alla vista e molto fitto. Note  floreali di geranio, poi cenni speziati di pepe e noce moscata, inchiostro. Bocca calda e ricca, di buona densità, torrefatto sul retrogusto, tannini inseriti. Finale in buona continuità 89 88 88

Castello della Paneretta 2017
Dolcezza d frutto, susina matura, fragola e vaniglia, sorso spigliato e succoso, finale imponente e succoso, bel tannino 87 91 90

Guidi 2017
Sottobosco humus  e ribes rosso, piccante e deciso, arioso e leggiadro, finezza e spezia, beva splendida 86 93 85

Querciabella 2017
Amarene e visciole, confettura di frutta di bosco, vaniglia e lavanda, sorso di bella presenza, tannino ficcante grintoso e nel finale avvolegente 90 94 88

Colombaio di Cencio 2017
Ciliegie mature, senape, zenzero, ribes nero, sorso con tannino acceso, finale fresco e scattante e tocchi amarognoli 88 92 89

Dievole 2017
Frutti rossi e ribes, anche lampone, bel frutto croccante, cenno polveroso a tratti, che si alterna con note balsamiche di pino e anche erbe aromatiche vicine al finocchietto, spezia che ricorda il cardamomo. Buon ingresso, piacevole sviluppo, tra aspetti crudi e spontanei, di freschezza e tannino non per forza smussato. bocca sincera e succosa nelle sue imperfezione tanniche 91  87 92

Castello di Monterinaldi 2017
Lezioso e speziato, cannella, spekuloos, ribes rosso e fragole in confettura, bocca di piacevolezza e qualche rigidità 87 92 87

Cinciano 2017
Arancia e scorza di agrume, speziatura dolce e ginepro. Bello lo sviluppo in bocca dinamico e fresco, tannino molto
importante cin vena amaricante ma non ruvida o aggressiva. Finale fresco di erbe officinali e pepe con calore alcolico che chiude 90 88 90

Terreno 2017
Ampio fine intenso e mentolato, sorso deciso e con tratti ispidi ma succoso e divertente da bersi 91 93 92

Agostino Petri 2017 Castello di Vicchiomaggio
Visciole pepe camemoro , intenso e dinoccolato il sorso con bella potenza ma pure controllo 91 93 90

Le Vigne Istine 2017
Lavanda sandalo e tanto frutto rosso, lamponi e ribes, tabacco e ginepro, in bocca è serico nel tannino e preciso nel ritmo, soddisfazione ed energia con sapidità a ben bilanciare 91 96 92

Villa Trasqua 2016
Energia calore e tanta spezia, macchia mediterranea e lamponi, sorso con rigore e traccia godereccia 90 94 90

Villa Cerna 2016 Cecchi
Tra rubino e granato sull’unghia. Naso appena vegetale. Peperone accennato. Erbaceo. Frutti neri di bosco. Bocca succosa, calda, soda vivace. Finale piacevole 92 92 88

Borgo Scopeto 2016
Sangue e cenni di pelliccia, agrumato e carne. Bocca fresca e snella di bello spessore e succosità, asperità smussate, bel sorso snello ma largo, finale in crescendo tra balsamicità e leggero calore che riporta al palato cenni sanguigni e ricordi di alloro 89 90 92

Monterotondo 2016
Granato leggero, vivace. Naso compiuto, pulito, frutti piccoli, vaniglia, spezie. Bocca di buon peso, evidente, regolare, tannini precisi. Finale lungo e abbastanza complesso 90 88 89

I Fabbri 2016
Rubino con qualche riflesso granata. Naso appena vegetale,  anche carciofo e cardo, frutto nero come prugna. Bocca fresca, fluida, lieve, acidula. Piacevole come beva appena verde in generale 89 87 87

Bindi Sergardi 2016
Rubino solo accenni porpora. Carne fresca, ematico, ferro, minerale. Poi frutto vivo di ciliegia. Bocca di peso, vivace succosa, elegante. Finale in piacevole continuità 91 91 87

Castello la Leccia 2016
Bel colore definito, rubino, limpido, piacevole. Frutto di bosco elegante, ribes e mirtillo, erbe aromatiche come maggiorana e mentuccia. Bocca calda, soda, succosa, elegante e piena. Finale lungo e complesso 92 90 91

Terre di Seta 2016
Frutta di bosco scura e melograno, fico maturo, sandalo e tostatura, finale dove tannino e frutto giocano di fioretto 92 93 91

Le Corti 2016
Naso un sporco tra sentori animali, leggera acciughina, castagna ed ematici. La bocca invece è molto succosa e con grande spina acida, saporita e sapida, con discreto finale di nocciola tostata. Sorso goloso e originale 91 88 92

Pieve di Campoli 2016
Carnoso e cotognata, amarene  e pepe nero, castagna e lavanda, sorso fresco e agile, bella struttura 87 92 87

Badia a Coltibuono 2016
Prugna, cenni di acciuga, note ematiche e glutammato. Bocca con buon ingresso, discreto sviluppo in larghezza e bella acidità succosa di frutto, sapidità in evidenza e tannino saporito. Finale caldo piacevole tra ritorni di pepe nero e prugna  93 91 94

Cultus Boni 2016 Badia a Coltibuono
Speziatura e rotondità belle e carnose, sorso ribaldo di energia e sapidità, solare e carnoso, lungo e divertente 90 95 92

Le Cinciole 2016
Legno nobile, ribes nero, vetiver e aloe, , sorso nervoso e autentico, finale da tanto grip e sapidità 90 94 93

Carpineto 2016
Cosmetico, piccante , godereccio e dolce, bocca molto carica e insistita, tannino he asciuga un poco 89 90 86

Casa Sola 2016
Bel naso ricco e composto, terroso e scuro di sottobosco, humus e elicriso. Bocca bella, ingresso in punta di piedi poi si sviluppa in lungo e in largo con bel respiro in cui ritorna elicriso, liquirizia, e cenni di cioccolata. Sorso smussato rotondo e davvero gradevole. Compatto e finale caldo appetitoso 90 91 93

Rignana 2016
Pepe,  addormentasuocere, mela cotogna, tabacco, sambuco bacche. Bocca di buon ingresso e bello sviluppo saporito nel tannino amaricante ma non spigoloso; freschezza ma soprattutto sapidità che rende il sorso molto gastronomico 89 88 91

Podere l’Aja  2016
Rubino concentrato. Naso appena vegetale, cenni di erbe officinali, anche monastero. Bocca suadente, lieve morbida. Finale lungo e succoso 88 87 86

Castello da Verrazzano 2016
Rubino e cenni porpora. Naso di inchiostro, cenni fruttati maturi, confettura di mirtillo mora e ribes. Bocca calda e soda. Finale lungo 92 89 90

Contessa di Radda 2016 Geografico
Ricco denso spesso e sontuoso, viola mammola, amarene, tabacco, fava tonka, sorso di bella fattura, giovanile e saporito, bella salinità 91 92 87

Montegiachi 2016 Geografico
Succo di albicocca, pepe nero, senape, ciliegia, menta e anice, sorso squillante, terroso, lunghissimo 92 95 90

Belvedere Campoli 2016
Ricco spesso e scuro, cotognata e vaniglia, piccante e ampio, bocca con tannino agile e fitto 91 93 90

Setriolo 2016
Lamponi e resine, croccantezza e susina, sorso intenso e costruito ma bello e cangiante 90 92 90

La selvanella 2016 Melini
Vivacità di colore, ingresso succoso e fragrante di frutta, bella vena acida, e sapida importante, bevuta di spessore e con tanto futuro ancora davanti. Naso di frutto nero, felce, alloro, cenni ferrosi e chiodo di garofano. 93 87 93

Poggio Torselli 2016
Intenso ricco e polposo, ribes rosso, pepe nero, more in confettura, sorso di ricchezza ma anche soffusa eleganza 88 94 87

Castellinuzza 2016
Rubino pulito e luminoso. Naso intrigante, fresco, speziato, invitante, serio  quindi fruttato classico di ciliegia e poi spezie consuete chiiodi e cannella. Bocca levigata  classica soda e gustosa. Finale medio 89 89 88

Rietine 2015
Cenni di pomodoro, mentolato e appena ricordi di peperone verde fresco e dolce, prugna. Bocca sapida e con tratti metallici, bocca un po’ in evoluzione con sentori di caffè nel retrogusto che la proiettano un avanti nel suo cammino. Saporita e centrata per il resto. 87 86 87

Le Fioraie 2015
Frutti di bosco, cenni di canfora, alloro. Bocca all’ingresso rotondo, si snoda distesa con buona sapidità che ne tiene il sorso. Tannino fuso e finale caldo ma non asciugante 88 88 89

La Querce Seconda 2015
Note umide di cantina e lieve selvatico, more di rovo e senape, sorso con bella dolcezza e tannino rigoglioso, finale di nuovo con tratti animaleschi caratteriali 87 90 86

Castellinuzza e Piuca 2015
Rubino con unghia granata. Carne, sangue  terra, tabacco e cuoio. Solo sul finale frutto. Bocca viva succosa vitale invitante e piacevole. Tannini fini. Finale  gradevole 90 87 87

Bindi Sergardi 2015
Floreale secco e frutta sotto spirito, erica lavanda e pino mugo, sorso dolce e piccante, bella la materia e il ritmo 90 93 91

Castello di Cacchiano 2015
Dolcezza e florealità rosa marocchina e viola candita, sorso saporito e lunghissimo, acidità e tannino in ottimo abbraccio 85 95 86

Tregole 2015
Soffuso e speziato, pepe nero salvia e finocchietto, sorso con frutto integro e tanto tannino in definizione 90 92 90

Concadoro 2015
Amarene, cassis, lavanda e mirto, sorso ricco e cangiante, tannino risolto molto intrigante, ricco e di peso 86 90 85

Casa di Monte 2012
Granato, limpido, trasparente, ancora brillante, affumicato, carne alla griglia e brace, ma anche sottobosco, macchia mediterranea e pepe. Sorso snello e agile, composto, co frutta sempre intatta e buon finale sapido che ancora regala freschezze di sambuco e macchia mediterranea 89 91 91


Assaggi di Leonardo Romanelli e Andrea Gori

Schermata 2021-03-29 alle 18.06.38Barone Ricasoli 2018
Bello rubino con cenni porpora. Invitante al naso speziato fresco evidente, vero vivo. Bocca solida gustosa intrigante . Finale vivo e e in bella tensione vivace succoso 92 92

Il Grigio 2018 San Felice
Lavanda, pepe, amarene e cipria, sorso con grinta e saporosità, finale che entusiasma e fa sorridere 93 94

Capraia 2018 Rocca di castagnoli
Amarene ciliegie, prugna e melograno, sorso di ampiezza e carnosità, lunghezza e macchia mediterranea, tanta intensità 91 92

Bibbiano 2018
Rubino qualche riflesso granato. Naso fine elegante , frutti rossi di bosco, ciliegia. Note di camomilla mentuccia. Bocca viva sapida, tannini adeguati piacevoli. Finale medio 94 93

Lilliano 2017
Porpora, deciso. Naso fresco ed evidente regolare, frutti rossi corposi. Deciso, caldo, sodo, elegante. Bocca di buon peso vivace. Finale lungo 92 91

L’Imperatore 2016 Fattoria di Corsignano
Ampio e austero, resine, frutta sotto spirito, senape e lacca, tannino grintoso un filo aggressivo ma sempre affascinante 90 92

Colle Bereto 2016
Fragole in confettura, pepe nero, ribes nero, oliva, senape, sorso con bel centro bocca, finale lieve 89 90

Berardo 2016 Castello di Bossi
Rubino unghia granata, limpido, Note sangue, ferro, carne fresca. Frutti rossi, ciliegia ricco Salino sodo gustoso, elegante pieno vero. Finale lungo 95 91

Il Cellese 2015
legno e pepe, ricchezza e carnosità, balsamico, incenso e cipria, cannella, chiodo di garofano, orientaleggiante, bocca impegnativa ma ricchissima di sensazioni e trascinante 90 93

Il Campitello 2018 Monteraponi CAMPIONE DI BOTTE
Intenso, roccioso, ricchissimo di note fruttate ed ematiche, bergamotto e ribes rosso, sapidità e sensazionale 90 95+

Antiche Tenute Squarcialupi 2018 Tommaso Bojola CAMPIONE DI BOTTE
Porpora, di bella lucentezza. Fresco, vivace, bello, appena speziato, regolare. Bocca fluida gradevole, cremosa, lunga. Finale positivo 93 93

4 Commenti

avatar

MG

circa 2 mesi fa - Link

Solita bella lista con alcuni spunti interessanti. Mi confermate che non c'era San Gusto?

Rispondi
avatar

MG

circa 2 mesi fa - Link

San Giusto* ovviamente

Rispondi
avatar

Leonardo Romanelli

circa 2 mesi fa - Link

No ti confermo che non c'era. Le aziende che non mancano non hanno aderito

Rispondi
avatar

Raimondo

circa 2 mesi fa - Link

Buongiorno, vorrei sapere se i vostri giudizi e votazioni riguardanti le annate 2018 e 2017 sono relativi alla riserva o all'annata. Non si evince chiaramente, a parte il titolo. Grazie Raimondo di Torcibrencoli

Rispondi

Commenta

Rispondi a Raimondo or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.